martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

Se la città non va da Azzurra, Azzurra va in città e poi vince

La Azzurra Ceprini mette in tasca la seconda vittoria stagionale davanti ad un pubblico finalmente numeroso.

E’ questo il simpatico piano che il club orvietano ha deciso di mettere in campo per vincere la battaglia forse più grande: riportare gli orvietani a vedere il basket rosa. Capitanata dal general manager Paolo Egidi e supportate dai tecnici Angelo Bondi e Andrea Baleani, le cestiste della Azzurra Ceprini si sono date appuntamento del cuore della città, in Piazza Gualterio e da lì sono partite per un tour in mezzo alla gente per le vie della città, in pieno centro storico, di sabato mattina. Ad attenderle in piazza anche l’assessore allo sport del comune di Orvieto, Roberta Tardani che con loro si è fatta fotografare e con loro ha scambiato qualche battuta.

“Azzurra è patrimonio della città, – dice un Paolo Egidi per una volta lontano dal parquet che lo vede da sempre impegnatissimo, – un patrimonio che la città deve rivalutare e riscoprire. Siamo in serie A2, portiamo in giro per l’Italia il nome di questa città di cui ci sentiamo parte sempre più attiva. Oggi abbiamo voluto portare la squadra felicemente a passeggio per Orvieto, distribuiremo un volantino che ci racconta e inviteremo tutti a venire a vedere il nostro appassionante basket.”

E la gara vista al PalaPorano ha dimostrato che Azzurra quando gioca a basket è un avversario duro da sconfiggere.
E’ finita 58-37 sulle romane del College Italia non senza aver patito un po’ e non senza aver temuto il peggio. Vittoria non liscia ma ugualmente importante per il team di Bondi oggi alle prese con le prime assenze delle sue ragazze.

Inizia veloce Azzurra e prende immediatamente il largo chiudendo la frazione con un eloquente 20-2. Frastornate le romane da tanto divario e imprendibili le orvietane che fanno il bello e cattivo tempo dalle parti della difesa College incapace di chiudere a dovere. Ma Azzurra commette il grave errore di sedersi, smette di mordere, e nel secondo quarto il College riacchiappa le orvietane che forse troppo presto avevano piantato la bandiera bianco-azzurra sul match.

Complice una rotazione forse non troppo felice per Bondi, – oggi alle prese con assenze pesanti, – le romane riprendono fiato ma sopratutto punti e chiudono la frazione a 26-20, riaprendo, di fatto, la gara non tanto per le loro ritrovate qualità ai tiri quanto per l’assoluta assenza di schema delle orvietane.

Il riposo lungo è servito alle padrone di casa per riorganizzare mente e gioco e di ritorno dallo spogliatoio fanno dimentare un secondo quarto shock decisamente da vendicare. Bondi manda in campo un quintetto più aggressivo con Ratti, Scopigno, Yordanova (oggi non è sembrata al massimo la giocatrice bulagara), Tripalo, e Spirito (per lei una gara da incorniciare sotto tutti i punti i vista). Tornano a muoversi i meccanismi in perfetto stile Bondi e tornano i punti a tabellone. Tripalo e Spirito si rendono protagoniste di ottime giocate, – anche una tripla per Spirito, – e la squadra riprende coraggio iniziando, forse per la prima volta nella gara, a credere nelle proprie potenzialità oggettivamente migliori delle romane.  A meno di 1′ dal fischio di frazione le orvietane possono dire di aver compiuto il riscatto anche se Bondi è costretto a cambi inusuali e tattiche di emergenza come la presenza in campo contemporanea di Ratti e Consoli e lo spostamento a play di Yordanova.

