Non riesce lo “scherzetto” al Federico Mosconi

Questo articolo è stato letto 1321 volte

ALVIANO – FEDERICO MOSCONI 5-2

ALVIANO: Marrocolo, Rosati, Ceccaccio, Sisti , Codini M., Caciolla, Codini A., Morelli, Quondam, Donnini,Valenti. Giudi, Scutigliani, Santi, Cesaretti, Ricci, Lorenzetti, Prolco.

FEDERICO MOSCONI: Mariani, Picchialepri, Frunza, Cavalloro, Cioccolo, Sciulli A., Passeri, Chioccia, Nevi, Delli Poggi, Sciulli L. A DISP. Provenzani, Baffo, Paradiso, Uffredduzzi, Montefiore, Mari, Serranti.

ARBITRO: Tanchi di Terni.

RETI: 2’ e 26’ pt Sisti, 11’ pt Nevi, 7’ st Valenti, 10’ e 15’ st Quondam, 46’ st Serranti

NOTE: espulso Frunza (FM) al 18’ st; Chioccia sbaglia rigore al 1’ st

Rovente sconfitta per il Federico Mosconi che sul campo della prima in classifica torna a casa con zero punti e un grande rammarico, quello del rigore fallito da Chioccia ad inizio ripresa che poteva cambiare le sorti della partita.

Primo tempo con i padroni di casa che passano subito in vantaggio al 2° minuto con Sisti, pareggio quasi immediato con Nevi che colpendo di testa una palla da calcio d angolo segna il suo secondo gol in campionato. L’Alviano tuttavia, continua a spingere e al minuto 26° arriva la rete del vantaggio con il solito Sisti. Nella ripresa, mister Pelucchi passa a 3 in avanti e viene premiato al primo minuto quando il difensore dell’Alviano compie un fallo da ultimo uomo in area di rigore. L’arbitro Tanchi concede il penalty, ma ammonisce solo il difensore, sul dischetto va Chioccia che però colpisce il legno. Il Federico Mosconi si demoralizza e nel giro di pochi minuti prende tre gol, rispettivamente con Valenti e due volte con Quondam. Finisce con un gol di Serranti che rende il passivo meno amaro e con l’espulsione di Frunza che quindi salterà la prossima gara di campionato. Il big match va ai padroni di casa che restano meritamente in vetta al campionato in attesa di giocarsi lo scontro diretto contro il Campomaggio.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *