martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

Orvietana fermata nel derby (0-0)

Stavolta il fenomeno in porta è tra gli avversari: Paolucci ne salva tre! Negato un netto rigore su Panico.

ORVIETANA – SPORTING TERNI 0-0

ORVIETANA (4-3-3): Pasquini; Nuccioni (26’st Cioci), Morasca, Fenucci, Frizzi; Agostini, Ingrosso, Pepe; Rovella, Famiano (41’st Moneti), Panico. A disp.: Manzotti, Proietti, Fattorini, Cioci, Moneti, Muccifori, Crisanti. All.: Marini.

SPORTING TERNI (4-4-2): Paolucci; Medici, Lattarulo, Schettino, Conti; Sinisi, Paoli, Mattia, Sampaolesi (20’st Rocchi); Bagnato, Gesuele. A disp.: Liurni, Caccavalle, Buzzi, Picchioni, Martone, Fabiani. All.: Brevi.

ARBITRO: D’Annibale di Marsala (Culicelli di Ostia e Bernabei di Tivoli)

NOTE: Spettatori circa 300. Ammoniti: Medici, Paoli, Schettino (ST), Agostini, Morasca (O); angoli: 2-4. Recupero: pt: 0’, st: 3’. Allontanato l’allenatore dei portieri dell’Orvietana Loddo dalla panchina per proteste.

Un derby con molte emozioni, dai ritmi alti e in cui in pratica sono mancati solo i gol. Grazie soprattutto ai due portieri, Paolucci tra i ternani che ha sfoderato una prova superlativa parando tre conclusioni a botta sicura e il solito Pasquini, da domani a Pomezia con la nazionale Under 18 dilettanti, che inoperoso per gran parte del match si ritrova tra i protagonisti nel finale.

Orvietana senza Mvuemba e Ciccone per squalifica e Chiasso tenuto a riposo precauzionale. Marini ripropone Nuccioni difensore di fascia e posiziona Pepe, migliore in campo in mediana, davanti Famiano è al centro tra Rovella e Panico. Tra gli ospiti, oltre a Scappitto, all’ultimo resta in tribuna anche l’ex Gentili. Non solo, Brevi schiera a sorpresa Paoli a centrocampo. Nel primo quarto d’ora si vede solo la squadra di casa, Famiano prima si ritrova attardato quando Rovella gli serve un pallone d’oro a metà area, poi prova da fuori la conclusione a girare che termina a lato di un soffio. La risposta ternana è pericolossissima: Bangato va a battere un corner, Morasca a centro area finisce misteriosamente a terra e Gesuele può saltare indisturbato a due passi dalla porta, fallendo il più facile dei gol. Al 20’ l’azione più contestata, Panico supera due avversari, entra in area, si sposta sulla destra e viene atterrato da Conti. Il rigore sembra netto, ma l’arbitro, a due passi, lascia andare. Col passare del tempo l’Orvietana guadagna dominio territoriale, ma le occasioni migliori non capitano sui piedi degli attaccanti. E’ infatti Ingrosso al 38’ a vedersi sventare in angolo, con una parata d’istinto strepitosa, la sua conclusione di potenza da posizione centrale appena entrato in area sfruttando un assist di Rovella.

Si rientra negli spogliatoi con qualche biancorosso che ancora contesta la terna arbitrale. Nella ripresa i ritmi non calano, anzi. Agostini e Pepe dominano a centrocampo, dall’altra parte lo Sporting si ritira troppo in difesa. Agostini e Rovella non sfruttano dei palloni vaganti in area, poi poco dopo il quarto d’ora si ripete il duello Ingrosso – Paolucci con il portiere ospite ancora super star: Ingrosso si ritrova spazio libero in area per concludere, ma l’estremo difensore si supera con una parata ancora più difficile di quella del primo tempo. Lo Sporting si vede solo al 19’ quando Sinisi vede Pasquini un po’ fuori dai pali e prova a sorprenderlo dalla distanza.

A questo punto Brevi decide di rimescolare le carte ed inserisce Rocchi per Sampaolesi. La mossa produce subito i frutti: per tre volte il neo entrato attaccante, molto ricercato anche dall’Orvietana in questo mercato di dicembre, chiamerà a non facili interventi Pasquini. Con lo Sporting in atteggiamento più offensivo Marini rischia il tutto per tutto: via un difensore, Nuccioni, e dentro Cioci. Ma a negare la vittoria all’Orvietana ci pensa ancora super Paolucci con il terzo miracolo di giornata nei minuti finali stavolta sulla botta di Panico.

