domenica, maggio 29contatti +39 3534242011




Ciconia beffato al 94’. Cupello regala alla R. Menti il derby

Questo articolo è stato letto 3377 volte

Allerona – Nel giorno del tanto atteso derby orvietano, la Romeo Menti
festeggia i cinquant’anni di attività. Un vanto per la società di Allerona Scalo,
traguardo degno di un genuino applauso di congratulazioni. Derby ricco di
emozioni, giocato con intensità e determinazione da entrambe le parti, deciso
all’ultimo respiro da un colpo di testa di Cupello. Il Ciconia si presentava al Menti forte delle tre vittorie consecutive, ma decimata da infortuni e
squalifiche, come dimostrano i tre ragazzi della juniores convocati da Ciucci.
Out per infortunio Morelli, Riccardo Croccolino e il grande ex Cenerotti. L’attacco è mutilato, Gabriele Croccolino, squalificato, guarda la partita dalla
tribuna, Franciaglia è indisponibile. La formazione è quasi obbligata e
presenta Parisi in porta, Crosta e Stefanucci in difesa, Polleggioni vertice
basso del rombo con Ciuco trequartista, in attacco Marchignani e Hoxha. La
Romeo Menti in fiducia dopo l’ottimo pari a Castel Ristaldi non segnala
defezioni. Mister Baldini ha l’imbarazzo della scelta, ma non si fida e opta
per un 4-5-1 con Cimicchi mediano davanti alla difesa. Il modulo non deve
ingannare perché se Tiberi e Samuele Baldini in mezzo al campo sono chiamati al
contenimento, sulle fasce Piazzai e Mariani in fase offensiva diventano vere e
proprie punte, supportando l’isolato Fastelli.

La gara stenta a carburare.
Merito della Romeo Menti, cui un pari andrebbe benissimo, che tiene basso il
ritmo per non svegliare il can che dorme, ma fatica poi parecchio a ripartire.
Colpa di un Ciconia che fatica ad impostare, a rifornire la seconda linea,
quella dei piedi buoni, formata da Ciuco, Filippi e Massini. Polleggioni in
fase di interdizione è limitato e quando si propone in avanti è braccato da
Tiberi. Il Ciconia comunque fa la partita e riesce a creare un paio di
occasioni da goal. Marchignani tenta il tiro da fuori al 17′, ma la palla è
alta. Poi innumerevoli calci di punizione per la compagine di Ciucci, male
sfruttate dai battitori ospiti. Al 23′ la gara si sblocca. Marchignani trafigge
Pietrini con una stoccata dal limite. Il Ciconia spinge per chiudere il match.
Filippi sulla destra è ispirato e combina bene con Marchignani, ma chiare
occasioni da goal non se ne vedono. La squadra di casa tiene botta e a volte si
rende pericolosa con Fastelli che impegna i difensori spesso eludendo il
fuorigioco. L’ostracismo e la determinazione alla fine paga la Romeo Menti che
al 40′ riesce a pareggiare. Cimicchi dalla lunga distanza viene contenuto in
affanno da Parisi che respinge, Fastelli come un falco si avventa sul pallone e
lo indirizza in rete per l’uno a uno.
La ripresa vede un buon avvio dei locali
con Piazzai che testa i riflessi di Parisi al 47′, poi con il passare dei
minuti la carica dei padroni di casa è spezzata dalle trame ariose del Ciconia
e le geometrie di Ciuco e Polleggioni, che tentano in ogni modo il goal del
vantaggio. L’inerzia è tutta per gli ospiti. Ci prova prima Stefanucci e poi
Croccolino su calcio d’angolo, Marchignani tenta più volte l’azione solitaria
dalla sinistra e Polleggioni dalla distanza per due volte fa sobbalzare i
tifosi in tribuna. Ma la palla goal più nitida capita alla punta Malvis Hoxha,
che su mischia in area ha l’occasione di trafiggere Pietrini da due passi, ma
manda clamorosamente a lato. Il fortino di Baldini tiene e si resta in parità
fino alla fine. Nel calcio si sa, chi sbaglia alla fine viene punito. Nell’ultimo dei 4 minuti concessi dall’arbitro Conti, Cupello trova la zuccata
giusta su calcio d’angolo, facendo esplodere di gioia il Menti e tutti i suoi
compagni.

Il Ciconia perde ancora contro i cugini della Romeo Menti. Ormai
vera bestia nera della squadra di Ciucci. Eppure la gara era stata affrontata
con l’approccio giusto e la giusta convinzione. Si può recriminare sulle tante
assenze che alla fine hanno pagato, ma resta il fatto che il Ciconia ha perso
una ghiotta occasione per fuggire dalla mischia di metà classifica. Standing
ovation per la Romeo Menti. I ragazzi di Mister Baldini acciuffano una vittoria
importantissima in chiave salvezza, dimostrando che con grinta e volontà si
possono ottenere risultati importanti. Ottima la prova dei senatori Cimicchi,
Cupello e Della Bella, la Romeo Menti dovrà aggrapparsi a loro per la missione
salvezza.
Formazione Romeo Menti: Pietrini, Palmerini, Cupello M, Cimicchi,
Cupello L, Della Bella, Mariani (Renzetti), Piazzai, Baldini S, Tiberi
(Marzocchini), Fastelli.

Mr. Baldini V
Formazione Ciconia: Parisi, Sarpano,
Croccolino F, Filippi (Zappitello), Stefanucci, Crosta (Mocetti), Ciuco,
Pollegioni, Hoxha, Massini Rosati L, Marchignani.

Mr. Ciucci

 

Arbitro Conti
di Terni

 

Reti: 23′ Marchignani, 40′ Fastelli, 49’st Cupello.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *