sabato, Giugno 22contatti +39 3534242011
Shadow

Impresa del Ciconia.
Espugna Norcia con una doppietta di Polleggioni

Norcia contro Ciconia è il piatto forte di questa diciasettesima giornata del campionato di prima categoria girone C. Il Norcia, seconda in classifica, non ha bisogno di presentazioni. Basti pensare che non perde dalla seconda gara di campionato, che combacia esattamente con la sconfitta ad Orvieto proprio contro il Ciconia, ottenendo il sorprendente risultato di ben quattordici partite utili di fila. Ha il migliore attacco con 39 goal fatti e il miglior realizzatore, la punta Petrangeli Flavio. In casa è un vero e proprio bunker, nessuno è uscito dal Comunale di Norcia vittorioso. Per il Ciconia una partita ad alto rischio, ma i ragazzi di Mister Luzi attraversano un buon momento di forma con il pareggio contro il Quadrelli e la vittoria contro la Castellana, mantenendo la propria porta inviolata per tre partite consecutive. Il Ciconia si presenta in campo con il classico 4-4-2. Luzi preferisce tanta quantità a discapito della qualità, schierando una difesa super collaudata con Pasquini e Goretti esterni e Crosta, Croccolino coppia centrale; a centrocampo regia affidata al rientrante Ciuco con Luzi mediano e Pecci e Zappitello Massimiliano sulle fasce a garantire spinta e copertura. In attacco Zappitello Yuri fa coppia con l’esperto Polleggioni. Facile intuire il tema tattico: cercare di contenere l’attacco atomico dell’avversario e ripartire in rapide azioni di rimessa. I presupposti per una partita ricca di colpi di scena ci sono tutti.

Cronaca: che non è una partita semplice per i padroni di casa, si nota sin dai primi minuti, entrambe le squadre cercano i 3 punti. Il primo sussulto di una gara piena di emozioni arriva al 14′ con Flavio Petrangeli, che ruba palla dal limite, entra in area, il sinistro è potente ma non inquadra lo specchio
della porta. Al 25’arriva il goal del Ciconia, disattenzione difensiva della retroguardia biancorossa, Polleggioni ne approfitta caparbiamente e si ritrova solo davanti al portiere avversario: facile realizzare il vantaggio. 1 a 0. Il Norcia non ci sta e prova a reagire subito, ma è ancora Flavio Petrangeli (28′)
che cerca, senza esito, di sorprendere il portiere avversario. Nel capovolgimento di fronte, gran botta di Luzi, il portiere Morelli si salva in 2 tempi. Tuttavia il Norcia macina più gioco dell’avversario, visto lo svantaggio e spinta dal numeroso pubblico, ma la difesa bianco celeste è sempre attenta e
compatta, e per i locali è difficile impensierire Parisi. Solo nei minuti finali una sequenza continua di calci d’angolo per il Norcia, ne batteranno sei, apre una fase in cui il Norcia spinge per riportare il risultato in parità prima dell’intervallo. I ragazzi di Mr Luzi ma sopratutto il portiere Parisi è
impegnato a respingere gli assalti biancorossi su Piovanello prima, e su Flavio Petrangeli poi, il cui sinistro rasoterra attraversa in diagonale l’area di porta. Il risultato non cambia e si va al riposo con il Ciconia in vantaggio.
Tornano in campo le squadre e i primi minuti sono scoppiettanti; la prima azione concreta è a favore del Ciconia che colpisce il palo pieno su azione di calcio d’angolo. Crosta si fa trovare libero in area, ma la sua conclusione è sfortunata e  i padroni di casa si salvano. Il Norcia però è ancora vivo e al
12’ Onori a pochi passi dalla porta non imprime di testa la forza giusta per la deviazione vincente; nel capovolgimento di fronte Zappitello si ritrova solo in area di rigore ma non è assistito da nessun compagno e Bevilacqua può spazzare via la palla. Al 13’ il Ciconia trova il goal che in pratica chiude la
partita: angolo battuto dalla destra, palla che arriva al limite dell’area e Polleggioni si fa trovare pronto a raccogliere e calciare in porta firmando la sua doppietta personale. Enorme è la gioia degli ospiti che vedono materializzarsi una vittoria che sà d’oro colato. Da qui in poi il Norcia cerca di raddrizzare
una gara oramai compromessa, ma gli assalti dei padroni di casa vengono respinti da una difesa impenetrabile. Al 18’ gli ospiti rimangono in dieci per l’espulsione, per doppia ammonizione, di Croccolino, i biancorossi raccolgono tutte le forze per cercare di sfruttare l’uomo in più. Gli ultimi minuti di gioco, dunque, sono appannaggio del Norcia. Al 28′ Flavio Petrangeli si attarda al tiro con un dribbling di troppo in area di rigore avversaria; al 37’ ci prova Boccolini da fuori area, il portiere respinge e Crescenzi sotto porta manda alto sulla traversa; al 42’ ancora Flavio Petrangeli mette in mezzo per Piovanello che tira alto, l’imprecisione dei locali, spenge le speranze di rimonta e rafforzano i bianco celesti, sempre più padroni del campo.

Quando ormai la partita andava per avviarsi alla fine, si verifica un bruttissimo episodio:
 Sarpano, appena entrato, cerca di intervenire sul pallone, il giocatore del Norcia Maggiolini,
uno dei più  anziani della squadra, ormai in ritardo, entra a gamba tesa. Ne scaturisce un intervento tremendo per il ginocchio del giovane centrocampista del Ciconia che cade a terra urlando, gelando
 il Comunale. Si accende un parapiglia che viene subito sedato dall’arbitro. Chi ne fa le spese
è Goretti Francesco, difensore del Ciconia e Giannoni centrocampista dei locali, spediti sotto la doccia per “reciproci scambi di opinioni”. Sarpano viene portato fuori dal terreno di gioco, la partita termina pochi minuti dopo, in un clima un po’ surreale. Quando l’arbitro fischia la fine, i ragazzi orvietani non
hanno nemmeno la forza di esultare per una vittoria importantissima. Si fiondano subito a sincerarsi delle condizioni del compagno di squadra. Dispiace che nessuno della squadra del Norcia, nemmeno
qualche dirigente, si sia ugualmente preoccupato dello stato del giocatore del Ciconia.
Lasciando agli ospiti il compito di chiamare il 118 e prestare soccorso al ragazzo, ancora a bordo campo. Si parla tanto di fair play, ma in questa occasione sembra proprio sia venuto a mancare.

Vittoria sorprendente, ma non troppo, i risultati parlano chiaro: il Ciconia ha trovato la continuità di risultati che gli mancava, ha trovato la quadratura di un gioco ormai ben organizzato grazie ad uno stato di forma davvero invidiabile. Merito alla squadra che durante la sosta natalizia ha lavorato
sodo, merito del Mister che nei momenti di difficoltà non ha mai fatto disunire il gruppo. Questo momento felice per i colori bianco celesti è un atto dovuto alla caparbietà e ai momenti bui passati ad inizio stagione. Questa è la mentalità giusta per incarnare lo spirito di questa società e per ritagliarsi
grandi soddisfazioni. Peccato che la festa sia stata rovinata da quello stupido episodio che nulla centra con il calcio ed è lontano parente dello sport. Per Sarpano si parla di probabile lesione ai legamenti del crociato. A volte prima di vincere, bisognerebbe imparare a saper perdere, sicuramente a Norcia questo non lo hanno imparato.

Formazione Norcia: Morelli, Bevilacqua, Funari, Crescenzi, Onori, Mancini (Ez Zahar 35’st), Maggiolini, Morelli (Boccolini 15’st), Piovanello, Petrangeli F, Petrangeli V.

In panchina: Matrignoli, Giannoni, Terenzi, Bracciaroli, Caticchioli, Ez Zahar, Boccolini.

Mr. Giusti
Formazione Ciconia: Parisi, Goretti Fr, Pasquini, Luzi, Crosta, Croccolino F, Pecci, Polleggioni, Zappitello Y, Ciuco, ( Goretti 40’st), Zappitello M(Sarpano 45’ st).

In panchina: Massini Rosati, Franciaglia, Sarpano, Goretti Fe, Croccolino G,
Shpata, Bracciantili.

Mr. Luzi
Arbitro Scarponi di Foligno

Reti: Polleggioni 25′, 13’st

Note: Espulsioni: Croccolino F. per doppia ammonizione, Goretti Federico e Giannoni per comportamento non regolamentare.

Spettatori 200 circa.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com