lunedì, Febbraio 26contatti +39 3534242011
Shadow

Stavolta è l’Orvietana a prendersela con l’arbitro

Finisce 2-3 con due rigori e un’espulsione contro. Cavalli polemico: “Partita decisa nel tunnel a fine primo tempo”.

ORVIETANA – VILLABIAGIO 2-3

ORVIETANA (4-2-3-1): Barbabella; Rosati, Proietti,Ciccone, Frizzi; Carioti, Chiasso (4’st Franciaglia); Savi, Sinisi (30’st Lunghi), Cherubini (18’st Vergari); Alterio. A disp.: Liurni, Minocchi, Bartoli, Fidone. All.: Cavalli.

VILLABIAGIO (4-4-2): Marianeschi; Canestri E., Vergaini, Pencelli, Canestri G.; Castro, Morelli (43’st Binaglia), Bellavita, Biscaro Parrini; Roscini, Costanzo (45’st Battaglini). A disp.: Ceccarelli, Masci, Boldrini, Gaggia. All.: Frivola.

ARBITRO: I. Bianchini di Terni

MARCATORI: 6’pt Frizzi (O), 29’pt Castro (V), 32’pt Proietti (O), 3’st rig. e 42’st rig. Biscaro Parrini (V).

NOTE: Espulsi:  Proietti (O) al 2’st per doppia ammonizione e Barbabella (O) a fine gara per proteste. Ammoniti: Rosati, Ciccone e Carioti (O); Canestri G. (V). Angoli: 3-2 per l’Orvietana. Recupero: pt: 2’; st: 7’.

Il risultato fa riprecipitare l’Orvietana in zona playout, con lo spettro di una gara da giocare domenica prossima in casa di un Cannara risorto, ormai solo due punti sotto i biancorossi, capace di andare a vincere 2-0 a Castel del Piano. Ma stavolta i biancorossi meritano applausi. Forma fisica ok, grande prestazione e voglia di lottare, arresi solo per aver dovuto disputare in dieci tutta la ripresa contro un Villabiagio che è riuscito solo con due rigori a ribaltare il 2-1 con il quale l’Orvietana aveva chiuso in vantaggio il primo tempo. Ed anche in inferiorità numerica è stata la squadra di Cavalli a creare, rigori a parte, l’occasione gol più ghiotta sul parziale di 2-2. Gara dunque scoppiettante, equilibrata, sempre viva e mai scontata.

Ma ormai al Muzi vanno di moda le polemiche arbitrali, era successo con clamore con Subasio e Castel del Piano, e in quei casi furono gli ospiti a protestare, stavolta è l’Orvietana a puntare il dito contro la terna. Sul risultato di 2-1 per i biancorossi si vede Proietti, autore del secondo gol, ostentatamente strattonato in area, la corsa del difensore proteso in attacco viene frenata da una vistosa trattenuta per la maglia. Arriva il fischio dell’arbitro, ma tra lo stupore di tutti viene assegnato fallo in favore della difesa. Ad inizio gara era stato invece il Villabiagio a prendersela e non poco con la signora Bianchini di Terni. Contestata la punizione per fallo di Pencelli su Alterio che ha portato al primo vantaggio orvietano. Sinisi ha colpito la traversa e sulla ribattuta un gran bolide di Frizzi aveva aperto i giochi di un primo tempo molto emozionante.

Savi intanto si erge più volte a protagonista con le sue ripartenze, mandando in tilt la retroguardia ospite, ma non trova compagni in area in grado di concretizzare. Cherubini, scelto come sottoquota vista l’assenza per squalifica di Colangelo, si ritrova la palla tra i piedi sotto porta ma non riesce a pescare la traiettoria giusta. Basta allora un’incursione di Biscaro Parrini sulla fascia sinistra e sul suo cross Castro fulmina di testa Barbabella, riportando l’incontro in parità. Neanche tre minuti però e Proietti, da angolo di Sinisi, sempre di testa salta più in alto di tutti e regala il nuovo vantaggio ai suoi. Poi, con l’Orvietana in avanti 2-1, l’episodio contestatissimo sempre con Proietti protagonista strattonato in area.

