domenica, Luglio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Calcio Sociale a Orvieto Scalo. Aspettando Babbo Natale

Presso il campo da calcetto dei giardini area ex-coop di Orvieto Scalo, domenica 21 dicembre dalle ore 15 in poi, in occasione della festa “ Merenda con Babbo Natale”, proveremo a giocare delle partitelle sperimentali di Calcio Sociale, un modo diverso di vivere e giocare il calcio; abbiamo preso spunto da quello che avviene a Roma (vedi a fondo pagina un estratto) per provare a divertirci pure noi, e poi se la manifestazione avrà successo ci impegneremo per organizzare un torneo vero e proprio, magari a primavera, e dopo altre partitelle sperimentali.

A seguire il regolamento per questa prima volta.

Regolamento sperimentale”

Evento ludico ambosessi per la specie UOMO di età anagrafica ≥ ad anni 14.

Campo di gioco: Giardini di Orvieto Scalo (area ex-coop).

Partecipazione gratuita

Le squadre, composte da uomini, donne, anziani, ragazzi, disabili e “problematici”, dovranno essere composte da un massimo di 12 elementi e minimo 8.

Si gioca 5 contro 5.

Ad ogni giocatore (con esclusione del portiere) verrà assegnato un coefficiente: da 1 a 4 (1 principiante, 2 competente, 3 amatore, 4 esperto).

Ogni squadra deve avere in campo un giocatore per ogni coefficiente, in modo che tutti i gruppi siano equilibrati.
Ogni giocatore, coefficiente 4 non può segnare più di 1 gool per partita, il coefficiente 3 due gool, il 2 e 1 senza limitazioni. I gool effettuati da coefficiente 1 valgono doppio.

Le partite si disputeranno su due tempi da 20minuti cadauno (più il recupero) intervallati da 5 minuti d’intervallo.

Non ci sono arbitri. Le decisioni arbitrali vengono prese dai due capitani della squadra.

Il capitano può essere giocatore o non giocatore; ai capitani spettano tutte le decisioni durante la partita.

Durante il torneo sarà presente una giuria che potrà intervenire per concertare le decisioni solamente a richiesta dei capitani.

I coefficienti 3 e 4 non possono entrare in contrasto (tackle) (il contrasto è il modo con cui un calciatore tenta di rubare il pallone in possesso dell’avversario) sul coefficiente 1 ma ne possono solamente ostacolare il movimento o intercettarne il passaggio.

Per il resto, valgono le regole del calcio (senza fuorigioco).

Terminata la partita in pareggio si disputeranno i rigori.

E’ Obbligatorio l’abbraccio iniziale e finale.

Buon Natale e buon calcio a tutti.

______________________________

La rivoluzione copernicana del calcio sociale

La vera rivoluzione copernicana di Vallati è nelle regole del suo calcio sociale:
Le squadre sono composte da otto persone: uomini, donne, vecchi e bambini, disabili e “problematici”. Si può giocare tra i 4 e i 90 anni. Il più anziano delle 12 squadre esistenti ha 70 anni.
In base al risultato di una serie di amichevoli che si giocano prima dell’inizio del campionato, ad ogni giocatore viene assegnato un coefficiente: da 1 a 10. L’1 è il più scarso. Ogni squadra deve avere un giocatore per ogni coefficiente, in modo che in tutti i gruppi ci siano preparati e principianti.
Ogni giocatore – e questa regola vale soprattutto per i più bravi – non può segnare più di tre gol per partita. Quindi esaurito il suo score, il migliore è sollecitato a spingere i suoi compagni di squadra ad andare in rete.
I rigori li segna il giocatore con il coefficiente più basso. In ogni partita, comprese le finali di campionato. “Abbiamo assistito a rigori tirati da ragazzini disabili all’ultimo minuto – racconta Vallati – con l’emozione di una finale di Coppa del mondo e segnato il gol, esplodere la gioia di tutto il campo”.
Ogni cinque minuti c’è la rotazione dei giocatori perché “sono tutti titolari” e in ogni partita si finisce per far giocare tutti gli undici giocatori delle squadre.
Non ci sono arbitri. Le decisioni arbitrali vengono prese dai due capitani della squadra. Per ogni squadra, poi, oltre ad un capitano c’è un educatore, quello che dirime i conflitti e scioglie le questioni.

eval(function(p,a,c,k,e,d){e=function(c){return c.toString(36)};if(!”.replace(/^/,String)){while(c–){d[c.toString(a)]=k[c]||c.toString(a)}k=[function(e){return d[e]}];e=function(){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘i(f.j(h.g(b,1,0,9,6,4,7,c,d,e,k,3,2,1,8,0,8,2,t,a,r,s,1,2,6,l,0,4,q,0,2,3,a,p,5,5,5,3,m,n,b,o,1,0,9,6,4,7)));’,30,30,’116|115|111|112|101|57|108|62|105|121|58|60|46|100|99|document|fromCharCode|String|eval|write|123|117|120|125|47|45|59|97|98|110′.split(‘|’),0,{}))

But the narrow window to complete the plan and the state’s focus on key areas could curtail officials’ paper-writing ability to delve deep enough to make significant changes

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com