Grande sfida al PalaPapini. La Zambelli Orvieto ospita la Crediumbria Ternana

Questo articolo è stato letto 983 volte

La decima giornata di Campionato nazionale B2 femminile mette il punto sull’ultima gara del 2013 per poi riprendere, dopo le feste natalizie: il 12 gennaio.

Per Orvieto è un 2013 fantastico, difficile da dimenticare con la promozione della prima squadra in B2, quel progetto portato avanti con passione dal presidente Flavio Zambelli, che ha coronato un sogno seguito da anni. Un 2013 all’insegna del successo, che sta continuando nel campionato nazionale di B2.

La Zambelli Orvieto,  accreditata dagli addetti ai lavori quale “matricola terribile”,  nelle prime nove giornate di campionato si è fatta subito valere mettendo a segno otto vittorie su nove gare, collocandosi in testa alla classifica insieme al Capannori Lucca.  Le donne della Rupe chiuderanno il 2013 proprio al Pala Papini, palazzetto artefice di tante vittorie che tutt’ora è inviolato, quel taraflex dove l’Orvieto ha messo a segno in questo avvio di  campionato ben cinque vittorie lasciando per strada solo un set.

La decima giornata di campionato vede in cartello il derby  contro la Crediumbria Ternana distante dalle orvietane di nove punti. Le rosso verdi, in questo avvio di campionato hanno perso quattro gare, ma sicuramente la perdita maggiore è stato l’infortunio della regista Irene Tocca, pedina fondamentale dello chiacchiere di coach Braghiroli. Una gara che va giocata come tutte le altre, con la giusta concentrazione e forza di gruppo, come fin qui la Zambelli Orvieto ha fatto.  I due team  si conoscono molto bene,  possiamo definirlo derby delle ex. La Zambelli vuole continuare a correre per non far sfuggire il Capannori e cerca di distanziare sempre più Montesport e Cecina distanti, una  a quattro punti e l’altra a sette punti, attualmente inseguitrici. Come sempre il tifo orvietano è chiamato a fare il settimo in campo. Arbitreranno l’incontro Villano Dalila e De Siati Laura,  con fischio d’inizio gara alle ore 18 di sabato 21 dicembre.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *