La Castellana incontra il pilota Emanuele Pirro

Questo articolo è stato letto 3360 volte

L’Associazione della Castellana batte il primo colpo del 2009 che apre ufficialmente la stagione sportiva. Per l’occasione si affida  ad un partner veramente d’eccezione.
Venerdì 6 Febbraio, alle ore 20.00 presso il Ristorante “Al S. Francesco”, sarà ospite dell’Associazione e trascinante protagonista della serata Emanuele Pirro, il pilota italiano dal palmares più policromo, risultato di una poliedricità senza eguali che, in 35 anni (trentacinque anni) di carriera, ha permesso al pilota romano di primeggiare e vincere, praticamente, in tutte le categorie delle quattro ruote.
 Famosissimo per le 5 vittorie nella 24 ore di Le Mans con l’Audi, Pirro è stato più volte campione italiano e vice campione europeo con i kart, in formula 3 e nella formula 3000.
Le doti riconosciute di grande collaudatore hanno fatto sì che fosse proprio il pilota della capitale, ma con origini abbastanza vicine ad Orvieto, il primo europeo a sperimentare le qualità del motore Honda sulle McLaren poi guidate da Ayrton Senna.
 Nel corso della fruttuosa permanenza in Giappone, da poco superata la metà degli anni ’80, Emanuele trovò il modo per partecipare ed imporsi nella F3000 nipponica e nella serie Can Am dell’estremo oriente.
Contestualmente, in coppia con Roberto Ravaglia, porta al successo le berline BMW, nelle più importanti classiche mondiali di endurance.
 Tornato in Europa, riceve da Bernie Ecclestone, allora padrone della scuderia, l’incarico di collaudare la BRABHAM-BMW di F1.
Dal 1989 al 1991 partecipa al mondiale di F1, iniziando con la Benetton Ford per poi approdare alla Dallara- BMS Scuderia Italia, alla cui guida conquista i primi punti mondiali nel G.P. di Adelaide
Nel 1991 e nel 1992 si afferma nel  GP di Macao Turismo, preludio al definitivo passaggio  alle ruote coperte, destinazione AUDI.
 Con la casa dei quattro anelli diventa campione italiano turismo nel ’94 e nel ’95. L’anno dopo si laurea campione nel Super Turismo Tedesco, attuale DTM
L’inizio della splendida e vittoriosa avventura con la storica 24h di Le Mans è  datato 1999. In precendeza era stato protagonista, ma con poca fortuna,  guidando la Lancia Beta Montecarlo con Finotto e Facetti e la McLaren F1 GTR. 
Il primo trionfo nella 24 h. più famosa del mondo arriva nel 2000 con l’Audi R8, con la quale vince anche la 12 Ore di Sebring. Nel 2001 rivince la 24 Ore di Le Mans e si aggiudica il campionato American Le Mans Series. Nel 2002 chiude il tris, è terzo dal 2003 al 2005,anno nel quale s’impone ancora nel campionato American Le Mans Series.
 Nel 2006 l’Audi ritorna ufficialmente con la nuova R10, ed Emanuele guida ancora l’equipaggio vincente.
 La storia si ripete nel 2007 quando, oltre a Le Mans, è ancora primo nella 12 Ore di Sebring.
L’edizione 2008 di Le Mans è meno fortunata (6° posto). Chiude la stagione con la pole position ed il secondo posto a Lacuna Seca e nella classifica finale dell’ALM.
Per gli appassionati del motore è davvero un appuntamento imperdibile.
Per prenotazioni (da effettuare entro e non oltre martedì 2 Febbraio) chiamare il n. 0763/316236 in orario 9.00/13.00 – 15.00/19.00

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *