giovedì, Luglio 25contatti +39 3534242011
Shadow

1966-2012. Edizione numero 40 per la Cronoscalata della Castellana, tutte le novità

1966-2012. Edizione numero 40 per la Cronoscalata della Castellana, tutte le novità40 edizioni per un evento, e per giunta sportivo, sono un traguardo invidiabile e di grande responsabilità ma la “Castellana” non è stanca, tutt’altro, e per l’edizione 2012 del quarantennale promette una cronoscalata ancora più emozionante.

A illustrare i particolari di un evento sportivo che ormai fa parte della storia della città di Orvieto, sabato 12 maggio, all’interno di una conferenza stampa svoltasi presso la sede comunale, Luciano Carboni presidente della associazione “La Castellana”, Paolo Roselli anima e cuore della manifestazione, il sindaco Antonio Concina, la vicesindaca e assessore allo Sport Roberta Tardani, il comandante della Polizia Municipale Ten. Col. Mauro Vinciotti.

Grande novità di quest’anno, per la cronoscalata orvietana in programma dal 18 al 20 maggio prossimi, è la doppia validità riconosciuta dalla Commissione Sportiva Automobilistica Italiana alla competizione, che sarà prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna: inaugurerà infatti il girone nord, mentre sarà seconda prova del girone sud, scattato ad aprile da Morano Calabro. Un riconoscimento che segna dunque il ritorno delle auto moderne più performanti, dalle Turismo ai Prototipi, dalle Gran Turismo alle Formula 3000, che andranno ad affiancare la “classica” competizione riservata alle auto storiche. La doppia validità consentirà tra l’altro di accogliere a Orvieto le adesioni di piloti e scuderie da tutto il panorama nazionale delle corse in salita. Le iscrizioni sono aperte fino a lunedì 14 maggio, ma già si annuncia elevato il livello dei contendenti, che comprendono alcune sorprese come il ritorno dei piloti orvietani alla corsa – saranno circa una quindicina – e una “prima volta” illustre poiché al volante di una storica ci sarà anche il sostituto commissario Stefano Spagnoli, comandante della Polizia Stradale di Orvieto.

“L’edizione numero 40 della Castellana – hanno commentato i responsabili – segna il ritorno delle vetture moderne sul classico tracciato di 6190 metri da San Giorgio a Colonnetta di Prodo, dopo la parentesi dedicata alle sole auto storiche negli ultimi anni. Una decisione, quella della nostra associazione, caldeggiata da tanti appassionati, in particolare dai più giovani, ansiosi di misurarsi o, comunque, desiderosi di un contatto più diretto con l’automobilismo per verificare i limiti e le qualità di vetture molto più vicine al loro modo di essere. Questa è la corsa di Orvieto, è arrivata alla quarantesima edizione ed è un patrimonio sportivo da conservare e valorizzare: ci aspettiamo che anche il pubblico della città partecipi numeroso e appassionato a questo evento.”

Proprio per fare gli onori di tutta la città, l’amministrazione comunale ha subito rimarcato proprio i punti di forza della Castellana: “Una straordinaria edizione quella del 18-20 maggio per celebrare i quarant’anni di una manifestazione considerata dagli appassionati tra le più suggestive e affascinanti d’Italia. Merito ovviamente di un tracciato tra i più selettivi della specialità e di un’organizzazione curata nei minimi dettagli dall’associazione presieduta da Luciano Carboni. Sono certa – ha concluso la vicesindaco – che la città saprà accogliere con il calore che la contraddistingue i piloti provenienti da ogni parte d’Italia, che avranno modo di conoscere, oltre alle bellezze storico-culturali della città, l’aspetto più emozionante del nostro territorio”.

Ma per far sì che tutto fili liscio e che gli altissimi standard di sicurezza, biglietto da visita vincente della manifestazione orvietana, vengano sempre e comunque rispettati senza per questo limitare lo spirito della corsa, l’associazione la Castellana ha messo al lavoro, fin da questo week end, numerosi volontari che si occupano dell’installazione dei supporti alla gara. Si stanno infatti predisponendo, previo accordo con la Provincia di Terni e grazie al supporto della ditta Basili Scavi attiva in materia di sicurezza stradale, varie barre intrusione laddove il semplice guard-rail sul tracciato non fosse sufficiente a garantire sia il pubblico sia i piloti in gara.

Ma non è tutto: oltre agli oltre 70 tra ufficiali di gara e commissari di percorso dislocati nelle postazioni installate lungo tutto il percorso, e oltre alle Forze di Polizia presenti per qualsiasi emergenza, saranno al lavoro numerose squadre sanitarie e perfino un “team di estricazione” ovvero una squadra speciale composta da 1 medico, 1 infermiere e 3 soccorritori in grado di intervenire con estrema rapidità in caso di traumatizzati. “La presenza di questo ulteriore team di soccorso – spiega Roselli – è resa obbligatoria da una direttiva internazionale FIA che a livello nazionale la CSAI ha recepito ed applicato laddove sono presenti vetture di Formula.”

Il quartier generale, la press-area e la direzione di gara sono ospitati all’interno del nuovo insediamento “Fanello” da dove, sabato 19 e domenica 20 sarà dato il via alla chiusura della strada di accesso al tracciato. “La Castellana è da sempre assai attenta alla sicurezza – ha rilevato il comandante Vinciotti – ho sempre potuto verificare di persona la grande attenzione alla incolumità degli spettatori e dei partecipanti. Per quanto riguarda l’impegno viario, la città di Orvieto è abituata alla Castellana, colgo l’occasione per ringraziare gli abitanti di Ciconia che da sempre sono vicini alla manifestazione e “sopportano” l’arrivo dei paddock e delle scuderie. L’unica attenzione particolare la dedicheremo come sempre all’abitato di Colonnetta di Prodo che di fatto resta isolato all’interno della gara. Abbiamo predisposto specifici piani di intervento e la gara potrà essere sospesa per qualsiasi emergenza dovesse accadere nella frazione.”

Oltre ai tanti protagonisti del TIVM, a caccia di punti per le classifiche finali di campionato, saranno presenti anche diversi protagonisti del Tricolore della Montagna, che approfitteranno del tecnico e completo tracciato orvietano per testare e sviluppare nuove soluzioni da presentare poi nelle successive gare della massima serie nazionale.

Per quanto riguarda il programma della 40a Cronoscalata della Castellana, gara-1 è prevista alle 10.30 di domenica 20 maggio, a cui seguirà gara-2. Si entrerà nel vivo dell’evento venerdì 18, quando nell’area camper di Orvieto, adiacente a Piazza della Pace, si svolgeranno le verifiche tecniche e sportive dalle 14.30 alle 20. Sabato 19 maggio alle 10.30 la prima salita di prove ufficiali, occasione per i concorrenti di percorrere il tracciato al volante delle vetture da gara, a cui alle 14.30 seguirà la seconda. La 40a Cronoscalata della Castellana, assegnerà il Memorial Attilio Broccolini al vincitore della classe 1600 del gruppo N, per ricordare un amico delle corse in salita in genere e della gara in particolare.

Per tornare alle novità della 40sima edizione, la gara sarà trasmessa in diffusione radio lungo il tracciato grazie al supporto di RTUA sulla frequenza 91.850 e la Federazione Italiana Cronometristi trasmetterà in diretta web dal proprio sito web la gara.

Inoltre, nel mese di ottobre, il tracciato della Castellana farà parte, come lo scorso anno, del percorso del Giro d’Italia Automobilistico, come terza tappa San Marino – Orvieto.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com