venerdì, Aprile 19contatti +39 3534242011
Shadow

Figuraccia Orvietana, scoppia il caso Famiano, parole dure del presidente Paci

Dopo nove minuti due gol subiti e un’espulsione cercata più volte da Famiano. Finisce 4-1. Il presidente Paci “Servono spiegazioni, sono disgustato, forse sta succedendo qualcosa che io non so…”.

FLAMINIA C. CASTELLANA – ORVIETANA 4-1

FLAMINIA C. CASTELLANA (4-4-2): Assogna; Morini, Okoroji, Scardala, Gentili; Lazzarini, Luciani (35’st Cavalieri), Stefani (15’st Lunghi), Rossi (23’st Floccari); Scardini, Menichini. A disp.: Pro, Petricca, Ruocco, Berardi. All.: Rossi.

ORVIETANA (4-2-3-1): Pasquini; Nuccioni, Morasca (5’st Proietti), Ciccone, Frizzi (33’pt Agostini); Pepe, Ingrosso; Moneti (5’st Cioci), Famiano, Panico; Rovella. A disp.: Manzotti, Fattorini, Crisanti, Presti. All.: Marini.

ARBITRO: Caravita di Cosenza (Beneduci di Napoli e Della Monica di C. Stabia)

MARCATORI: 4’pt Morasca (autogol) (O); 6’pt Okoroji (F), 25’pt Ingrosso (rigore) (O), 27’pt Scardini (F), 12’st Menichini (F).

NOTE: Spettatori 150, espulso al 9’ pt Famiano (O) per proteste, ammoniti: Assogna, Stefani (F), Pepe, Proietti (O). Angoli: 3-2 per l’Orvietana. Recupero: pt: 1’, st: 4’.

Domenica scorsa dopo il derby contro lo Sporting finito senza reti, ma con molte emozioni e bel gioco, si era detto che era difficile credere come l’Orvietana fosse una squadra da zone basse della classifica. Una settimana dopo invece i biancorossi toccano il fondo. Avevamo pensato di aver assistito al peggio ad inizio stagione, invece questa ultima di andata, oltre che ultima del 2010 anno del centenario, resterà forse la peggiore prestazione della squadra.

E’ difficile parlare di tattica e tecnica in una gara in cui dopo nove minuti i difensori ne hanno combinate di tutti i colori, regalando di fatto due reti agli avversari (4’ e 6’ minuto) e in cui Famiano, sempre negli stessi fatali minuti iniziali, manda a quel paese l’arbitro per ben tre volte per futili motivi. E’ sembrato quasi che il fantasista campano non cercasse altro di chiudere la sua gara entro i primi seicento secondi. L’episodio ha subito spostato l’attenzione dal campo, dove la partita ormai era fin troppo segnata, ai tanti capannelli di dirigenti, presidenti, sponsor e altri addetti ai lavori biancorossi sulle cui labbra pendeva solo un nome: quello di Pietro Famiano, il giocatore di maggior talento, il giocatore che ha segnato più reti ma che non per la prima volta si rende colpevole di atteggiamenti e comportamenti da biasimare.

Ad ogni modo, prima del gesto che potrebbe costare caro al fantasista campano, i difensori biancorossi erano stati capaci di collezionare talmente tante papere da dover meritare il doppio svantaggio. Si è giocato su un campo infame, forse per questo il retropassaggio di Frizzi è risultato corto, Pasquini prova ad uscire, i centrali recuperano in affanno ma Morasca nel tentativo di spazzare via il pallone lo insacca dritto per dritto nella propria porta. Due minuti e Luciani pennella in area una punizione dalla tre quarti, Lazzarini colpisce di testa indisturbato Pasquini para ma Okoroji (in campo a sorpresa al posto di Petricca) anticipa tutti per il raddoppio. Difesa in bambola, Frizzi ancora scosso per il primo errore non ne azzeccherà più una e là davanti c’è un uomo in meno.

Eppure a metà primo tempo uno schema su punizione porta Ingrosso a servire in area Panico che atterrato dal portiere si guadagna il rigore, Ingrosso trasforma e la gara sembra riaprirsi. Ma non è giornata neanche due minuti e Menichini si invola sulla destra serve Lazzarini che trova in area Scardini per il 3-1.

Inutile, si diceva, ricordare gli assenti: Fenucci, Chiasso e Mvuemba che rientreranno alla ripresa del campionato e qualche scelta tattica di Marini, che col senno di poi, non si è rivelata felice: Proietti e Agostini un volta mandati in campo al posto dei titolari hanno fornito prestazioni convincenti, ma ovvio che ormai non avevano più pressioni essendo entrati a gara compromessa.

