Sport, integrazione e disabilità al Circolo Acli di Orvieto

Questo articolo è stato letto 1551 volte

E’ stata una giornata all’insegna del divertimento e dell’integrazione quella che si è svolta il 29 giugno al circolo Acli di Orvieto, ed organizzata dall’ASD Tartaruga xyz in collaborazione con l’Oratorio San Filippo Neri. Un torneo di freccette, ping pong e calcio balilla a cui hanno partecipato molti tra adulti e minori con disabilità psichiche e fisiche e che ogni giorno vengono seguiti da operatori, educatori sociali e volontari.

“L’Associazione sportiva dilettantistica Tartaruga xyz, nata nel 2003- spiega il presidente Paola Quattoni- persegue il duplice fine della promozione di una cultura sportiva e dell’integrazione sociale, convinta e mossa dalla consapevolezza che lo sport costituisca un momento importantissimo di socializzazione e di crescita. L’idea progettuale, quindi, prende il via dal voler realizzare “tutti insieme” uno spazio dedicato all’attività sportiva integrata rivolto a chi, in qualche modo, non ha potuto accedere allo sport. L’attività sportiva individuale e di squadra, infatti, è una pratica che persegue il fine di promuovere la salute psicofisica e sociale, costruendo una modalità per l’esercizio dei diritti di cittadinanza, offrendo opportunità per costruire reti di relazioni, aggregazioni e solidarietà e garantendo diverse, ma comunque significative possibilità di partecipazione per tutti.
L’Associazione- continua Quattoni- costituisce un “mezzo” attraverso il quale le persone disabili ed i volontari possono partecipare attivamente e direttamente alle attività sportive, sociali, culturali, ecologico-ambientali e, dunque, recuperare una propria significatività e visibilità sociale. Attraverso le sue attività si prefigge di rispondere ad un bisogno molto diffuso, quello concernente il disagio sociale vissuto da soggetti disabili con caratteri e requisiti anche molto diversi tra loro: intende mettere in moto un processo di aggregazione, prevenzione e promozione sociale degli individui più deboli e con problemi di inserimento”.
E proprio per sensibilizzare la nostra comunità e per cercare di abbattere barriere e donare un sorriso ed una giornata diversa senza discriminazioni, che Tartaruga xyz ha organizzato questa giornata in collaborazione con il circolo Acli di Orvieto e l’Oratorio S. Filippo Neri di Orvieto.
Hanno partecipato inoltre i ragazzi e gli operatori del centro socio riabilitativo l ‘Albero delle voci, il centro socio riabilitativo “la Porta del Sole”, il centro diurno “la Ginestra”, la soc. Coop “Il Quadrifoglio”.

Un torneo riservato a disabili e non al circolo Acli di Orvieto che con il presidente Daniele Pacioni ed altri soci tra cui Davide Torre e Alessandro Torroni nipote di Mario Torroni, fondatore dell’oratorio San Filippo Neri hanno pensato di coinvolgere anche Don Danilo che ha partecipato ai vari tornei insieme ad alcuni dei suoi ragazzi animatori del grest proprio all’oratorio e che hanno travolto tutti con i loro giochi e i loro balli di gruppo.

“Una giornata importante”- ha spiegato Luigi Lucarelli, uno degli operatori della cooperativa Il quadrifoglio,che si è ripromesso di ripetere l’iniziativa riuscita come momento di svago e aggregazione per questi ragazzi che spesso vengono un po’ emarginati.
A conclusione della giornata un pranzo tutti insieme e la premiazione dei ragazzi ed in memoria di Mario Torroni, socio fondatore dell’Oratorio di Orvieto, la consegna delle targhe a Daniele Pacioni, Don Danilo, Paola Quattoni e ad Alessandro Torroni, per il loro impegno sociale verso la comunità.

13563231_10201814044509326_976785631_n 13595448_10201814044629329_296169699_n 13566110_10201814044469325_1076609234_n 13595513_10201814044429324_1873730682_n 13566135_10201814044549327_1912941519_n 13576413_10201814044589328_847695987_n

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *