mercoledì, Febbraio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Orvietana beffata al 91’ da un rimpallo

Derby emozionante al Muzi, nel primo tempo il Deruta sembra di un altro pianeta, ma è l’Orvietana a chiudere in vantaggio col neo arrivato Tommasoni! Nulli para un altro rigore come due settimane fa. Poi nella ripresa i biancorossi sprecano il raddoppio e il Deruta rimonta. Contestato l’arbitro.

Derby dalle mille emozioni, non tutte dovute al bel gioco. Fratini recupera Schicchi ma perde Pugnali. Nel Deruta mancano Fornetti e Farinelli. Ospiti che sfoderano il loro trio delle meraviglie: Porricelli, Pero Nullo e Berdini fanno il diavolo a quattro là davanti, ma un super Nulli para il possibile e l’impossibile. Poi su una disattenzione è l’ultimo acquisto Marco Tommasoni, a Orvieto da pochi giorni, con un pallonetto spettacolare a portare avanti l’Orvietana. Nemmeno un rigore porta in parità l’incontro, il giovane Simoni Nulli, diciottenne di Torre Alfina, para anche quello!

Nella ripresa la gara è equilibrata, Schicchi si mangia il 2-0 in maniera clamorosa, ed ecco il pareggio del Deruta con un’azione da applausi. Ma nel recupero da una punizione contestatissima assegnata al Deruta, e forse invertita visto il probabile gioco pericoloso dell’attaccante ospite, arriva il gol vittoria.

Pero Nullo mette al centro la palla carambola sulla schiena di un difensore e Porricelli si ritrova sui piedi un pallone che chiede solo di essere appoggiato nella rete ormai sguarnita. Finisce tra l’esultanza del Deruta che si innalza a nuova capolista solitaria del campionato e la disperazione dei biancorossi che ad un passo dal traguardo devono cedere per la terza volta consecutiva in casa, l’intera posta agli avversari.

LA CRONACA

Orvietana con la novità Tommasoni in campo fin dall’inizio, l’altro neo acquisto, il difensore Bastia, parte invece dalla panchina. Nella prima mezz’ora c’è solo il Deruta. Messo in campo con Pero Nullo dietro a Porricelli e Berdini, il reparto avanzato degli ospiti sembra fare faville… almeno fino al momento della conclusione. Dopo dieci minuti gli uomini di Schenardi riescono ad arrivare al cross per Pero Nullo che viene però anticipato in angolo. Nemmeno cinque giri di orologio e Berdini va via in velocità sempre sullo stesso lato del campo, stavolta è Porricelli in area ad essere anticipato dall’uscita di Nulli. Ma è solo il Deruta a spingere, l’Orvietana continua ad arretrare e ancora Porricelli, giocatore che ad agosto sembrava ad un passo dall’indossare la maglia biancorossa, supera due avversari apre il gioco sul versante opposto dove un’accorrente Mugnai trova il varco giusto per presentarsi alla conclusione. Tiro centrale, si fa trovare ancora pronto Nulli. Tra la sorpresa generale però passa in vantaggio l’Orvietana. Cersosimo scodella in area una palla sottovalutata da tutti, la difesa ospite è ferma ad aspettare l’uscita del portiere o la segnalazione di un inesistente fuorigioco, Ciurnelli svirgola e la palla arriva al neo acquisto Tommasoni che si presenta ai suoi nuovi tifosi con un pallonetto da applausi che supera Zandrini e sblocca il risultato. Si tratta però di un fulmine a ciel sereno, neanche due minuti e ci vuole un’altra parata di Nulli su Beldrini per lasciare inviolata la porta biancorossa. Che il giovane portiere sia in giornata di grazia lo si vede dieci minuti dopo. Pero Nullo continua ad avere una marcia più di tutti e per fermarlo ci sono solo le maniere cattive, Gentili lo stende in area. Rigore. Dal dischetto si presenta Berdini, ma proprio come due settimane prima, ancora una volta Simone Nulli para il tiro dagli undici metri. Conclusione angolata, forse non veloce, sta di fatto che in tuffo il biondo numero uno nega il pareggio al Deruta. Nella ripresa il Deruta torna in campo con Antonelli e Cecchetti al posto di Biviglia e Ciurnelli, ma senza stravolgere l’assetto tattico. Ora la gara è più equilibrata, cominciano le proteste arbitrali. Al decimo Cardarelli viene buttato giù da Tempesta, per l’arbitro il fallo è fuori area ma i dubbi restano, sugli sviluppi della punizione l’Orvietana ha l’occasione per il 2-0. Stavolta la difesa del Deruta si dimentica di Schicchi che da due passi prova a imitare il pallonetto di Tommassoni, ma senza successo. Da manuale invece l’azione che porta al pareggio. Porricelli si invola in avanti, mette al centro verso Mugnai che fa velo, la palla arriva sul lato opposto a Pero Nullo che rimette in equilibrio l’incontro. Fratini inserirà poi Arcioni per infoltire il centrocampo, in precedenza aveva tolto un Cardarelli meno lucido del solito e alla fine ci sarà l’occasione, al novantesimo, per la standing ovation meritata di Tommasoni. Ma mentre ci si preparava a sfollare ecco l’episodio decisivo. Contrasto di gioco sulla trequarti tra Chirieletti e un avversario che entra su di lui in gioco pericoloso, l’arbitro inverte la punizione e concede palla al Deruta. Pero Nullo mette il area il pallone dell’ultimo assalto quasi ad occhi chiusi, esce Nulli stavolta meno fortunato del solito, la palla carambola sulla schiena di un difensore e arriva proprio sui piedi di Porricelli a cui non pare vero di avere la porta sguarnita davanti. Un rimpallo che vale il primato in classifica per il Deruta, un rimpallo che condanna alla terza sconfitta consecutiva interna l’Orvietana, che dopo la vittoria di Sesto Fiorentino domenica scorsa, pensava di essere riuscita ad invertire la tendenza. Domenica prossima si torna in provincia di Firenze, stavolta a Borgo San Lorenzo, prima di un altro derby interno contro il Group Castello.