Si riparte per l’ultima fatica dell’ultima frazione e Bondi non cambia nulla. Ratti, Scopigno, Consoli, Yordanova e Spirito danno inizio alle ostilità. Coach Campobasso risponde con Dotto, Terenzi, Di Costanzo, Reggiani e Mandelli. Ottime giocate per il team di casa prima con un applauditissimo scambio Tripalo-Yordanova e poi con la bulgara a offrire a Consoli. Terenzi si piazza su Ratti ma il divario tra le due è incolmabile e la romana non può far altro che entrare fallosamente sulla bianco-azzurra che però non insacca dalla lunetta (giornata storta per i tiri liberi orvietani, oggi). Azzurra vola alto e piazza un break stratosferico di +21. A metà gara Scopigno, già gravata di 4 falli, sbaglia e piazza il quinto, situazione che accompagna la giocatrice direttamente in panchina. Bondi allora, con il risultato pressoché in tasca, ma stavolta sul serio, da spazio alla giovanissima Debora Fioretti. Roma accorcia il gap di punti e il tabellone sale per poi fissarsi sulla sirena finale a 58-37.

In generale una non splendida gara per le orvietane che hanno rischiato di finire sotto nel secondo quarto ad opera di una squadra non certo alla loro altezza. L’Azzurra vista in campo ha dimostrato che quando vuole sa imporre il proprio gioco e prendere il largo con un piglio degno della categoria in cui è chiamata a dire la propria. Il livello visto è sembrato buono, forse da rivedere qualche assetto che non ha convinto del tutto ma coach Bondi non ha bisogno di consigli e saprà rimettere in sesto il team per le prossime gare. Prossime gare che vedono Azzurra fuori casa per due turni, domenica 17 trasferta difficilissima in quel di Alcamo compagine favoritissima per il grande salto e a seguire sabato 23 a Rende. Si torna al PalaPorano domenica 31 ottobre per ospitare l’Ancona.

Azzurra Ceprini Orvieto – College Italia: 58 – 37
(20-2)  (26-20)  (44-28)  (58-37)

Azzurra Ceprini Orvieto: Scopigno 14, Piozzi, Scoscia,Fioretti, Consoli 6, Tripalo 5, Yordanova 14, Laffi, Ratti 11, Spirito 8. All. Angelo Bondi

College Italia : Reggiani 4, Dotto C. 5, Mandelli 5, Ferretti 4, Melchiori 2, Marroni 9, Zizola 4, Meroni, Di Costanzo, Terenzi 4. All. Stella Campobasso

Note: esce per 5 falli Scopigno al 6′ 4t, Azzurra T.l. 13/21 62%, College T.l. 13/15 87%

Arbitri: Binda – Pepponi

2a giornata andata

Passalacqua Spedizioni Ragusa Risorseimmobiliari.it La Spezia 62-51
Il Fotoamatore Firenze Ants Viterbo 58-67
Calabra Maceri Rende Gea Magazzini Alcamo 36-89
Ciplast Battipaglia Termocarispe La Spezia 65-70
RomaSistemi So.Se.Pharm Pomezia Consum.it Siena 32-39
Ceprini Costruzioni Orvieto College Italia 58-37
Ancona Basket C.U.S. Chieti

Classifica

A2 Gir. Sud Regular Season
Classifica Pun PG V P
1. Gea Magazzini Alcamo 4 2 2 0
2. Consum.it Siena 4 2 2 0
3. Ceprini Costruzioni Orvieto 4 2 2 0
4. Termocarispe La Spezia 4 2 2 0
5. Ants Viterbo 4 2 2 0
6. Saces Napoli 2 1 1 0
7. Passalacqua Spedizioni Ragusa 2 2 1 1
8. Il Fotoamatore Firenze 2 2 1 1
9. C.U.S. Chieti 0 1 0 1
10. Risorseimmobiliari.it La Spezia 0 1 0 1
11. Ancona Basket 0 1 0 1
12. Ciplast Battipaglia 0 2 0 2
13. RomaSistemi So.Se.Pharm Pomezia 0 2 0 2
14. College Italia 0 2 0 2
15. Calabra Maceri Rende 0 2 0 2

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com