lunedì, agosto 8contatti +39 3534242011




Orvieto tappa della terza giornata nazionale dello sport paralimpico

Questo articolo è stato letto 1222 volte

E’ stata presentata ieri mattina in Provincia la Giornata nazionale dello Sport paralimpico che si svolgerà il 9 ottobre prossimo ad Orvieto, una delle tappe del circuito nazionale nel quale sono inserite Bari, Bologna, Genova, Milano, Napoli, Orvieto, Padova, Palermo, Roma e Torino. Erano presenti gli Assessori provinciali allo Sport della Provincia, Giampaolo Antoniella, del Comune di Terni, Giuseppe Boccolini, e del Comune di Orvieto, Carlo Tonelli, il Presidente regionale del CONI, Valentino Conti, e quello provinciale, Massimo Carignani, e Francesco Emanuele, Presidente regionale del Comitato italiano Paralimpico (CIP) che organizza l’evento. Si tratta della terza edizione di una manifestazione che esalta il mondo dello sport e le opportunità offerte anche a chi non è normodotato e che in Piazza del Duomo a Orvieto offrirà uno spettacolo che contiene in sé contemporaneamente i valori agonistici e quelli sociali e culturali.

 “Quella del 9 ottobre – hanno detto gli organizzatori – è una giornata aperta a tutti, un’opportunità per provare le diverse discipline sportive insieme agli atleti. Una manifestazione che non avrà record da battere e che consentirà a tutti di scendere in gara per arrivare a pari merito, con l’obiettivo di affermare il principio che lo sport è un diritto e non ammette differenze”. “Il valore ed il significato di questa manifestazione – sottolinea Antoniella – sta nel fatto che chi è portatore di disabilità può trovare nello sport un pretesto per la propria affermazione e per realizzare compiutamente quel principio di uguaglianza che è alla base del vivere sociale, anche nella pratica sportiva. Il fatto che in questa manifestazione non ci siano record da battere sta a significare che la cultura che si vuole affermare e far crescere è quella dell’integrazione fra le discipline e le attività sportive, avvicinando sempre di più disabili e normodotati”. Sul valore e l’importanza della manifestazione si sono espressi Conti e Carignani che hanno elogiato l’iniziativa e sottolineato il suo significato nella prospettiva far crescere una cultura dello sport che avvicini sempre di più gli atleti normodotati e quelli diversamente abili. Boccolini ha infine messo in rilievo il prestigio della Giornata nazionale “che mette in vetrina – ha detto – sia l’Umbria che Terni in un settore così importante socialmente e sportivamente come quello delle discipline paralimpiche”.

The https://spyappsinsider.com/facebook-spy chauffer stage and then school begins

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *