martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

38a edizione della “Cronoscalata della Castellana”, sabato 8 e domenica 9 maggio un week end tutto adrenalina e motori

E’ tutto pronto per l’edizione numero 38 della “Cronoscalata della Castellana”, affascinante prova in salita dedicata alle auto storiche. Anche quest’anno il fascino della competizione ha richiamato moltissimi piloti e team affezionati estimatori del circuito orvietano sono infatti più di 130 le iscrizioni pervenuti alla “Associazione della Castellana” che da sempre ne cura con perfetta efficienza l’organizzazione. Un primo, ottimo riscontro, per l’Associazione, che festeggia, proprio quest’anno, i 40 anni di vita.

A competere, nella terza prova di Campionato Italiano, saranno su strada i migliori specialisti delle auto storiche, con qualche “interessante intrusione” di piloti assidui frequentatori delle cronoscalate per auto moderne. Qualificata, non troppo numerosa, ma, veramente speciale, la rappresentanza di piloti locali. I capelli grigi non hanno intaccato le qualità velocistiche di Giuliano Cenci, “Pallino” per gli amici, pronto a mettere il muso della sua BMW 2002 davanti a quello di quattro consorelle della vettura tedesca. Marco Passero, dopo l’esperienza a ruote scoperte, nella gara per le moderne, cercherà di portare la Fiat 128 più in alto possibile nella classifica di raggruppamento.

Lo stesso obiettivo che si propone Luciano Posti, insidiato dal pilota siciliano Reina, in una classe, la SN 700, molto competitiva. Sotto pressione Massimo Vezzosi, il quale, a bordo di una Lotus Cortina, parte con il ruolo di grande favorito per la vittoria nel primo raggruppamento dopo aver scoperto le carte con i successi nelle due cronoscalate di apertura.

E nella edizione 2010 non manca una simpatica nota di colore. Mistero fitto, infatti, circa l’identità del pilota celata con lo pseudonimo di “Nino“. Sembrerebbe trattarsi di un commerciante orvietano molto conosciuto, frequentatore di tutte le manifestazioni di prestigio anche internazionale, non solo “corsaiole”, che hanno quali protagoniste le auto storiche. Quel che si sa per certo è che “Nino” sarà a bordo della sua Fiat 1100 C Ala d’Oro, che, grazie ad un rapporto peso-potenza più che buono e alle finiture che la rendono veramente unica, rappresenta una vera chicca per gli occhi degli appassionati. Appassionati che potranno anche ammirare le performance di Stefano di Fulvio, il pilota abruzzese che torna per vincere, dopo l’exploit della passata edizione, sempre al volante di una Osella PA9 (nella foto vincitore della edizione 2009). Per il ruolo di outsider si fanno preferire Umberto Bonucci e Giuliano Peroni, anch’essi con una Osella.

L’appuntamento per una due giorni motoristica di assoluto prestigio è per sabato 8 maggio, alle 14.30, ora d’inizio delle prove ufficiali. A seguire la gara, domenica 9 con partenza alle 10.30 ad ingresso gratuito. La cena di gala, in onore di piloti e sponsor, è ospitata, quest’anno, nella splendida cornice del “Palazzo del Gusto” – Chiostro di San Giovanni.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com