Nella ripresa Marini prova a inserire anche Cioci, ma solo un colpo di testa di Ingrosso e un destro di Rovella avrebbero potuto trovare migliore fortuna, nel frattempo però Menichini aveva violato per la quarta volta la rete ospite. Il finale porta qualche occasione per Panico e Pepe, ma ci vuole il solito buon Pasquini ad evitare in due occasioni un passivo ancora più pesante.

La sconfitta alla fine non cambia di molto la classifica, in attesa dei recuperi, vista la concomitante debacle interna del Deruta e il pareggio dello Sporting Terni, ma dopo questa prestazione, prima di guardare gli altri, l’Orvietana dovrà far quadrato al proprio interno.

Negli spogliatoi poca voglia di parlare, Marini scappa senza lasciare dichiarazioni, il presidente Paci usa parole amare: “Giornata infausta, un autogol e mezzo e un’espulsione che merita delle spiegazioni, sono disgustato, non siamo stati neanche dignitosi, forse sta accadendo qualcosa che io non so…”. Ciccone aggiunge: “Siamo stati fortunati all’inizio, poi abbiamo reagito nel modo più sbagliato, non c’eravamo con la testa, ora con quasi venti giorni di stop sarà durissima digerire questa batosta, era meglio se si fosse giocato subito, inspiegabile dopo la prestazione della settimana scorsa questo crollo”.

SERIE D girone E, ultima di andata:

Deruta – V. Spoleto 2-4

Sporting Terni – A. Arezzo 2-2

Fl. C. Castellana – Orvietana 4-1

rinviate tutte le altre partite (si recuperano tra mercoledi e giovedi prossimi): F. Juventus – Perugia; G. Castello – Pontevecchio; Monteriggioni – Todi; Montevarchi – Sestese; Sansepolcro – C. Rigone; Scandicci – Pianese.

Classifica:

Castel Rigone e Perugia 36

Todi 35

Sansepolcro 28

V. Spoleto * 27

Montevarchi 26

Pianese e Fl. Civita Castellana* 25

G. Castello e Pontevecchio 24

S. Terni* 22

Scandicci 20

Orvietana* 16

Deruta* 14

A. Arezzo* 13

Sestese 12

Monteriggioni e F. Juventus 10

* S. Terni, A. Arezzo, Fl. C. Castellana, Orvietana, Deruta e V. Spoleto una partita in più.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

14 Comments

  • calciofilo

    Sig Lanzi mi scusi,io apprezzo il gesto di rendersi personalmente contattabile però mi sembra del tutto normale e nessuno si deve offendere o sentire ferito personalmente se di fronte ad una stagione che ha contorni sempre più preoccupanti ci sia del fermento e della delusione.
    Mi sembra che ci sia più di una realtà con problemi economici in questo campionato come in tutti gli altri(serie A compresa) ma la cosa che mi preoccupa e che,se posso,non condivido è come sono stati spesi,ma ancora di più l’atteggiamento di questa in alcune partite.
    I problemi ad allestire una squadra di valore dovrebbero dare ancora maggiori incentivi a chi c’è e chi difende questi colori a dare tutto,a stare più attento a certi atteggiamenti a vedere in ogni minuto della partita un momento importante per costruire un risultato.
    Invece tante volte non è così.Non si contano più le espulsioni per reazioni,proteste o cose simili.
    Mi sembra inoltre che il discorso del presunto attaccante sia un po curioso,perchè al di la del numero esatto delle punte che nn siamo riusciti ad ingaggiare per motivi di budget penso modestamente che sarà difficile reperire qualche giocatore che ci possa davvero dare una mano ad un costo proponibile a gennaio.Il mercato vero in serie D è quello di dicembre.
    Se poi dimostrete di avere un progetto o un’intuizione importante sarò il primo ad esserne felice e complimentarmi.

  • Marco Gobbino

    Solo per la precisione, io nei miei articoli non ho detto che tutti gli attaccanti contattati in fase di mercato non sono stati poi tesserati per motivi economici, in tre occasioni i motivi sono stati economici, negli altri il problema era semplicemente che le società di appartenenza non li lasciavano liberi. Molti attaccanti si erano accordati con la società ed erano ben felici di venire a Orvieto, ma non hanno potuto lasciare la loro squadra che non gli ha dato la lista di trasferimento. Nel mercato di gennaio invece sareà possibile tesserare gli svincolati dai professionisti, ovvero gente che ha giocato tra i pro ma si è svincolata, cioè in parole povere è rimasta a spasso, quindi ci sarà da trattare solo con i giocatori e non con le società e da quanto mi risulta i contatti anche in questo caso sono già stati avviati.

    ps per Paolo Lanzi e tutti gli altri: se oggi mi avete per caso cercato, ho lasciato via il telefono non è che non vi rispondo!!! tornerò raggiungibile telefonicamente stasera per cena!!

