sabato, Aprile 13contatti +39 3534242011
Shadow

L’Orvietana cede di misura (1-2)

Primo tempo da brividi, difesa inguardabile e centrocampo poco folto, nella ripresa ci vogliono invece 5 super parate dell’estremo ospite per negare il pareggio all’Orvietana. Marini chiede rinforzi in mediana, si riapre la pista Chiasso?

Che il Montevarchi sia una sorta di bestia nera dell’Orvietana lo si sapeva, al Muzi ha sempre raccolto punti e spesso l’intera posta in palio, nel primo tempo sembrava addirittura di assistere alla gara dello scorso anno quando nel giro di pochi minuti gli aretini avevano già risolto a proprio favore la gara. Ma stavolta, dopo gli errori dei padroni di casa nel primo tempo, c’è voluto un super Marinelli agli ospiti per portare a casa i tre punti. Ma alla prima di campionato più che analizzare la giustezza o meno di un risultato, difficile da stabilire visto quanto accaduto nei due tempi, è la condizione generale della squadra e il suo gioco che devono essere valutati, per far punti c’è sempre tempo. E per quanto visto nella prima frazione, ha lasciato più di un dubbio il gioco a centrocampo. Con due esterni non sempre pronti a rientrare, un Pepe più volte in difficoltà, è il solo Ingrosso, migliore tra i suoi, che deve reggere tutta la baracca, troppo poco. La coperta si scopre corta, spesso si aprono voragini in linea mediana dove Caligiuri, Gai e De Rosa si ritrovano troppo padroni della situazione. A volte sembra che Marini non abbia tutti gli uomini giusti per sostenere questo tipo di modulo tattico, se poi dovesse venire a mancare una domenica un Rovella o un Ingrosso ecco che i guai sarebbero ancora più seri, ma il tecnico non ha alcuna intenzione di variare i propri schemi indipendentemente dagli uomini a disposizione. La presenza di Chiasso in tribuna non sarà stata casuale, in quella zona del campo sempre più consistenza.

Eppure alla fine, tornando al risultato, l’Orvietana è stata punita per altro, per imbarazzanti disattenzioni su palle inattive e per  almeno cinque parate strepitose di un Marinelli che ha detto di no nel primo tempo a Famiano, poi per due volte a Rovella, quindi a Frizzi e nel recupero anche a Moneti. In settimana avevano preoccupato le condizioni di Famiano e Nuccioni, ma Marini decide di mandarli in campo lo stesso sebbene non siano al meglio, fuori per infortunio Muccifori, in  difesa a sinistra si rivede Frizzi. Nel Montevarchi manca il bomber Foglia e anche il suo naturale sostituto Pozzebon. Volpi, contrariamente al suo collega, abbandona il suo classico schieramento e posiziona Caligiuri più avanzato. Neanche tre minuti e sul primo corner si sblocca la gara: De Rosa scodella al centro, Vitale tocca quanto basta per far giungere la palla dalle parti di Frijo salito dalla difesa e dimenticato da tutti: troppo facile. L’Orvietana accusa il colpo e nel giro di pochi minuti la difesa va in tilt un altro paio di volte, in un caso ci pensa Pasquini a risolvere. Col passare del tempo i padroni di casa provano a reagire, collezionando corner e provando a spaventare con Rovella e Famiano. Ma al secondo angolo concesso, dopo il primo che era stato già fatale, ci vuole un doppio miracolo di Pasquini su Raso e Caligiuri da distanza ravvicinata per evitare il raddoppio che invece si concretizza sul successivo angolo, stavolta è Di Gioacchino a ritrovarsi libero di saltare e insaccare di testa. La reazione è scomposta, tutti in attacco, nessun biancorosso nella propria metà campo e il duo Raso, Caligiuri non riescono in contropiede a decidere chi deve buttarla dentro. Nel recupero Famiano chiama al primo miracolo su punizione Marinelli. La ripresa è un’altra partita. Ingrosso da oltre venti metri riapre subito i giochi sfruttando anche l’unica disattenzione del portiere ospite, poi nel Montevarchi esce Frijo per infortunio e Marini inserisce Vallefuoco per un Nuccioni che non sembrava lui. Ma il finale è tutto biancorosso con quattro occasionissime sventate da Marinelli: l’asse Ingrosso Rovella permette all’attaccante di trovarsi per due volte a tu per tu col portiere, sempre decisivo, quindi i tiri dalla distanza dei giovanissimi Frizzi e Moneti che sarebbero stati vincenti, se il numero uno montevarchino non si fosse di nuovo fatto apprezzare per parate quasi impossibili.

