martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

Per Azzurra, sconfitta a Ragusa, cala il sipario sulla stagione 2010/2011

Finisce al PalaMinardi di Ragusa la stagione 2010/2011 della Ceprini Costruzioni Orvieto. In semifinale contro il Cus Chieti, va il Ragusa, vincitore in gara tre al termine di una gara combattuta, intensa, con le due squadre in grande equilibrio. Azzurra saluta quindi il campionato e va in vacanza dopo una stagione da oscar con 40 punti realizzati in regular season e tante gare giocate a grande livello. Va dunque in archivio la stagione 2010/2011, bella e positiva ma anche costellata da tante difficoltà: i gravi infortuni di Capolicchio e Spirito che hanno costretto le due cestiste a chiudere anzitempo la stagione; il momento tristissimo che ha visto tutto il gruppo intorno a Bea Consoli. Intorno i tanti infortuni, gli alti e bassi, le giornate no, e le vittorie da incorniciare. Grande merito a Angelo Bondi per aver condotto a simili livelli un gruppo che a settembre si era profondamente rinnovato e che aveva bisogno di costruirsi un futuro. Un futuro che Azzurra ha saputo magistralmente pianificare e che ora, immaginiamo dopo un po’ di meritato riposo, sarà pronta a dispiegare di nuovo alla ricerca di sempre maggiori soddisfazioni.

Quanto alla gara ci affidiamo al commento dei colleghi de “Il Giornale di Ragusa” che ci hanno gentilmente concesso la cronaca della partita:

Il sogno della Passalacqua Spedizioni può continuare. Le biancoverdi hanno superato in gara-tre la Ceprini Costruzioni Orvieto e ora affrontare nelle semifinali dei play off il Cus Chieti. La gara d’andata si disputerà mercoledì 27 sul parquet abruzzese.

Onore alla Ceprini Costruzioni Orvieto che ha tenuto testa sino all’ultimo alle ragusane, accarezzando, durante il secondo e buona parte del terzo quarto, la possibilità di ripetere l’impresa di sette giorni fa. Stavolta, la Passalacqua Spedizioni non si è smarrita, ha serrato la difesa e, soprattutto, ha trovato in attacco (con Dimana Georgieva, Felicita Zerella e l’applauditissima Veronica Minardi) quelle conclusioni che le hanno consentito di riprendersi la partita.

Troppo alta era la posta in palio e troppo bene si conoscevano le due squadre perché i giochi preparati dalle due panchine non avessero il sopravvento. Sia la Passalacqua Spedizioni che la Ceprini Costruzioni hanno puntato a inaridire, con difese sempre attente, le fonti del gioco avversario. La difesa umbra ha reso la vita difficile a Mara Buzzanca, mentre sull’altro versante mai Yordanova, Tripalo, Scopigno hanno avuto l’opportunità di tiri facili. L’avvio è tutto di marca siciliana con Georgieva che si assume responsabilità importanti (16-12 al 10′). L’ingresso in campo di Consoli giova ad Orvieto che piazza un parziale di 13-0 e riapre la partita, andando al riposo avanti di 4 (25-29) e gestendo il vantaggio sino a metà del terzo parziale. In questo frangente, esce fuori tutta la classe di capitan Felicita Zerella e l’ingresso sul parquet dell’azzurrina Veronica Minardi offre al quintetto di Valentinetti quella spinta in più che era necessaria per rifarsi amica l’inerzia della gara. Nel quarto parziale, le due squadre danno fondo a tutte le energie fisiche e nervose. La Passalacqua Spedizioni (con Georgieva a lungo in panchina gravata di falli) sbaglia molto in attacco ma costringe a forzare quasi tutte le conclusioni di Orvieto, lasciando alla ragusana Minardi l’ovazione dell’ultimo boato del PalaMinardi.

La bella avventura della Ceprini Costruzioni Orvieto termina sul parquet ibleo. Per la Ragusa cestistica, che mai aveva raggiunto una semifinale play off per la promozione in un campionato di serie A1, il sogno coltivato dalla società, dallo staff tecnico e dirigenziale, dalle giocatrici, può continuare. E ora al fianco di Buzzanca e compagne c’è un’intera città che sta imparando ad affezionarsi a queste ragazze che portano in giro per l’Italia il nome e le ambizioni della Ragusa sportiva.

 

PASSALACQUA SPEDIZIONI RAGUSA – CEPRINI COSTRUZIONI ORVIETO 56-50

(16-12) (9-17) (14-7) (17-14) // (16-12) (25-29) (39-39)

Passalacqua Spedizioni Ragusa: Buzzanca 11, Mazzone 3, Chimenz n.e., Granieri 11, Zerella 11, Di Battista n.e., Minardi 8, Georgieva 12, Cabibbo, Scoglia. All. Tony Valentinetti.

Ceprini Costruzioni Orvieto: Scopigno 6, Rosellini n.e., Scoscia n.e., Puliti 5, Pantani 1, Consoli 10, Tripalo 10, Yordanova 6, Laffi 8, Ratti 4. All. Angelo Bondi.

Arbitri: Barilani Stefano di Roma e Viselli Luca di Roma.

NOTE: Passalacqua Spedizioni Ragusa tiri liberi 16/23 (69,6%) // Ceprini Costruzioni Orvieto tiri liberi 8/14 (57,1%)

 

Il tabellone play-off A2 girone Sud

Quarti Semifinali

C.U.S. Chieti – Risorseimmobiliari.it La Spezia 2-0

64-47 // 50-63 qualificata C.U.S. Chieti

Passalacqua Spedizioni Ragusa – Ceprini Costruzioni Orvieto 1-1

41-51 // 61-72 // 56-50 qualificata Passalacqua Spedizioni Ragusa

Semifinale1

C.U.S. Chieti – Passalacqua Spedizioni Ragusa

Termocarispe La Spezia – Ants Viterbo 2-0

79-53 // 55-66 qualificata Termocarispe La Spezia

Gea Magazzini Alcamo – Ciplast Battipaglia 1-1

59-41 // 77-70 gara 3 domani 17/04/2011

Semifinale2

Termocarispe La Spezia –

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com