Si torna in campo e nel giro di pochi secondi l’ottimismo dei tifosi orvietani viene subito gelato: alla prima incursione in area di Biscaro Parrini, che approfitta di un errore di Ciccone, Proietti, già ammonito, lo stende: rigore e secondo giallo. Orvietana in dieci e lo stesso numero nove ospite sigla il pareggio dal dischetto. Passano cinque minuti, con l’Orvietana schierata col 4-4-1, in cui si assiste ad un arrembaggio del Villabiagio che impedisce ai padroni di casa di uscire dalla propria metà campo, ma di tiri verso Barbabella non ne arrivano. Gli ospiti inseriscono Grasselli e passano al 4-3-3, Cavalli risponde facendo salire Savi accanto ad Alterio e lasciano il centrocampo a 3, che con la successiva entrata di Vergari per Cherubini, guadagna anche fisicità. E la mossa sembra vincente. Savi continua a fare quasi reparto da solo portandosi spesso a spasso mezza difesa avversaria, basta un semplice lancio lungo e il Villabiagio è costretto a riabbassare il baricentro. Fine dell’assedio.

Clamorosa occasione per un nuovo vantaggio orvietano al 32’ quando ancora Savi si beve tre avversari e consegna palla ad Alterio al limite dell’area: la punta orvietana si trova senza nessuno tra sé ed il portiere, ma l’uscita di Marianeschi impedisce ad Alterio di trovare il gol. L’Orvietana sembra resistere, il dominio territoriale e di possesso palla del Villabiagio non si traduce in tiri in porta e serve un altro rigore per consegnare i tre punti agli ospiti. Stavolta è Franciaglia, prestazione impeccabile fino a quel momento, ad atterrare Roscini, l’arbitro è lontano, ma assegna il penalty con decisione e immediatezza. La decisione appare comunque corretta. Biscaro Parrini fa doppietta e non bastano i sette minuti di recupero per cambiare le sorti del match, anzi in contropiede il Villabiagio coglie una traversa a tempo scaduto con Binaglia. A gara terminata per proteste rosso anche a Barbabella.

Finisce con le proteste orvietane verso l’arbitro, in qualche caso anche fin sopra le righe, c’è da sperare che nel comunicato del giudice sportivo che uscirà in settimana non ci siano ulteriori brutte sorprese per i biancorossi. Intanto la classifica torna a preoccupare, terminasse oggi il campionato l’Orvietana sarebbe costretta al playout contro la Nestor, sono infatti ora solo 9 i punti di distacco tra quintultima e penultima, il minimo indispensabile per far disputare gli spareggi. La gara di Cannara di domenica prossima si annuncia ora come una vera e propria battaglia per non retrocedere.

 

SPOGLIATOI:

Luca Grilli, direttore generale Villabiagio:

“Vittoria importante che ci toglie da una posizione di classifica imbarazzante, ora possiamo guardare al futuro con più ottimismo. L’Orvietana ci ha dato filo da torcere, l’espulsione ci ha aiutato ma era sacrosanta così come i due rigori”.

 

Alessandro Cavalli, allenatore Orvietana:

“Non ho nulla da recriminare verso i miei giocatori, questa è stata una partita decisa nell’intervallo. Noi siamo stati privati di un rigore clamoroso ed invece a protestare contro l’arbitro sotto il tunnel erano i nostri avversari per la punizione di inizio gara, ho visto cose strane e infatti l’atteggiamento dell’arbitro appena iniziata la ripresa è stato del tutto differente a quello del primo tempo. Ma sembra che quest’arbitro sia uno dei migliori e debba fare carriera… La gara? 11 contro 11 vincevamo noi e ci stava un rigore che poteva portarci sul 3-1, poi tutta la ripresa in dieci abbiamo subito solo un tiro in porta, sfiorando pure di tornare in vantaggio. Ci sarebbe tanto di positivo oggi, ma la classifica e i risultati dagli altri campi dicono il contrario”.

 

ECCELLENZA – 24ª GIORNATA

San Sisto-Group Castello 0-2

Angelana-Tiberis 1-0

Castel del Piano-Cannara 0-2

Città di Castello-Nestor 0-1

Gualdo-Vis Torgiano 2-1

Narnese-San Venanzo 3-2

Nocera-Subasio 1-3

Orvietana-Villabiagio 2-3

CLASSIFICA

Subasio 45

————————————-

Narnese 44

Castel del Piano 40

Group Castello 39

Nocera 37

————————————-

Angelana 37

San Sisto 35

Villabiagio 35

Vis Torgiano 33

Tiberis 32

Gualdo 31

————————————-

Orvietana 29

Cannara 28

San Venanzo 25

Nestor 20

————————————-

Città di Castello 9 (-1)

 

Prossimo turno, 25° giornata:

Cannara – Orvietana

Group Castello – Castel del Piano

Narnese – Città di Castello

Nestor – Angelana

San Venanzo – Nocera

Subasio – Gualdo

Tiberis – V. Torgiano

Villabiagio – San Sisto

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com