    Marco Gobbino

  • Paolo Lanzi

    Vorrei chiudere questa diatriba con una semplice dichiarazione,ero consapevole delle difficolta’ che si sarebbero presentate nell’affrontare un campionato di serie D in questa stagione e non parlo solo del fatto economico,ma anche di quello gestionale e organizzativo.
    Nessuno sa’ che a giugno non sapevamo se si aveva la possibilita’ di iscriversi a questo campionato,l’abbiamo fatto e stiamo affrontando i problemi in maniera dignitosa e senza grandi proclami,siamo partiti con umilta’ e senza traguardi particolari,purtroppo questo non tutti l’hanno capito o forse non lo vogliono capire,in questa squadra non esistono raccomandati o gente da raccomandare esistono ragazzi che sudano e faticano per pochi spiccioli e lo fanno solo per una passione personale,i valori tecnici li deve giudicare il Mister e non noi.
    Per quanto concerne il discorso qualita’ nella Juniores credo che questo sia appannaggio dei risultati “Spareggio Play off l’anno passato” campionato dignitoso e di costruzione in questo anno,pensando che parte dei ragazzi “Presti,Crisanti,Muccifori,Burchielli,Manzotti, sono fuori o con la prima squadra o infortunati o prestati a campionati di categoria.
    Per quanto riguarda la mia persona,io non ho problema a metterci la faccia
    ce l’ho sempre messa e sono sempre disponibile per qualsiasi chiarimento non mi faccio bello quando vinco (quindi poche volte) non mi nascondo quando perdo e soprattutto mi firmo.
    L’ho gia’ fatto e lo rifaccio, se qualche persona vuol mettere la sua faccia il mio numero di telefono è 3296716126
    Paolo Lanzi

  • calciofilo

    Beh io penso che se ci sono dei problemi sia giusto sottolinearlo e farlo presente,perchè penso che il far finta di niente significhi fare il male della squadra non il bene.
    Noi non contiamo niente però non mi sembra da vero tifoso accettare la situazione così com’è senza fare o almeno dire niente,non mi piace vedere la nave che affonda ed io me ne sto sulla spiaggia seduto sulla sdraio.
    Poi i nostri discorsi andranno sicuramente persi nel nulla anche perchè le poche volta che ho osato fare qualche critica ci mancava che intervenisse il presidente della repubblica a rudarguirmi,e d’altra parte quello che ci sentiremo sempre dire è che il budget era basso,siamo una piccola realtà,i tifosi allo stadio non urlano(come se ieri i tifosi della castellana fossero in 25000 armani di sciarpe e tamburi,solo per fare un esempio) ecc….
    Però,e mi ripeto all’infito,non facciamo poi finta a fine anno di essere sorpresi se le cose dovessero andare male.
    L’ultima cosa,visto che sicuramente ci sarà gente che ne sa più di me e visto che la dirigenza non è criticabile mi spiegate una cosa che a me appare paradossale però evidentemente è un arguto piano dei nostri intraprendenti dirigenti:duqne,a dicembre nel mercato di categoria sono state contattate più o meno da quanto ho letto 10-15 attaccanti di categoria,chi migliore chi meno.comunque sempre di squadra di interregionale, e con nessuna(almeno a quanto riporta la stampa su 10 contattati) si è riuscito a trovare l’accordo economico.
    Bene,ora la società dice che si aspetterà il mercato di gennaio con gli svincolati dai PROFESSIONISTI.
    La domanda è questa:se non siamo riusciti ad accontantare uno,e dico uno,dei giocatori cercati in categoria,come è possibile che tutto d’un tratto troviamo le risorse per accontentare un giocatore che arriva dai professionisti e solo per questo chiederà sicuramente di più??
    Mi sembra come se il Cittadella cercasse un giocatore in lega pro e poi non riuscendo ad ingaggiare nessuno per motivi di budget aspettasse gli scarti dell’Inter.
    Comunque spero che qualcuno faccia chiarezza,ma soprattutto la finisse di prenderci in giro,perchè loro saranno anche fior fior di dirigenti ma non non siamo del tutto cretini.

  • RICCARDO.F.

