Ancora in campo per dare un calcio alla discriminazione

Questo articolo è stato letto 1262 volte

L’Anpis, associazione nazionale polisportive per l’integrazione sociale, organizza per mercoledì prossimo 20 aprile, presso gli impianti sportivi di Lidarno, una giornata nel segno del calcio e dell’ amicizia. Si tratta di un evento sportivo a conclusione del campionato regionale 2010-2011. Il programma della giornata prevede una prima parte in cui le squadre si confronteranno sul campo di gioco per decretare la vincitrice del torneo e una seconda parte con premiazione dei partecipanti alla presenza dell’Assessore regionale Carla Casciarri e dei giocatori del Perugia calcio. Degna conclusione della giornata all’insegna dello sport l’ormai noto ”terzo tempo”, momento di aggregazione e di condivisione fra tutti i partecipanti con un pranzo sociale dal ricco menù. Saranno presenti tutte le polisportive ed i soggetti collaborativi dell’Anpis, Centro Sportivo Italiano (Csi), Uisp, associazioni. Scenderanno in campo Peter Pan Gubbio, Peter Pan Alto Tevere, Cobra di Spoleto, Fuorigioco Rossa, Fuorigioco Bianca, Lahuèn di Orvieto, Baraonda di Terni, Rosa dei Venti di Foligno, Tartaruga di Orvieto. L’Anpis è nata nel 2000 per volontà di un gruppo di associazioni sportive dilettantistiche onlus che hanno deciso di condividere le proprie esperienze territoriali per realizzare una rete più ampia e funzionale. Oggi l’Anpis è costituita da ben 95 polisportive sul territorio nazionale. L’Anpis da 11 anni è attiva nello sport perseguendo l’inserimento di persone affette da patologia mentali, in cura ai dipartimenti di salute mentale. In Umbria l’Anpis è operativa dal 2002 e conta 7 associazioni territoriali, le stesse che si confronteranno sui campi la mattina del 20. Le polisportive umbre organizzano ogni anno i campionati di calcetto e pallavolo con il coinvolgimento degli associati e di tanti volontari nel confronto su un rettangolo di gioco abbattendo le mura del pregiudizio. L’Anpis Umbria caratterizza la propria attività anche per una serie di iniziative di confronto e dibattito, convegni e meeting incentrati sulle tematiche dello sport e della salute mentale come valore di prevenzione sociale.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *