martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

Su il sipario sulla nuova stagione Orvieto Basket. Prime conferme e primi saluti

Dopo il grande successo della seconda edizione del Torneo dei Quartieri di Basket, nel quale l’Orvieto Basket ha impiegato tutti i suoi uomini migliori in campo, ma sopratutto fuori del campo con una impeccabile organizzazione e una amichevole accoglienza, è tempo per la società della Rupe di tornare a lavorare alla stagione cestistica che sta per aprirsi. Il presidente Stefano Biagioli, dopo le minacce più o meno velate di abbandonare la testa del team, è ancora saldamente e con grande entusiasmo al suo posto e con il direttore sportivo Enrico Fiorenzi sta lavorando alla definizione del nuovo accordo con lo sponsor principale. In attesa della riconferma della Telematica Italia come main sponsor del club biancorosso, il settore tecnico sta valutando alcuni giocatori, sta vagliando alcune situazioni e, come ogni anno, le cose procedono spedite e con la consueta professionalità.

Intanto è ufficiale l’addio al team orvietano di Luca Maglione che, fresco sposo, non se l’è sentita di sobbarcarsi un altro anno di grandi sacrifici logistici. Tutto confermato, – e non ne avevamo dubbi, – il settore tecnico della prima squadra: a guidare la squadra sarà ancora coach Andrea Brandoni (nella foto), accanto a lui coach Leonardo Olivieri. Alessandro Cupello, invece, è confermato alla preparazione atletica dei ragazzi Orvieto Basket.

C’è come sempre grande attesa per il nuovo roster Orvieto Basket: “stiamo lavorando serenamente come ogni estate, – dice Enrico Fiorenzi, – attendiamo ovviamente la firma con il main sponsor per capire bene come muoverci, per il resto cercheremo di creare una squadra competitiva che faccia divertire e che si diverta.”

“Il nostro roster è costituito fondamentalmente (come sempre) dai nostri ragazzi, – dice il presidente Biagioli, – Quest’anno ci dovrebbe temporaneamente lasciare Giulio Negrotti , che va in Inghilterra per motivi di studio, quindi un altro ragazzo proveniente dal settore giovanile prenderà il suo posto in prima squadra.  Sono poi sempre convinto che esserci sia già un grande risultato. La nostra società è in buona salute, siamo riusciti tutt’oggi a sopravvivere grazie ad una oculata gestione dei pochi fondi a disposizione, mentre tante altre società, anche più blasonate, hanno dovuto chiudere i battenti, vedi la vicina Gualdo Tadino che non iscrivendosi è passata dalla B2 alla C2 interregionale e corre voce che Foligno sia pronta a dichiarare fallimento. Stessa sorte, a livello nazionale, per circa 22 società di B2 e 18 di C1, quindi ancora una volta “esserci “ è già un gran risultato.”

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com