    PER CALCIOFILO , PENSO CHE HAI CAPITO IL SENSO DEL MIO INTERVENTO CIOE’ QUELLO DI ESSERE OTTIMISTI E DI CERCARE DI REMARE TUTTI DALLA STESSA PARTE E SOPRATTUTTO DI NON ESSERE CONTENTI SE LE COSE VANNO MALE , PERCHE’ PURTROPPO MOLTI , TRA CUI FAL. , GODONO SULLE SVENTURE ALTRUI.
    CHE POI QUESTA SQUADRA ABBIA DEI PROBLEMI E COSI’ EVIDENTE CHE NON HA NESSUN SENZO STARLO A SOTTOLINEARE TUTTE LE VOLTE.

  • calciofilo

    Io invidio quelli come la persona qui sopra che riescono ad essere contenti di una squadra del genere.
    Non riesco a capire perchè ogni volta che uno esprime un parere debba essere tacciato di farlo per interesse personale,però fa niente,ognuno ha la sua opinione e io la rispetto anche se non la condivido.
    Vorrei solo ricordare a quelli che dicono “ma si,al massimo facciamo i play out” che noi abbiamo 16 punti e l’anno scorso il calenzano retrocesso direttamente come penultimo ne aveva 38 alla fine,ma ancora più preoccupante il sangiminiano ultimo 33.
    E’ vero che la forbice con le prime è aumentata quindi ci si salverà con meno punti,però questa media punti è preoccupante.
    Sempre l’anno scorso a 41 facemmo i play out,ovvero facendo nel girone di ritorno 25 punti(che per noi mi sembrano davvero tanti) non saremmo sicuri di salvarci,anzi.
    Però se questo va bene, se la società ha operato bene,se l’allenatore è bravissimo,tutto è nella norma io mi accodo.Voglio essere ottimista.
    Dico solo che poi se le cose dovessero andare male piangere alla fine sarebbe non solo inutile,ma anche immotivato,perchè i segnali c’erano tutti.

  • RICCARDO.F

    PER FAL. GIA’ CHE SEI DACCORDO CON DI PIETRO E’ UN GROSSO PUNTO A TUO SFAVORE , COMUNQUE NON CAPISCO PERCHE’ IN OGNI TUA ESTERNAZIONE METTI IN MEZZO LA JUNIORES. PENSO CHE TU SIA DIRETTAMENTE INTERESSATO. RIGUARDO LA PRIMA SQUADRA PENSO CHE QUESTA STAGIONE CON IL BUDGET CHE HANNO A DISPOSIZIONE ERA PREVENTIVABILE UNA STAGIONE DI SOFFERENZA, POI SE CI SI METTONO TUTTI I GUFI COME TE, E’ SICURAMENTE MOLTO DURA. COMUNQUE LA PRIMA SQUADRA PER LA CLASSIFICA ATTUALE HA ANCORA TUTTE LE POSSIBILITA’ DI SALVARSI. POI SE SI RIFARANNO I PLAY.OUT NON PENSO SIA UN DRAMMA CI PUO’ STARE , RIPETO AVENDO UN BUDGET COSI’ LIMITATO .
    CMUNQUE IL SABATO E LA DOMENICA QUANDO GIOCA LA JUNIORES E LA PRIMA SQUADRA VAI AL CINEMA CHE SIAMO TUTTI PIU’ CONTENTI.

  • tifosi incazzati

    su ciccone ,noi tifosi nn ci esprimiamo piu..! Questo da anni gioca qui , ha fatto piu danni dello tsunami e per giunta fa il padrone a casa degli altri e nessuno lo piglia e lo caccia ..no ! anzi gli si permette..di tutto.! POI o Cari amici , torna lui in difesa e nn si sa come mai si perde..NN COMMENT
    Su famiano, ieri eravamo alla partita, sono rimasto male, nn pensavo si comportasse cosi..io spero che sia stato un episiodo ,vendendo il ragazzo .. la persona mi sembra seria,un bravo ragazzo; che ha sempre detto di amare questo paese e questa maglia ! certamente deve spiegarci cosa gli succede e deve cheidere a tutti i tifosi scusa; a quei tifosi che anche ieri eravmo a vedere la partita e che realmente vengo alla stadio e in trasferta a sostenerli. ora basta! poi dopo nn venite a fare scenate contro di Noi tifosi se contestaimo e critichiamo alla stadio , staff e società, perchè ce se mo rotti !
    per il resto il mister fa quello che fa..il ds nn ha colpe secondo me , è giovane alle prime armi, anzi ha colpa la società che nn lo tutela con TUTOR esperto..
    dei giocatori ci sono alcuni impresentabili ,altri raccomnadati..
    sveglaitive che se no il prossima ce tocca giocà con il TRESTINA..

  • orvietano doc

    ma come mai quando si perde il direttore sportivo nn rilascia dichiarazioni????e invece quando vince le invia lui alla stampa per farle pubblicare???troppo facile cosi….

