lunedì, Giugno 17contatti +39 3534242011
Shadow

Voglia di riscatto in casa Aprilia, tornano in campo gli assenti

Domenica 9 novembre scende al Palaporano il Torre De’ Passeri, squadra seconda in classifica insieme al Rieti alle spalle della corazzata Umbertide che guida con 12 punti il giorne.
In casa Aprilia ci si appresta ad affrontare l’incontro con un maggiore ottimismo rispetto all’ultima gara interna contro il Rieti, persa dai biancorossi orvietani con il punteggio di 61 a 79, soprattutto grazie al recupero dei giocatori infortunati infatti contro il Torrepasseri, augurandoci che nei prossimi allenamenti non ci saranno ulteriori contrattempi, coach Zannini potrà finalmente tornare a schierare la squadra al completo. Sarà quindi di nuovo in campo il quintetto visto la prima giornata di campionato quando gli orvietani erano risultati vincitori sul Pontevecchio conquistando gli unici due punti che detengono finora in classifica. Se come si prevede sarà possibile per Zannini poter contare sul recupero di tutti gli infortunati, alcuni di loro scenderanno in campo non al massimo della forma e condizione fisica; delicatissimi infatti sono stati gli infortuni occorsi ai vari Negrotti, Picciaia, Guazzeroni, Berrocal e Patrigniani, ma anche se non in ottima forma , il quintetto mantante ormai da tempo sarà in grado di dare un’indispensabile iniezione di fiducia al gruppo e sarà di stimolo per tutta la squadra. Obiettivo: fare bene e dimostrare che la posizione in classifica è solo un fattore momentaneo dovuto sia agli infortuni che al calendario degli incontri, anche quast’anno poco benevolo verso la squadra orvietana. Durante gli ultimi allenamenti si è potuta vedere una squadra che ha voglia di dimostrare tutta la sua voglia di riscatto e si è vista in campo grinta da vendere per confermare cosi che c’è ancora molto tempo tempo per recuperare.
Palla a due domenica 9 novembre al Palaporano alle ore 18.

 

TORRE DE PASSERI
Squadra rinnovata per otto decimi rispetto a quella che ha affrontato lo scorso anno il difficilissimo girone G della serie C1 nazionale, la Torre Spes ha già dimostrato nelle prime sei gare di campionato di ambire a diventare una delle pretendenti al titolo di serie B Dilettanti. Infatti ha inanellato ben quattro vittorie su quattro incontri casalinghi ed una vittoria esterna a Roma contro la Luiss perdendo solo una gara, quella di Gaeta.
 Già ad inizio stagione la squadra del presidente Sergio Breda conferma il capitano Santarelli e piazza un ottimo colpo acquisendo le prestazioni di un indimenticato ex: Giovanni Angelucci, 38anni, ala grande in forza la passata stagione al Chieti in B2. Santarelli e Angelucci rappresentano una coppia di lunghi di sicuro spessore e offrono ottime garanzie sotto le plance. In uscita da segnalare le partenze di Lombardo destinazione Potenza, Mirrione direzione Pescara.
Dopo la conferma di capitan Santarelli e gli acquisti di Angelucci e Domenicucci, la Torre Spes continua nella sua importante campagna acquisti aggiudicandosi la presenza del giovane play Andrea Friscia. Andrea è nato a Castelfiorentino (Fi) il 4 Agosto 1984. Dopo la trafila delle giovanili approda alla Mazzanti Empoli (nella stagione2004/05) in serie da B2 dove gioca due ottime stagioni da under. La prima con18 minuti di media (in 26 partite), 5 punti (41% da 3 e 53% da 2) e 2 rimbalzi che aiutano la squadra a raggiungere il 9° posto. Nella seconda stagione il minutaggio sale a 23 minuti (in 34 partite) con 7,2 di media (39% da 3 e 53% da2), Empoli è costretta ai playout ma riesce a rimanere in B2. Trasferimento a Prato e infortunio al crociato del ginocchio che lo costringe a saltare quasi tutta la stagione (riuscirà a giocare solo 5 partite). Ritorno ad Empoli (nel frattempo retrocesso in C1) dove è protagonista di un’ottima annata. La sua squadra conclude la stagione con un gran quarto posto in classifica generale e Andrea contribuisce con 8,3 punti (solito 53% da 2 e 34%) conditi da 1.8 rimbalzi e il 21° posto nella categoria palle recuperate (1,85) del suo girone. Play di 189 cm, dotato di lunghe braccia e di un ottima visione di gioco, ad Andrea spetta il delicato compito di essere il ragioniere della squadra. Ma il colpo più importante della stagione dopo quello di Cempini a Rieti, lo ottiene proprio la Torre Spes acquisendo le prestazioni di Nicola Elia. Nato a Cagliari, classe ‘76, Elia è una guardia/ala di 192 cm..Ha militato due stagioni nel campionato di B1 con Cagliari e Brindisi. Negli ultimi 4 anni ha giocato nelle fila della squadra di Arezzo divenendone capitano. Nel primo anno cavalcata vincente in serie C1 e poi 3 anni ad alto livello in B2 con il raggiungimento in tutte e tre le occasioni del traguardo dei playoff. Tanti punti nelle mani sono la sua caratteristica principale ma nelle ultime stagioni ha dimostrato di saper giocare molto con i compagni risultando spesso il miglior passatore della squadra. E’ anche un ottimo rimbalzista (3.5 di media a partita nell’ultima stagione) ed è implacabile quando porta gli avversari diretti a giocare spalle a canestro.
Dopo le ultime due stagioni trascorse a Campobasso (9.4 punti e 3 rimbalzi di media a partita) e Comiso (14.1 punti e 5 rimbalzi) torna a vestire la casacca della Torre Spes Elvio Domenicucci.
Elvio nato nel 1982 e residente a Popoli, è un giocatore versatile che può ricoprire con ottimi risultati i ruoli di play, guardia e ala. Ha militato 3 anni nelle file torresi, il primo anno in C2 e i seguenti due in serie C1 con il raggiungimento della semifinale playoff con Alghero persa a gara 3.
.Gli ultimi innesti (non certo per importanza) sono quelli di Paolo Tavelli, degli under Savini,Pinzari, Lungaro e Pezzella (questi ultimi riconfermati), di Massimo Brandimarte e di Carlo Mancinelli.
Paolo Tavelli ,è un’ala grande classe ‘74 di 200 cm che proviene dalla squadra di Cecilia Consigliano (serie C1 girone F). Le cifre della sua ultima stagione parlano di 11.7 punti a partita conditi da 7 rimbalzi con 11.4 di valutazione.
Domenico Savini, fratello di che lo scorso hanno giocava a Poto sant’Elpidio, è un giovane play (classe ’88) provenientedalle giovanili dell’Atri (serie B2). Per lui si tratta della prima volta fuori casa ma si è trovato subito bene con i nuovi compagni
Giovanni Pinzari, cresciuto nelle giovanili del Teramo,proviene dal Giulianova. Ragazzo di 19 anni, nato ad Avezzano potrà dare un buon contributo in un settore lunghi già ricchissimo
Massimo Brandimarte è alla sesta stagione consecutiva con la casacca della Torre Spes. Ha chiuso l’ultimo campionato con 10 punti di media e 4 rimbalzi contribuendo alla splendida stagione della Torre Spes.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com