Alla fine il punto è d’oro soprattutto per gli ospiti che restano a più cinque sulla zona calda, mentre l’Orvietana rosicchia solo un punticino allo Scandicci. Comunque andrà quindi domenica prossima nell’ultima d’andata a Civita Castellana, il Natale per i biancorossi si passerà in zona playout.

SPOGLIATOI:

LUCIANO MARINI, allenatore Orvietana:

“Cosa ci è mancato? una cosa… rotonda che in questo periodo proprio non abbiamo! Il gol non arriva, il loro portiere è stato bravissimo, ma ci ha messo del suo anche l’arbitro, non vedendo un rigore nettissimo su Panico, roba da non credere. Abbiamo concesso solo tre tiri in porta in novanta minuti, contro le nostre 15 conclusioni nello specchio, ma Famiano, Rovella e Panico non hanno fatto alla perfezione quello che avevo chiesto loro. Stiamo cercando ancora quest’attaccante che ci possa aiutare a finalizzare, mentre negli altri reparti è andato tutto bene, Pepe e Agostini hanno disputato una grande partita, così come i centrali difensivi e tutti i giovani”.

EZIO BREVI, allenatore Sporting Terni:

“E’ come se avessimo vinto. Sapevamo che di fronte avevamo una squadra ben organizzata la avevamo studiata in settimana, la gara era importante per la classifica, siamo stati bravi a remare tutti nella stessa direzione. Rocchi è stato determinante nel finale, Gesuele stava facendo reparto da solo e avevo bisogno di far alzare la squadra”.

SIMONE PASQUINI, portiere Orvietana:

“Non prendere gol fa piacere, ma oggi si doveva vincere. Sto passando un gran momento, mi fa piacere della chiamata importante ricevuta, ma io non sento alcuna pressione, so che ho avuto fortuna di poter giocare quest’anno purtroppo per l’infortunio di Nulli, poi tutto quello che è accaduto lo vivo con serenità. Grazie anche ai difensori che ho davanti, malgrado le assenze e le squalifiche cambiano ogni domenica, ma sono tutti dei grandi giocatori che mi fanno sentire più sicuro”.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

5 Comments

  • calciofilo

    si però quello che dico, e che è stato fatto prima il mercato grosso e per ultimo si è lasciata la punta.
    Io penso che per una squadra come la nostra che sicuramente andava rinforzata perchè all’inizio era davvero poco guardabile,ma che necessitava in modo vitale di uno che la buttasse dentro si doveva agire al contrario,magari sacrificando anche 1-2 giocatori per accontentare la fatidica punta.
    E’ ovvio che senza soldi la coperta spesso risulta corta,però,e l’anno scorso è stato maestro in questo,senza un terminale vero puoi costruire quello che vuoi,giocare bene e meritare ma le partite le vincerai sempre a fatica,dunuque se IO devo assumermi un rischio preferisco avere una rosa un po più corta ma di maggior qualità soprattutto offensiva.

  • bombo

    Raso era la prima scelta ma non è voluto venire a Orvieto visto che l’Arezzo sembra gli dà più di sei mila euro al mese (c’è chi dice anche 8…) cifre insostenibili qui a Orvieto. L’arezzo vinceva 1-0 ha finito per perdere 2-1 raso ha giocato gli ultimi 20 minuti

  • Il CINESE

    x calciofilo è vero che serve una punta (questo ormai lo sappiamo tutti)anche perchè tra l’altro non l’abbiamo mai avuta, ma so bene che la società ha contattato molte “punte” e molte non erano intenzionate a lasciare la squadra dove giocavano, altre volevano venire ma le società non lasciavano gli svincoli, qualcuna è libera ma solo perchè non facevano goal e quindi non interessanti per la causa e onde evitare di ripetere errori commessi ad inizio stagione non si può andare al buio.
    Speriamo che prima del 15 la Società trovi l’attaccante giusto (stanno lavorando per noi)anche se non è facile.
    ma Raso è andato all’Arezzo ?
    ma domenica l’Arezzo che ha fatto?

    ::::::::::

  • calciofilo

    Per piacere una punta!!!!!!
    Abbiamo preso giocatori in ogni ruolo, e non una punta,com’è possibile???
    Oggi in tutte le occasioni che abbiamo avuto non c’è mai una punta che le finalizza,sempre centrocampisti o esterni.
    Adesso che riusciamo a stare in campo un po meglio fate uno sforzo,dopo anni,regalateci un giocatore da,non dico tanto,15 gol l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com