domenica, Luglio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Arrapaho, esordio positivo in Coppa Umbria

Finalmente siamo giunti al momento tanto atteso da tutti gli sportivi orvietani, è iniziata ufficialmente la stagione Arrapaho con la prima partita degli indiani impegnati nella prestigiosissima “Coppa Umbria” (una specie di lega di sviluppo della NBA). Prima di tutto partiamo con le brutte notizie: Brunori, nonostante il dissenso di tutto l’ambiente cestistico, non solo orvietano ma della nazione intera, prolunga la sua carriera. Speriamo questo sia l’ultimo anno.

Passiamo alla presentazione della squadra che scenderà in campo. Iniziamo con le novità: dopo l’addio di Carlo Pedichini (era ora, tenta con “Amici” la carriera di ballerino visto come è andata a Francesco Mariottini (fidanzato di Belen)), finalmente in casacca gialloceleste David Patrignani, in campo con la maglia della salute dopo il ritiro dall’attività, Federico Benizielli, dato che per regolamento almeno un tiratore in squadra deve avere i capelli, e l’ex campione italiano di birra e salsiccia Piero Salucci.

Il resto del roster è composto da: “mani a presine” Savoia, “Padre Modestino” Grillo, J.T. Afuro (purtroppo vani i tentativi del GM Paloni di far smettere il giocatore), Gabriele Borri (ci ricordiamo di lui per la palla persa che è costata il campionato agli indiani), Leonardo “L’Asso” Pimpolari (al quinto anno consecutivo in procinto di laurearsi), Andrea “Ciccio” Bernardini, il fabbro di Porano Simone Brunori e l’unico giocatore al mondo capace di giocare con un tasso alcolico pari al 3% Lambrusco Fogliani. Assenti: il capitano Butcharello, impegnato (speriamo il più a lungo possibile) nella sua nuova attività di skipper; Federico Threebald Petrini, vittima in settimana di un incidente stradale; Nick Fratini, rimasto a Porano alla ricerca dell’ultima palla che ha passato in tribuna; Geeno Petritaj, le ultime leggi vietano di entrare con oggetti contundenti negli impianti sportivi.

Sulla panchina Arrapaho torna a sedere, dopo un anno lontano dagli indiani, il nuovo tecnico Marco Riello Guerriero.

Arbitri Posti e un Carabiniere.

Ora iniziamo con la parte peggiore (Brunori escluso), la partita.

Gli indiani partono forte e dopo metà del primo quarto sono saldamente al comando per 5 a 0, grazie ad un attacco scintillante che porta la squadra a prendere buoni tiri, costantemente sbagliati.

Dopo una prima frazione equilibrata chiusa 12 – 15, gli indiani nel secondo prendono le redini del gioco: Guerriero predica pallacanestro e Salucci distribuisce perle di basket (solitamente raccolte dal custode del palazzetto), ricominciando da dove aveva interrotto la scorsa stagione, cioè abbattendo avversari.

Gli indiani prendono il largo e si portano sul più 12, parzialmente ricucito dalla squadra di casa dopo l’uscita per un accenno d’infarto di David Patrignani, in campo per più di 30 secondi filati dopo 2 anni. Si torna in campo per il secondo tempo sul 32 – 38 ospite senza Savoia, rimasto temporaneamente negli spogliatoi per farsi risaldare le viti nelle mani.

Gli Arrapaho controllano la gara in maniera abbastanza agevole e, sfruttando l’uscita per 4 falli di Pimpolari, riportano il vantaggio in doppia cifra.

I giovani ponteggiani però non ci stanno e, complice il ritorno in campo dell’Asso, provano a ricucire lo strappo. E’ proprio in questo momento che succede l’impensabile e il mai visto: Brunori segna da 3! Armato di cuffietta, la stagionata guardia orvietana inizia a prendere la mira piazzando una serie di triple impressionanti.

Guerriero sconvolto chiama time out e, al ritorno in campo, dopo 2 minuti di probabile scambio di persona torna il vero Brunori: penetrazione, tiro e palo destro colpito per il sollievo di Petrini, in tribuna con toupet di meches fucsia.

La partita si avviava lentamente alla conclusione quando 2 falli tecnici rimettevano parzialmente in gara i ponteggiani, che però non riuscivano a tornare sotto i 3 punti di stacco.

Alla fine gli indiani escono vincitori col risultato di 65 – 59.

Felice il nuovo coach, che su Skysport24 dichiarerà: “Credo che applicato bene schemi giocare si su alto-basso ma anche bene sotto e di lato.”

Entusiasta il presidente Moscatelli che informato del risultato commenta: “Brunori è veramente il nostro valore aggiunto, se lo lasciamo a casa non perdiamo mai.”

 

Pontevecchio Basket – Arrapaho Orvieto 59 – 65

Parziali: 12-15; 20-23; 9-13; 18-14

 

PONTEVECCHIO: Capponi 8, Trinchitelli, Olivieri 8, Moscatelli 4, Budelli 2, Tonzani 5, Ciancabilla, Giovanangeli 2, Scorsoni 5, Vespasiani 9, Rufini 12, Fiorini 4. All.: Agostinelli.

ARRAPAHO: Brunori 15, Bernardini 5, Pimpolari 11, Patrignani 8, Borri G. 7, Benizielli, Tafuro 2, Grillo, Savoia 2, Salucci 15. All.: Guerriero.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com