La Poggino Salumi chiude al primo posto la Regular Season

Questo articolo è stato letto 2685 volte

Nella pericolosa trasferta in terra siciliana, la Poggino Salumi batte, non senza affanno, la temibile compagine del CUS Messina e chiude la regolar season classificandosi al primo posto del proprio girone nel campionato nazionale di serie B.
Nella prima partita la squadra viterbese parte un po’ in sordina. Le mazze dei ragazzi di mister Massini non tuonano come nelle gare più recenti e l’incontro si mantiene per una buona metà su uno striminzito 2-0 a loro favore.
Sul monte di lancio Ciampelli si destreggia a dovere e non consente molto all’attacco avversario.
Rimarrà sul monte per ben otto inning, rilevato al nono da Calandrelli per la chiusura definitiva dell’incontro.
Sempre con il risultato in bilico, la gara si sblocca sul finale, dove finalmente le mazze viterbese si scaldano a dovere e cominciano a realizzare le valide che porteranno al punteggio finale di 8-3 a favore della Poggino Salumi.
I secondo incontro è una vera e continua sofferenza. Fanali è il lanciatore partente e si fa ben valere sul monte di lancio, ma altrettanto fa il lanciatore avversario. E’ una battaglia tra i due lanciatori, che non danno il minimo spazio agli attacchi avversari.
La Poggino Salumi rimane sul punteggio di 2-0 a suo favore per quasi metà gara: troppo poco.
Infatti viene rimontata dal Messina che pareggia e successivamente riviene superata dal Viterbo.
Con un punteggio di 3-2 per la Poggino Salumi si giunge alla chiusura del nono e ultimo inning, con il Messina teso a recuperare il punto di svantaggio e il Viterbo impegnato in una strenua difesa che lo vedrebbe finire al primo posto della classifica del proprio girone.
Ed è così che finisce. La Poggino Salumi si aggiudica, anche se a fatica, le ultime due gare del campionato e si appresta ad affrontare gli spareggi per aggiudicarsi un posto nel campionato di serie A2.
La squadra di Massini chiude con 24 vittorie e solo 4 sconfitte. Credo che meglio di così non si poteva fare.
Bravi ragazzi!!

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *