domenica, Luglio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Telematica la spunta su Senigallia e torna al secondo posto

La Telematica ritorna alla vittoria con un successo pesante per la classifica che la vede tornare al secondo posto da sola vista la contemporanea sconfitta di Giulianova e in attesa dell’incontro di oggi fra Ancona contro Porto San Giorgio sul campo di Macerata in seguito alle due giornate di squalifica inflitte dopo la gara con Pesaro.

L’avversario di turno era quel Senigallia venuto ad Orvieto con l’intento di arrivare alla zona play off vista la già raggiunta matematica salvezza. Per Orvieto bisognava riprendersi dalle sue inopinate sconfitte consecutive ottenute nei derby con Umbertide e Passignano. A sorpresa rientra Selicato recuperato in extremis dallo staff medico mentre nella squadra di coach Nobili si rivede il lungo Del Cadia,  per anni veterano di molte battaglie in categorie superiori.

Dopo un quattro a zero beneaugurante per Cupello e compagni saranno dieci punti in un quarto di Gattoni a permettere a Marzocca di chiudere in vantaggio 18 a 12 la prima frazione. Nel secondo quarto dopo una tripla di Brighina seguita dai canestri di Cupello, Valdisserri e Negrotti ed una difesa più attenta la Telematica raggiunge e sorpassa Senigallia malgrado gli 8 punti consecutivi di un Del Cadia immarcabile chiudendo il primo tempo sul +1 32 a 31.

Nel terzo quarto malgrado la scarsa precisione dai 6,75 (finirà con 2/23 per Orvieto e 2/14 per Marzocca) la Telematica riesce a conquistarsi un discreto vantaggio grazie alle palle recuperate e trasformate da Ottocento e Negrotti così da chiudere la terza frazione sul +7 (48-41).

Nell’ultimo quarto Marzocca in tre minuti ricuce il gup grazie a 5 punti consecutivi dell’ottimo Conti ed al 33° si torna a contatto 50 a 48. Si segna sempre più con il contagocce e per Orvieto contro la zona ordinata da coach Nobili due o tre conclusioni entrano d escono dal ferro avversario  così che fino al 37° il risultato è variato solo di un punto, 51 a 48, grazie ad un libero di Cupello. Ci vorrà una tripla di Agliani e le gite ad alta precisione dalla lunetta di Negrotti ed ancora Agliani a dire fine alla contesa concedendo solo altri due punti a Gattoni e compagni. Finirà 58 a 50 una gara non ricca di canestri ma avvincente e mai scontata.

Bravi gli orvietani a contenere il secondo miglior attacco del campionato concedendogli di realizzare solo 50 punti.

Sembra che la squadra stia tornando in forma senza fretta, l’importante è chiudere bene e essere pronti tra un mese quando si fara’ sul serio. Tatticamente e mentalmente ha risposto bene alle varie difese degli avversari, alternando sia in difesa che in attacco velocità e giochi ragionati. Soffrendo un po’ il gigante Del Cadia ma alternando vari difensori è riuscita a farlo faticare fino a toglierlo dai giochi. In attacco qualche imprecisione dalla distanza ha fatto soffrire forse troppo, però le giocate in velocita prima di Cortelli poi di Negrotti e Ottocento, i canestri di un Cupello in ripresa e un Agliani che segna quando conta, hanno fatto la differenza. Il gruppo è stato compatto anche quando la palla non andava dentro e non ha mai mollato, la rotazione della panca ha dato ragione a coach Brandoni che ha tenuto al meglio i suoi uomini più in palla per il finale.

Ora prossimo importante appuntamento per i ragazzi di coach Brandoni sarà domenica sul campo di Porto San Giorgio per confermare quanto di buono visto in questa 28° di campionato.

 

TELEMATICA ORVIETO – MARZOCCA SENIGALLIA 58 – 50

PARZIALI: 12-18  20-13  16-10  10-9

ORVIETO: Ciriciofolo 0, Selicato 5, Agliani 9, Ottocento 10, Cortelli 0, Cupello 12, Negrotti 13, Brighina 3, Valdisserri 6, Brunelli 0. All. Andrea Brandoni.

SENIGALLIA: Gattoni 15, Del Cadia 10, Ganzetti 0, Bauchiero 0, Marcelloni 0, Quercia 2, Conti 13, Alessandroni 0, Pasquinelli 6, Piloni 4. All. Andrea Nobili.

ARBITRI: D’EMILIO MARCO di Roseto degli Abruzzi (TE) e  DE PANFILIS FERNANDO di Pescara (PE).