LE INTERVISTE

Marco Schenardi, allenatore del Deruta.

“Sono contento della prestazione, capisco il rammarico dell’Orvietana, ma il primo tempo abbiamo giocato solo noi, il secondo tempo è stato più equilibrato. Insomma se il gol fosse arrivato prima nessuno avrebbe da ridire nulla, siccome è arrivato nel recupero e su un rimpallo casuale, sento parlare solo di fortuna, ma non è così. Il primo tempo abbiamo avuto 8 palle gol e il rigore e invece siamo andati sotto. Ma se voi pensate che il Deruta debba vincere tutte la partite per tre a zero, sbagliate di grosso. Ora non voglio far pronostici, dobbiamo pensare solo a noi stessi, non fare la corsa su nessuno e continuare con umiltà”.

Fabrizio Fratini allenatore dell’Orvietana.

“Sembrava fatta invece un episodio ci ha condannato, oggi non abbiamo fornito una buona prestazione, non solo perché davanti avevamo una squadra forte, siamo stati infatti un po’ timorosi nel primo tempo. Dobbiamo acquisire personalità. Tommasoni? Buona partita considerando che si è allenato da pochi giorni con noi, ci darà una grossa mano. Sugli episodi arbitrali, oltre a ricordare la clamorosa inversione della punizione da cui è arrivato il gol, c’era gioco pericoloso dell’avversario sul nostro giocatore, ciò che non mi va bene, e ormai succede da diverse partite, prima di ammonire un avversario devono verificasi una dozzina di falli, a noi al primo fallo commesso all’inizio, ce ne ha ammoniti due, condizionandoci tutta la gara”.

ORVIETANA – DERUTA 1-2
ORVIETANA (4-3-3):
S.Nulli; Chirieletti, Ciccone, Schicchi, Bronchi; Cersosimo, Ingrosso, Gentili; Gamma (31’st Arcioni), Tommasoni (45’st Niscemi), Cardarelli (23’st Rispoli). A disp.: Pasquini, F. Nulli, Bastia, Mariotti. All.: Fratini.
DERUTA (4-3-1-2): Zandrini; Ferreira, Tempesta, Ciurnelli (1’st Cecchetti), Stoppini; Mugnai, Biviglia (1’st Antonelli), Marinacci; Pero Nullo; Porricelli, Berdini (37’st Monarchi). A disp.: Mazzella, Broccatelli, Genipi, Boaateng. All.: Schenardi.
ARBITRO: Valente di Roma (Brilla di Ercolano e Guida di Torre Annunziata)
MARCATORI: 29’pt Tommasoni (O), 25’st Pero Nullo (D), 46’st Porricelli (D).
NOTE: Spettatori 250, ammoniti: Ciccone, Cersosimo, Arcioni (O); Tempesta, Cecchetti (D). Angoli: 5-2 per il Deruta, recupero: 2′ + 3′. Al 40’pt Simone Nulli para un rigore a Berdini.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

1 Comment

  • vocidispogliatoio

    Stavolta la sconfitta è meno amara, si è visto un gioco più lineare, mica tutte le domeniche giocheremo con le prime in classifica!

    ps complimenti al fotografo per lo scatto puntuale sul gol del neo acquisto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com