Si conclude così una prima giornata ricca di sorprese, nessuna umbra ha vinto, nemmeno le favoritissime Perugia e Castel Rigone, domenica i biancorossi saranno ad Arezzo, poi il derby interno contro il Todi. Chissà se nel frattempo Marini avrà avuto l’occasione di rinfoltire ulteriormente la rosa, il mercato chiude la settimana prossima.

Interviste

Matteo Porcari – DS Orvietana

Tommaso Volpi – allenatore Montevarchi

Luciano Marini – allenatore Orvietana

ORVIETANA – MONTEVARCHI 1-2

ORVIETANA (4-2-3-1): Pasquini; Mvuemba, Nuccioni (18’st Vallefuoco), Ciccone, Frizzi; Pepe, Ingrosso; Palumbo (34’st Moneti), Famiano (20’st D’Accardio), Rovella; Maniero. A disp.: Manzotti, Proietti, Fattorini, Pecchi. All.: Marini.

MONTEVARCHI (4-3-3): Marinelli; Rossi (26’st Betti), Roma, Frijo (5’st Lovari), Santu; Di Gioacchino, De Rosa, Gai; Vitale(10’st Fontanelli), Raso, Caligiuri. A disp.: Giorgi, Stefanelli, Faccenna, Carrozza. All.: Volpi.

ARBITRO: De Pasquale di Marsala (Barbetta e Petrillo di Albano Laziale).

MARCATORI: 3’pt Frijo (M), 40’pt Di Gioacchino (M), 3’st Ingrosso (O).

NOTE: Spettatori circa 400, ammoniti: Frizzi, Pepe e Famiano (O). Angoli: 15-7 per l’Orvietana, recupero: pt:2’, st: 5’.

Orvietana – Montevarchi 1-2

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

5 Comments

  • orvietano

    Caro tifoso, me sa che non sei tanto tifoso… anzi me sa che tifi contro te! possibile dopo solo una partita già stai a criticà così? certo anche a leggere i giudizi della stampa (a proposito bella l’iniziativa del pagellone che ha pubblicato questo sito, molto interessante!)ci so diverse cose da mettere a posto però cavolo ce sarà tempo no?

  • luciano

    Se il 1 tempo doveva finire 5-0 per il Montevarchi, il secondo doveva finire 5-0 per l’Orvietana… che c’entra Porcari? se il budget a disposizione è un decimo di quello del Perugia un sesto di quello del Castel Rigone o della Pianese e la metà di quello del Civita Castellana che poteano fare porcari e compagni, con che li compravano i giocatori? ah a proposito de tutte ste squadre spendaccione non ha vinto nessuna domenica scorsa!

  • tifoso orvietano

    Direttore sportivo sig. Matteo Porcari il primo tempo doveva finire 5a0 per il montevarchi,solo Ciccone manteneva la difesa,a centrocampo manteneva solo ingrosso,in attacco nessuno è sceso in campo facevano la comparsa delle belle statuine…ci chiediamo noi tifosi orvietani se tra le novità di quest’anno dell’orvietana c’è anche la retrocessione,se cosi fosse allora sei partito bene nel tuo ruolo di direttore mi sa che si continua cosi a dicembre qualcuno dovra lasciare il posto.
    TANTISSIMI AUGURONI

  • Marco Gobbino

    E’ stato osservato un minuto di silenzio per ricordare la memoria di Vittorio prima del via della partita, in effetti la triste perdita non è stata ricordata negli articoli del lunedì, sebbene in qualche quotidiano la notizia sia apparsa i giorni immediatamente successivi al triste evento. Anche sul sito ufficiale dell’Orvietana non compare nulla, ma il presidente Paci in un’intervista televisiva proprio alla vigilia della gara ha ricordato l’indimenticabile “Sostacchina”, un vero e proprio pezzo di storia biancorossa.

  • CountdowN

    Non ero allo stadio, perciò posso dire una inesattezza, però nessun giornale online e neppure questa testata hanno ricordato il “grande” Vittorio Trequattrini alias SOSTACCHINA, morto nei giorni scorsi. Spero che almeno l’USO l’abbia fatto in qualche maniera, testimoniando così la grande passione e l’attaccamento ai colori biancorossi di Vittorio, nel corso degli anni accompagnatore, dirigente e perfino vice-presidente del Sodalizio.
    So’ che una onorificenza postuma a poco serve, però ai noi amici e tifosi dell’Orvietana sarebbe piaciuto che Vittorio fosse quantomeno ricordato.
    E’ tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com