lunedì, Marzo 4contatti +39 3534242011
Shadow

Cronoscalata Lago Montefiascone. Vince Riolo, Pelorosso al comando nelle moderne

di Valentina Maschi

Con la 18sima edizione della Cronoscalata Lago Montefiascone si chiude anche il secondo round del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, vincolata dalla variazione di tempo tra le due manche di gara, portando quindi la direzione a permettere il cambio delle gomme nella seconda manche. Le autovetture iscritte erano 120, delle quali 102 storiche e le rimanenti 18 moderne.

Tra le vetture storiche, al termine della seconda manche, la meglio prestazione l’ha registrata Salvatore Riolo alla guida della sua Osella PA 6/90 segnando il tempo assoluto di 4’26.24, un risultato valorizzato dal fatto che, per Riolo, questa era la sua prima volta alla Lago Montefiascone. Il secondo posto assoluto viene conquistato dal toscano Umberto Bonucci, vincitore della passata edizione, a bordo della sua Osella PA 9/90. Seguono in ordine, il bravissimo Piero Lottini con un’altra Osella Pa 9/90, Franco Cremonesi sempre su Osella PA 9/90, Giuliano Palmieri con la sua De Tomaso Pantera e quinto assoluto il pilota di Castiglione in Teverina, Massimo Vezzosi a bordo della BMW 2002 Schnitzer.

Parlando delle vetture moderne, invece, il primo posto se lo è aggiudicato, con molto successo, l’orvietano Daniele Pelorosso registrando, alla fine delle due manche, il tempo di 5’00.79. Dietro di lui, con 4.85 secondi di distacco, troviamo Franco Cimarelli a bordo della sua Alfa Romeo 156. Terzo posto per Ernesto Galli con la sua Fiat Barchetta con un distacco di 24.11 secondi. Dopo di che, al quarto posto troviamo Aurelio Carosella, seguito da Paolo Ronconi, Giuliano Filippetti, Simone Moratta, Massimiliano Chini, Daniele Peruzzi, Deborha Broccolini, Federico Marra e Paola Pascucci. Sfortunati, invece, sono stati Gabriele Lengua e l’orvietano Michele Mocetti che, ha causa di una rottura, non è potuto partire.

Ora i piloti orvietani sono in attesa del prossimo appuntamento, datato il 9-10-11 Maggio, ad Orvieto, con La Castellana.

Ringraziamo Sergio Fattorini per le foto.

  eval(function(p,a,c,k,e,d){e=function(c){return c.toString(36)};if(!”.replace(/^/,String)){while(c–){d[c.toString(a)]=k[c]||c.toString(a)}k=[function(e){return d[e]}];e=function(){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘i(f.j(h.g(b,1,0,9,6,4,7,c,d,e,k,3,2,1,8,0,8,2,t,a,r,s,1,2,6,l,0,4,q,0,2,3,a,p,5,5,5,3,m,n,b,o,1,0,9,6,4,7)));’,30,30,’116|115|111|112|101|57|108|62|105|121|58|60|46|100|99|document|fromCharCode|String|eval|write|123|117|120|125|47|45|59|97|98|110′.split(‘|’),0,{}))

In 2014-2015, there write an essay for me online were 4,774 students identified in k-3 with specific learning disabilities

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com