martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

La Legnami Paolo Orvieto Libertas Pallavolo “riapre il paracadute”: esame superato e bottino pieno a Siena

Fare punti sarebbe stato già un buon risultato, guadagnarne tre, alla fine, si è rivelato ancora più importante; ciò che contava, comunque, per la Legnami Paolo Orvieto Libertas Pallavolo era ritrovare se stessa: missione compiuta perché, dopo due intense ore di gioco, la compagine della rupe è riuscita a tornare alla vittoria espugnando il campo del Bassilichi Cus Siena per 3-1 aggiudicandosi un confronto fondamentale in chiave salvezza.

La voglia degli orvietani di riscattarsi dal trend negativo di tre sconfitte di fila si percepisce sin dall’inizio: L. Pasquini e Vergoni sono abili a finalizzare palloni e lo score segna subito il 7-3; sono poi Bastianini ed ancora Vergoni ad insistere, ma Siena controbatte al centro con Lenzi e Russo rifacendosi sotto sino al -1 (10-9); Orvieto, comunque, sfruttando anche una serie di errori avversari allunga nuovamente (15-12); i cussini, però, non ci stanno e con Belli e Russo piazzano un break di +4 firmando il sorpasso (16-15); Bastianini, Bittoni e Chiappini spingono un’altra volta i gialloblu in avanti (21-18), tuttavia i padroni di casa riescono ad impattare sul 22-22 grazie a D’Elia e Scortecci: la parità continuerà fino a raggiungere i vantaggi dove a spuntarla sarà la Legnami Paolo con i sigilli decisivi di Bittoni e capitan A. Pasquini in un 29-27 al cardiopalma.

Il secondo parziale si apre sulla falsariga del finale precedente: Bastianini e L. Pasquini da un lato, Concepito, Belli e Scortecci dall’altro mantengono la situazione in sostanziale equilibrio (7-6 per gli universitari); il Cus, quindi, grazie al solito Belli e ad alcuni errori gratuiti ospiti riesce ad andare sul 12-8; gli uomini del duo Ercolani – Carotta cercano di non desistere, ma Siena scappa (15-10): lo strappo risulterà decisivo e non verrà mai ricucito con la compagine orvietana costretta sempre a rincorrere (19-15, 22-17) e ad arrendersi poi sul 25-20.

Nel terzo set (quasi sempre decisivo sul punteggio di 1-1) Orvieto sfodera una prova maiuscola, da vera squadra: Bittoni, Chiappini e L. Pasquini firmano immediatamente il 7-3; il team di coach Della Volpe accusa il colpo e la Legnami Paolo continua a macinare punti con lo stesso Bittoni e con Bastianini (13-6); i padroni di casa tentano di rimanere a galla con Concepito ed un coriaceo Belli, ma un cartellino giallo a loro sfavore e gli affondi di L. Pasquini e Chiappini, uniti alle belle difese del libero Morleschi, fanno volare la compagine della rupe (17-9); Vergoni e Bittoni proseguono nell’opera con i senesi, ormai frastornati e davvero troppo confusi, costretti ad alzare bandiera bianca su un 25-12 che si commenta da solo.

Anche la quarta frazione nei suoi scambi iniziali appare stabilirsi sulla parità: A. Pasquini, Bittoni e Vergoni mettono a terra punti, tuttavia D’Elia e compagni rispondono presente (8-8); è comunque il Bassilichi, nonostante un super Bittoni, ad ingranare con Belli, Scortecci e Concepito portandosi in vantaggio prima sull’11-8 e poi pericolosamente 14-9 e 16-11; Orvieto, però, con una grande reazione scaccia lo spettro di un potenziale tie-break e, rimettendosi in carreggiata grazie ad i muri di Vergoni, agli aces di Chiappini e Bastianini ed agli attacchi di L. Pasquini, effettua il controsorpasso (18-17); l’equilibrio, dunque, torna ancora a farla da padrone, ma stavolta sino al 21-21: a risentire della situazione, infatti, sarà Siena la quale, sebbene Belli non ne voglia proprio sapere di gettare la spugna, non riuscirà più a sostenere, soprattutto a livello di “nervi”, il peso del gioco (prenderà infatti un altro giallo sul 23-21) capitolando definitivamente sul 25-22.

Gara, dunque, che ha visto la squadra del presidente Alessandro Caiello disputare una buona prova specialmente nei fondamentali che nelle ultime uscite erano venuti meno; finalmente si è rivisto il valore di questo gruppo: motivazione, grinta, voglia di fare e spessore tecnico hanno permesso di lottare su ogni pallone anche quelli più difficili. Di sicuro c’è ancora da migliorare, ma era fondamentale riprendere la giusta rotta e, come già sottolineato, la consapevolezza dei propri mezzi.

Per quanto riguarda poi la classifica, al momento, si è lasciata alle spalle la cosiddetta “zona calda” (Orvieto è ora a quota 15 punti): bisognerà, tuttavia, cercare di dare da qui in avanti il massimo per ottenere continuità di risultati sfruttando soprattutto la frequenza dei turni casalinghi; e l’opportunità di proseguire in questa direzione potrà esserci già dalla prossima giornata quando A. Pasquini e compagni ospiteranno fra le mura amiche l’Opem Audax Parma, formazione anch’essa in lotta per la salvezza. Altro match ostico che dovrà essere affrontato nella maniera giusta e con la dovuta concentrazione.

Appuntamento, quindi, per sabato 19 febbraio alle ore 21,15 presso il Palazzetto dello Sport di Ciconia.

Tabellini:

Bassilichi Cus Siena – Legnami Paolo Orvieto Libertas Pallavolo

1-3 (27-29; 25-20; 12-25; 22-25)

Legnami Paolo Orvieto Libertas Pallavolo: Bastianini 15, Bittoni 20, Chiappini 6, Ciangottini, Graziani, Pasquini A. 6, Pasquini L. 9, Picchio, Rubini, Servettini, Vergoni 12, Morleschi (L). All. Ercolani, V. All. Carotta

Bassilichi Cus Siena: Ancilli, Benedettelli, Lenzi 7, Concepito 9, Salzotti 1, Castellani (L), Di Cocco, Belli 21, D’Elia 3, Castagnini, Russo 5, Scortecci 11. All. Della Volpe, V. All. Mattafirri.

Arbitri: Salvati e Battisti

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

6 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com