lunedì, Marzo 4contatti +39 3534242011
Shadow

Oltre Orvieto: coach Marco Guerriero

L’intervista del venerdi di OrvietoSport.it

Debutto stagionale domani 3 ottobre per il Basilia Potenza in B Ecc. Sulla panchina del team lucano, un orvietano, a cui va il nostro grandissimo “in bocca al lupo”, Marco Guerriero.

Chi è Marco Guerriero?
Sono un coach professionista da diversi anni che gira l’Italia, che da anni si aggiorna fecando stage e allenando d’estate in vari tornei, come quest’estate alla Summer league U22 vinta contro l’Italia U23 e la Summer league di Sant’Antimo di serie B e C vinta, poi la settimana fatta con varie nazionali a Trento. Il basket è la mia vita. L’anno passato è stato un “anno sabatico forzato” ma il basket nella mia annata non è certo mancato. Ho girato tantissimo, visto moltissime partite tra maschile e femminile, facendo tanti clinic e andando a vedere allenamenti di squadre importanti. I miei obbiettivi sono principalmente migliorarsi, sempre, crescere e fare altre e importanti esperienze.

Parlaci della tua carriera di coach … Da dove vieni e dove vuoi andare?
La mia carriera? Non guardo mai indietro. Ho allenato in piazze importanti di C1 e C2, anche nel femminile, oltre alla bellissima esperienza a Siena. Esperienze alcune belle e positive altre meno, ma questo è nella vita e nel Dna di un allenatore professionista che non rimane attaccato a casa ma si mette sempre in discussione e prende squadre spesso difficili, in situazioni difficili, ma tutto questo costruisce l’esperienza e quando ti impegni e fai un lavoro importante ne esci sempre a testa alta. Conosco tanti giocatori, allenatori famosi, procuratori di grido, società, in questi anni ho riscontrato tanta stima da parte di tutti … sono poche le persone che non mi ritengono all’altezza e non mi considerano.. e dispiace quando… lasciamo stare non voglio aprire polemiche o discussioni … in fondo ognuno ha il diritto di pensare come vuole! Da dove vengo? Cestisticamente da tante esperienze e da le lunghe estati ai corsi Fip a Bormio fino al Corso Allenatore Nazionali del 2000/01 e dalla formazione sul campo, dai consigli di diversi bravi allenatori che non sto a nominare per non dimenticare nessuno! Dove voglio arrivare? Sicuramente lontano, non mi voglio fermare, ho tanti obbiettivi, l’estero, arrivare ad allenare in categorie importanti … quindi non mi fermo. Non devo dimostare nulla a nessuno, come qualcuno pensa, ma vorrei togliermi qualche soddisfazione e qualche sassolino dalle scarpe a partire da Potenza!

Potenza. Parlaci di questa nuova esperienza che ti ha portato lontano da casa
Potenza è una piazza di sport e si mangia pane e basket. Ci sono una A dilettanti e una B dilettanti … tre squadre di B di volley tra maschile e femminile e una C1 di calcio. La Basilia Basket è inserita in questo contesto, una società di basket femminile con una tradizione importante che vuole scrivere una bella storia anche lei nel panorama sportivo lucano. Quando il Ds Muliere e la presidente Pecoriello mi hanno contattato e voluto fortemente, ho accettato. Abbiamo costruito una buona squadra, competitiva. Un mix di giovani interessanti Monica Imperiale, Ele Petrazzuoli, Flavia Carluccio, Giorgia De Luca, Ludovica Stamegna, Lorena Toscano, Flavia Marino, giocatrici che vanno dal 86 al 92, e delle terribili “vecchiette” di grande esperienza fatta in A1 e A2 come Sanza, Aurigemma e Crovatto. Obiettivi? Fare bene. Cercheremo di regalare una bella pallacanestro e di far bene nelle POULE PROMOZIONE e poi vedremo .. e chissà…

E del basket orvietano che ne pensi?
Beh intanto mi congratulo con l’Azzurra per la promozione e per la splendida prima gara in A2 dove hanno battuto la finalista dello scorso anno, la Sma Ancona, con personalità e forza. Sono contento e spero che tengano con soddisfazione la serie A ad Orvieto. Faccio il mio augurio di buon lavoro ad Andrea Brandoni, debuttante in campionato nazionale di C1, nell’Orvieto Basket.

Parliamo della situazione degli impianti dedicati al basket orvietano, nota dolente …
Sugli impianti posso dire che da anni si discute di questa materia. E’ davanti agli occhi di tutti che servirebbe un nuovo palasport e che darebbe al basket orvietano respiro oltre che riportarlo dalla splendida Porano di nuovo nella città del Duomo. C’erano tanti progetti ma ci sono state troppe chiacchiere, credo che ora servano i fatti.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com