 

Risultati 13° giornata di Ritorno

Lanciano – Giulianova 77 – 67
S. Vito Chietino – Gubbio 75 – 69
Valdiceppo – Foligno 78 – 65
Ancona – Porto S. Giorgio
Porto S. Elpidio – Umbertide 77 – 66
Orvieto – Senigallia 58 – 50
Passignano – Montegranaro 60 – 71
Assisi – Pesaro 63 – 65

 

PT G V P
Montegranaro 44 28 22 6 2120 1912
Orvieto 40 28 20 8 2073 1886
Ancona 38 27 19 8 2088 1791
Pesaro 38 28 19 9 2046 1892
Giulianova 38 28 19 9 2001 1915
Porto S. Giorgio 36 27 18 9 2047 1922
Valdiceppo 30 28 15 13 1908 1895
Porto S. Elpidio 28 28 14 14 1882 1774
Umbertide 28 28 14 14 1756 1843
Senigallia 26 28 13 15 2087 2083
Gubbio 24 28 12 16 2060 2068
Lanciano 24 28 12 16 2045 2120
S. Vito Chietino 22 28 11 17 1838 2018
Assisi 14 28 7 21 1696 1952
Passignano 12 28 6 22 1793 2053
Foligno 4 28 2 26 1674 1990

 

14° giornata di Ritorno

Senigallia – Assisi
domenica 22 aprile 2012 h.18.00
Montegranaro – Porto S. Elpidio
sabato 21 aprile 2012 h.21.15
Pesaro – Passignano
domenica 22 aprile 2012 h.18.00
Giulianova – Valdiceppo
sabato 21 aprile 2012 h.21.15
Umbertide – S. Vito Chietino
sabato 21 aprile 2012 h.18.00
Foligno – Lanciano
domenica 22 aprile 2012 h.18.00
Porto S. Giorgio – Orvieto
domenica 22 aprile 2012 h.18.00
Gubbio – Ancona
domenica 22 aprile 2012 h.18.00

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

12 Comments

  • FRANCA

    E MENO MALE!!!!!! IO è UNA VITA CHE LO DICO DEL PUBBLICO,SEMBRA CHE STANNO AL CINEMA!!!!OOOOOOOOOIIIIIIII SVEGLIA MA SE VOLETE CHIACCHERARE DEGLI AFFARI VOSTRI STATE A CASA CHE è MEGLIO.
    IO FINO A CHE AVRO’ VOCE CI SARò.FORZA RAGAZZI ALè ALé

  • gilles

    Evidentemente non sono stato chiaro, lungi da me voler fare polemiche (guardate nei prec interventi e ve ne accorgerete)Solo che vorrei vedere la nostra squadra più autorevole in certi momenti cruciali della partita, più cosciente delle proprie forze. Non credo sia polemica questa, assolutamente no, a Russo vorrei poter far capire il mio punto di vista, che giudica non sensato, rispetto la tua opinione, ma evidentemente c’è una sensibilità diversa, tutto quì. Chiudo altrimenti passo per quello polemico, e non ci stò, comunque la squadra HA BISOGNO DI PIU’ SOSTEGNO DA PARTE NOSTRA!!!!! Dobbiamo essere più “caldi” più RUMOROSI. Fatela girare, saluti

  • speriamo.....

    ma ancora polemiche su polemiche..ma basta..siamo terzi in super campionato.. i psuedo tifosi che anche domenica , e losento spesso continuano a criticare quando si sbagliano canestri( lo fanno anche in eurolega, nei college, in Nba) fischiano e criticano , erano piu contenti di vedere i famosi playout di riccione, o delle stelle marine ?bah io sono peplesso.. siamo una ottima squadra con giocatori e un coach che stanno facendo un campionato di spessore. .. adesso sotto con porto.s giorgio e poi super sfida a montegranaro e ..divertiamoci nei playoff perchè sognare non costa nulla !

  • Francesco Russo

    Questa non è la squadra che giocava in C2 in nessun elemento mi sembra.
    E’ zeppa di giocatori che hanno militato in categorie superiori,Cupello,Agliani,Brighina,Ottocento,Selicato e lo stesso Negrotti ha trascorsi in B2.
    Gli stessi Ciriciofolo e Cortelli hanno all’attivo piu C1 che C2.
    Quindi la teoria dell’adattamento mi pare abbia poco senso.

  • Forza Orvieto

    possiamo fare grandi cose quest’anno!!! ce la dobbiamo mettere tutta anche noi del pubblico anche nei momenti di difficoltà!!! forza ragazzi noi siamo con voi!!!

  • gilles

    Anch’io mi alzo Franceco e anche più di una volta se è per questo, e non sono per niente preoccupato, però dovrai anche ammettere che non si sta giocando più contro le squadrette della C2 regionale di una volta. Il mio è appunto sul cambiamento di mentalità che secondo me bisogna avere per essere squadra, una maturità psico\tecnica insomma. Senza pericolose “presunzioni”, da parte di ognuno dentro il palaporano…stare al vertice, e Orvieto è la prima volta che ci sta, non è per nulla facile starci e restarci, dico solo cerchiamo di imparare in fretta e nel miglior modo possibile.

  • forza

    facciamo un patto anche tra noi tifosi!! ci impegneremo di più, anche nelle giornate storte…come i ragazzi hanno fatto ieri. non segnavano nemmeno in una vasca da bagno…ma che difesa!!! forse, e faccio autocritica, è il caso di smettere di criticare e cominciare a tifare…con la T maiuscola!! forza ragazzi continuate così, tutti insieme come ieri!!!

  • speriamo.....

    ragazzi speriamo che stasera Ancona perda in casa il posticipo contro sangiorgese di torlini e cempini , nostro prossimo avversario..cosi ci teniamo stretto il secondo posto.. se no uffa saremo terzi..cmq grande ragzzi super risultato ieri..anche in una partita storta abbiamo portato a casa la vittoria..forza orvieto ale ale !

  • Francesco Russo

    Cari ragazzi,uomini o signore,scrivo cosi perche vi leggo spesso ma siete anominimi.
    Mi sembra esagerato fare tutti questi ragionamenti per alzarzi dalla tribuna e tifare la propria squadra.
    Da diversi anni mi siedo tra i “meno tifosi” ma domenica ero tra i 7-8 che sentivano la partita e che incoraggiavano la squadra.
    Non mi vergogno ad alzarmi in piedi per applaudire o a incoraggiare i ragazzi che stanno in campo ad alta voce.
    Vi assicuro che loro in campo queste cose le sentono eccome!!
    Tu che sei “tifoso” fa sentire la tua voce la domenica..e gilles non ti far venire le preoccupazioni, quelle lasciale al coach e ai giocatori.
    Fatti uscire un bel coro specialmente quando la squadra è in difficolta’.
    Linko questo che è del calcio ma molto esplicativo.
    http://www.youtube.com/watch?v=T00x5sRbZrc&feature=related

  • gilles

    Secondo me anche “noi pubblico” avevamo le stesse preoccupazioni psicologiche dei giocatori in campo….bisogna ammettere che le due sconfitte patite nei precedenti derby, hanno lasciato il segno. Io sono per questa analisi, che va analizzata, spero che chi se ne intende più di me mi aiuti. Più che stanchezza, vedo una “non abitudine” intesa come mentalità da squadra che si ritrova nei piani alti di classifica. Dobbiamo ammettere, secondo me, che stare lì significa mentalità diversa, nel senso psicologico del termine. Essere passati ormai da 2 anni da salvezze p.out da ultima spiaggia, ripescaggi fino addirittura p.off e primissime posizioni, comporta un cambiamento di mentalità radicale, nei giocatori, tecnici, dirigenza….e anche pubblico di conseguenza. Secondo me si deve lavorare “a capire” questa a noi nuova situazione. La squadra è ottima e tutto il resto pure, bisogna cambiare e adeguarsi alla nuova situazione, forse non si è coscienti di tutta sta grazia, che non è venuta per caso intendiamoci bene hanno lavorato bene e sodo tutti, ma cercare nuovi metodi intesi proprio come trasmetterci nuovi parametri, non è facile appunto perchè “nuovi”, ma sicuramente più umiltà nel cercare di capire la nuova situazione. Sono sicuramente sfumature, ma è poi lì che una squadra “fa la differenza”. Io ho fiducia, forse quelle due sconfitte hanno fatto bene, i segni di ripresa ci sono, continuare così senza fare già i conti di chi si andrà ad incontrare nei p.o. Più coscienza delle proprie forze senza paura di nessuno ….ma anche umiltà di imparare queste nuove situazioni. Saluti

  • partita brutta ma prendiamoci i due punti e il secondo posto.I giocatori sembrano stanchi fisicamente e mentalmente.per fortuna che i play off sono un nuovo campionato e sicuramente torneranno gli stimoli giusti per fare bene.Nota dolente: la mancanza di tifo da parte del pubblico. non basta essere numerosi. Non siamo a teatro. bisogna far sentire la propria voce sopratutto quando la squadra è in difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com