domenica, Aprile 14contatti +39 3534242011
Shadow

La Libertas Orvieto si gioca un posto nella storia: al Muzi si disputa la finale A1 dei Campionati Italiani di Società

È veramente tutto pronto al “L.Muzi” per un appuntamento davvero imperdibile, ovvero la finale A1 del campionato italiano di società che vedrà l’arrivo nella nostra città di oltre 1000 atleti, come già ricordato nel recente incontro istituzionale presso la Sala Conferenze della regione Umbria. E l’evento rappresenta di per sé un appuntamento storico per la Libertas Orvieto, società organizzatrice della manifestazione, al via con la formazione assoluta maschile che, per la prima volta si è qualificata ad una finale di questo livello e, visto il livello tecnico, cercherà di opporsi alle grandi corazzate presenti decise a conquistare un posto al sole. Ricordiamo infatti che le prime due squadre si guadagnano il diritto alla finale Argento del 2011 che vuol dire essere tra le prime 24 società d’Italia.

In ogni caso livello di questa finale è davvero altissimo con molti atleti che hanno già vestito la maglia azzurra in occasione di manifestazioni internazionali. Occhio soprattutto ai giovani, dato che nella velocità, 100 e 200, vanno sui blocchi di partenza due azzurrini classe 1993: la toscana Anna Bongiorni (CUS Pisa Atletica Cascina), protagonista ai Trials Europei di Mosca e poi bronzo con la staffetta del Vecchio Continente all’Olimpiade Giovanile di Singapore, e Luca Valbonesi (Atl. Imola Sacmi), anche lui in Nazionale per l’appuntamento a Cinque Cerchi e capace quest’anno di 21.53 nei 200. Proprio su questa distanza per la Finale dei Societari sarà affiancato – oltre che dal nigeriano Musa Deji (Pol. APB) con il miglior accredito sui 100 (10.50) – dal compagno di squadra Luca Galletti, il carabiniere azzurro della 4×400 a Barcellona che poi si cimenterà anche nel giro di pista. Qui si confronterà con il giovane albanese Eusebio Haliti, junior della Rocco Scotellaro Matera, iscritto anche nei 400hs. Sulle barriere alte sarà, quindi la volta dell’esperto finanziere Andrea Alterio, schierato con la maglia dell’Atl. Udinese Malignani.

Nei salti, il lunghista Camillo Kaborè (CUS dei Laghi – Atl. Varese) e un campione di sempre come il triplista, iridato indoor di Lisbona 2001, Paolo Camossi che non farà mancare l’apporto di punti e di esperienza del suo hop-step-jump alla causa della Brugnera Friulintagli. I lanci presentano, invece, il martellista Lorenzo Povegliano (Udinese/Carabinieri), 73,84 in stagione, e il discobolo di casa Diego Centi (Libertas Orvieto). “Soltanto” 10.000 metri, quindi, per il cinquantista azzurro della marcia Diego Cafagna (Udinese Malignani/Carabinieri) al via con lo junior pugliese Massimo Stano (Aden Exprivia Molfetta). Passando alle gare femminili, l’azzurra Daniela Reina (Fiamme Azzurre) si prepara ad un doppio impegno in pista, 400 e 800, per sostenere il suo club di provenienza l’Atletica Avis Macerata. Altrettanto farà nel mezzofondo Emma Quaglia, iscritta su 5000 e 3000 siepi per il CUS Genova, stessa squadra della saltatrice Elisa Demaria, l’atleta da battere nel lungo di cui è capolista stagionale con 6,45. Da seguire anche la giovane martellista toscana Elisa Magni (Atl. Livorno), 19 anni e un settimo posto ai Mondiali under 20 di Moncton. Nella marcia, infine, tocca alla promessa Nicoletta Dell’Aquila (Atletica Locorotondo).

Nonostante questi grandi campioni presenti, anche la Libertas Orvieto cercherà di fare la sua parte, l’obiettivo dichiarato alla vigilia è quello di riuscire a rimanere nella categoria visto che comunque contro ci sono città molto più grandi vedi Udine, Molfetta, Palermo, Imola in grado di disporre di grandi corazzate. Ma senza dubbio la squadra messa in campo dal presidente Moscatelli, da sempre icona dell’atletica e dello sport orvietano, ha comunque tante frecce importanti nel suo arco e soprattutto un grandissimo gruppo fatto da atleti forti e si sono impegnati con costanza e impegno per raggiungere questo importante traguardo, già di per sé storico per l’intera città. Si spera che tanta gente possa affollare le tribune del Muzi, già gremite con la sola presenza di oltre 1000 atleti partecipanti, per spingere gli atleti di casa verso grandi risultati e per vedere campioni veri all’opera. La Libertas sta facendo tanto per lo sport e per la città, e c’è da sperare che tutti facciano la loro parte, sostenitori, istituzioni e sponsor, perché il suo progetto è vincente e perché questo possa essere solo il punto di partenza per sempre più importanti risultati.

L’appuntamento è per le ore 14.30 per l’inizio di un pomeriggio di grandi emozioni…

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com