  • aaaaaa

    volevo dire a FAL che invece gli ultimi 5 anni che non c’era la gestione familiare ma i DIRETTORI che contavano abbiamo fatto belle performance.
    L’anno scorso play-out, 2 stagioni la salvezza all’ultima giornata con almeno 5 partite accomodate e un anno siamo retrocessi…………dunque de che volemo parlà………………..

  • domenicagiocoio?

    Ma quante espulsioni abbiamo preso da inizio anno??? roba da matti…. qua si deve far sentire la società e poi Famiano deve spiegare non solo al presidente ma a tutti noi tifosi che la domenica andiamo a prendere freddo in giro per il centro italia anzichè stare a casa con la famiglia per vedere sti scempi! Famiano deve dircelo a tutti che gli è passato per la testa, se ha gli attributi venga a parlare, rilasci un’intervista, scriva due righe ma insomma si faccia sentire!!!

  • FAL.

    AGGIUNGO POI CHE SONO FORSE TROPPE LE SCELTE NON LIBERE DELL’ALLENATORE AL QUALE FORSE E’ STATO DATO UN ELENCO FATTO CON DEI NOMI, NON SI SA DA CHI !!!
    O MEGLIO SI SA E COME E LUI NON HA POTUTO FARE LA SPESA, TOLTO IL FRANCESE RAGAZZO DI COLORE, FENUCCI,I PIU’ CHE ANZIANI CHIASSO CIOCI, GLI ALTRI GIOVANI COMPRESI NON SONO I FENOMENI CHE SI CERCA DI FAR CREDERE MA GENTE SOTTO LA MEDIA E QUESTI SONO I RISULTATI.
    L’ALLENATORE NON HA COLPE, NON SI FANNO LE NOZZE CON I FUNGHI PER NON PARLARE DEI COSIDDETTI DEFINITI GIOIELLINI DELLA JUNIORES, IL PALLONE VERO E’ UN’ALTRA COSA ANCHE A LIVELLO GIOVANILE ALTRO CHE GIOIELLINI DIREI BIGIOTTERIA RACCOMANDATA.

  • FAL.

    DICO CHE NON SI PUO’ GESTIRE UNA SOCIETA’ A LIVELLO FAMILIARE (DS, DG E VAI)!!!!!! CHI HA ORECCHIE INTENDA, SE NON SI E’ BERLUSCONI.
    NON SI POSSONO FAR GIOCARE PERSONE SOLO PERCHE’ FIGLI DI O RACCOMANDATI DA….. POI I RISULTATI SONO QUELLI DELLA PRIMA SQUADRA E DELLA JUNIORES,
    PENOSI GENTE CHE, TOLTI UNO O DUE CON IL PALLONE COME DICE L’ON. DI PIETRO NUN CIAZZECCA NIENTE.

  • calciofilo

    Beh io non sono di certo tenero con la mia squadra però parlare di peggior prestazione dell’anno mi sembra esagerato.
    Io ricordo ancora l’anno scorso,premesso che ho sempre detto e ribadisco che quella squadra mi piaceva comunque di più, però la doppia trasferta guidonia 5-0 con il nostro portiere migliore in campo e monterotondo 6-3 che non ho visto personalente ma vedendo le immagini sembrava una partita di un torneo over 40 in estate.
    La cosa però che dovrebbe far riflettere sono i segnali di un stato d’animo più che il passivo.L’anno scorso si cambiò la guida tecnica proprio per questi segnali,secondo me, più che per le sconfitte,indipendemente dal fatto che poi si rivelò scelta azzeccata.
    Oggi ho avuto la sciagurata idea di andare a vedere la partita e i segnali del crollo psicologico ci sono quasi tutti.Ma la cosa più preoccupante è che se si perde anche psicologicamente e tecnicamente l’UNICO giocatore che abbiamo che riesce a risolvere una partita la situazione diventa drammatica.
    Aggiungo che l’assenza di Chiasso ho sempre detto essere non sopperibile,ma oggi aggiungo anche quella di Fenucci.Guarda caso con il suo arrivo si è un po sistemata la fase difensiva.Su Ciccone non dico più niente ho già detto tutto tempo fa.Le scelte sono difficilmente interpretabili(agostini era perennemente tra i migliori nelle scorse partite) ma soprattutto l’atteggiamento.Ho rivisto l’atteggiamento dell’anno scorso quando la squadra aveva abbandonato Fratini.Impotenza generale,poca voglia,ma soprattutto poco orgoglio.
    Speriamo che le feste aiutino,speriamo…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com