lunedì, agosto 8contatti +39 3534242011




Orvieto FC Allievi. Parla l’allenatore Luca Palmerini

Questo articolo è stato letto 1147 volte

Tra le tante soddisfazioni, in particolare quella di far crescere a dismisura il movimento futsalistico su Orvieto, per il presidente Maurizio Bellagamba dell’Orvieto FC c’è quella di aver proposto per la prima volta in assoluto per il territorio una compagine di Allievi. Un movimento che in Umbria è ancora in fase embrionale, ma in cui la “Città della Rupe” è all’avanguardia con una squadra di tutto rispetto, in un campionato che conta altre tre società: Foligno, Clt e Miriano. A guidare la compagine, nel mese di novembre è arrivato Luca Palmerini…
Allievi“Quando sono stato contattato dal presidente – racconta Luca – era già tutto fatto e la squadra era pronta a disputare il campionato, che sarebbe poi iniziato a gennaio, sono stato ovviamente contentissimo di poter cogliere questa opportunità ed entrare a fare parte di una famiglia come l’Orvieto Fc”.
Che squadra è questa degli Allievi?
“Sono un bel gruppo, che si allenano costantemente con la Juniores e quindi anche numericamente sono molto ampi. Riteniamo che per diversi discorsi, tra i quali quelli più pratici inerenti agli impianti, sia di grande utilità tenere insieme i due gruppi, visto che questi ragazzi saranno il futuro della nostra società è giusto che lavorino e facciano squadra e gruppo sin da questa età. Inoltre i ragazzi degli Allievi vengono utilizzati sia con grande minutaggio nella juniores, sia i più giovani, con la compagine dei Giovanissimi. Inoltre per facilitare l’inserimento nelle squadre la società ha deciso di utilizzare la stessa filosofia di gioco della prima squadra in tutto il settore giovanile, un po’ in stile dell’Aiax e del Barcellona”.
Ma il mister come vede questa squadra, come sta lavorando?
“Diciamo che da appena subentrato ho impostato immediatamente un discorso di educazione e rispetto, che voglio in particolare durante la gara, e da questo punto di vista mi stanno dando un’ottima risposta, inoltre c’è da dire che tecnicamente crescono a vista d’occhio”.
Passando poi al campionato, i risultati arrivano…
“Purtroppo il campionato Allievi è composto da appena quattro società e le gare di solito si giocano ogni 15 giorni, per non parlare poi degli spostamenti per le concomitanze delle prime squadre o delle altre compagini dei settori giovanili, però diciamo che nonostante questo non stiamo andando male, nelle tre gare disputate ne abbiamo vinte due, perdendo solo con il Foligno che invece le ha vinte tutte”.
Un secondo posto quindi…
“Sì che sicuramente ci fa piacere, ma sabato prossimo, alle 17.30 al PalaPapini arriva proprio il Foligno per il big match, una gara in cui spero i ragazzi lottino per la vittoria, sarebbe bello riacciuffarli”.
Oltre tutto, gli Allievi del Foligno hanno tre ragazzi in pianta stabile nelle convocazioni, fin qui, di mister Fabio Sensi per la Rappresentativa di categoria…
“Questo mi fa molto piacere, sono Edoardo Ciucci, Pietro Focarelli e Jarder Rodrigues Pereira, ma abbiamo un altro ragazzo che sta rientrando da un infortunio e che sono sicuro ci farà divertire, si tratta di Ruben”.
Ma mister Palmerini è anche il secondo di Stefano Cupello alla Juniores…
“Anche con loro siamo nei primi posti della classifica e proprio venerdì avremo uno scontro importante contro la juniores del Nocera che sta facendo un bel campionato, dovremmo essere bravi a fare la nostra gara. Intanto mercoledì sera abbiamo disputato il derby contro il Sugano terminato per 3-3, sicuramente una bella partita per entrambe le squadre”.
Intanto, oltre alla Juniores si registra anche la sconfitta dei Giovanissimi battuti ad Orte per 14-3 dalla compagine capolista. Ma non solo giovanili, con la compagine Femminile che questa settimana riposa, i riflettori per sabato vanno tutti sulla Prima squadra, che sarà di scena in trasferta in casa del Miriano, una gara che deve essere un punto di ritorno di per Simone Pirati e compagni dopo le ultime tre settimane che non sono sicuramente state positive in termini di risultati, occorre riprendere a fare punti alla svelta, per non lasciar partire il treno chiamato play off.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *