Mario Frustalupi vive ancora nel libro di Giuseppe Baiocco e nel 23° Torneo in sua memoria

Questo articolo è stato letto 1513 volte

Sabato 16 aprile, grazie ad una eccellente iniziativa di Piero Maiotti, nell’ambito dei festeggiamenti per il 60° compleanno della sua attività commerciale, si è tornati ancora a ricordare il grande calciatore orvietano.

Alla presenza del Sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani, del Vice Sindaco e Assessore allo Sport, Cristina Croce, del Presidente del Consiglio Comunale, Angelo Pettinacci, dell’autore dell’omonimo libro, Giuseppe Baiocco, della sorella, del fratello e del nipote di Mario Frustalupi, di Riccardo Pellegrino, dirigente dell’Orvietana Calcio, la città si è stretta ancora una volta in un grande abbraccio, nel suo ricordo.

Ha preso la parola, dapprima, il Presidente Pettinacci, il quale ha ricordato come, meno di un anno fa, il piazzale sovrastante il parcheggio di Via Roma sia stato intitolato al grande Frustalupi e che, circostanze come queste, siano per lui molto significative, considerato che la sua mamma è proprio una Frustalupi.

Il Sindaco, che non ha mancato di fare i complimenti al padrone di casa, nonché ospite inappuntabile, Piero Maiotti, che, in un momento difficile come questo, riesce comunque, non senza tanti sacrifici, a tenere in piedi con successo un’attività commerciale, ha sottolineato come Mario Frustalupi sia sempre un vanto per la città.

Giuseppe Baiocco, che nel 2013 ha pubblicato la biografia del calciatore, ha ricordato alcuni aneddoti, secondo cui il piccolo fenomeno, già all’età di sei anni, riusciva a palleggiare mille volte senza che la sfera toccasse mai terra. Ha poi letto un passo del proprio libro, che ci ha riportato al tempo dei bombardamenti del ponte di Paglia, durante la seconda guerra mondiale, quando la madre di Mario, al suonare delle sirene, usciva di casa frettolosamente, per recarsi al rifugio, tirandosi dietro i suoi dieci figli. Era la sorella Bruna, una bimba un paio d’anni più grande di lui, che si occupava di prenderlo per la mano, affinché non rimanesse indietro; quella stessa sorella che, ieri sera, forse con qualche capello bianco in più, ha raccolto l’applauso del pubblico presente, omaggiata di un mazzo di splendidi fiori.

Anche l’Orvietana Calcio era presente, nella persona di Riccardo Pellegrino, il quale ha introdotto così la 23° edizione del Torneo Frustalupi, che si terrà a Orvieto, presso l’Antistadio Oscar Achilli dal primo maggio al 5 giugno. Quest’anno, per la prima volta, il torneo – che, tradizionalmente, ospita numerose squadre appartenenti ai settori giovanili di diverse regioni del centro Italia – si aprirà anche ai più piccolini delle scuole calcio. Ben 23 team si sfideranno, per le varie categorie, sul sintetico di Orvieto e daranno vita ad una manifestazione più sontuosa del solito, con centinaia di ragazzi pronti a darsi battaglia per la conquista del prestigioso trofeo.

Mario Frustalupi c’è, più vivo che mai, nei ricordi di chi lo ha conosciuto di persona, negli occhi di chi lo ha letto sui libri, nel cuore di chi lo ama, nel respiro di tutti coloro che presto correranno sul campo di calcio per onorare la sua memoria.

frustalupi1 frustalupi2 frustalupi3 frustalupi4

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *