domenica, Aprile 14contatti +39 3534242011
Shadow

4 gol alla Flaminia valgono il playout con il Montevarchi

L’Orvietana ne fa 4, ma Fiorucci non è contento e tiene tutti negli spogliatoi a lungo. A sorpresa il Montevarchi rimonta tre gol in venti minuti e supera il Deruta: la salvezza si giocherà contro gli aretini.

Tutto cominciò contro il Montevarchi, affrontato al Muzi alla prima di andata e tutto si chiuderà con la stessa sfida: Orvietana – Montevarchi che si giocherà come gara di ritorno il prossimo 29 maggio. Prima l’andata al Brilli Peri il 22.

ORVIETANA – FLAMINIA C. CASTELLANA 4-2

ORVIETANA (4-3-3): Nulli; Crisanti, Fenucci, Ciccone, Frizzi; Agostini, Ingrosso, Muccifori (19’st Moneti); Famiano (30’st Morasca), Cioci (34’st Bruzzone), Panico. A disp.: Pasquini, Nuccioni, Mvuemba, Serafini. All.: Fiorucci.

FLAMINIA C. CASTELLANA (4-4-2): Assogna; Pierini (12’st Odore), Morini, Okoroj, Simmi; Cavalieri, Lazzarini, Lunghi (30’st Russo), Rossi; Menichini , Scardini (19’st Berardi). A disp.: Petricca, Stefani, Terrana, Gentili. All.: Rossi.

ARBITRO: Lazzeri di Arezzo (Guglielmi di Albano L., Lauria di Potenza).

MARCATORI: 22’pt e 25’st Famiano (O), 27’pt Ingrosso (O), 3’st e 36’st Menichini (F), 29’st Cioci.

NOTE: Spettatori circa 250, nessun ammonito. Angoli: 7-1 per l’Orvietana. Recupero: pt: 0’, st: 2’. Il Flaminia per un infortunio all’ultimo momento del secondo portiere, ha schierato il difensore Petricca con la maglia numero 12

Il campionato regolare si chiude con una vittoria netta per l’Orvietana che passa su un Flaminia arrivato ad Orvieto con sette giovani in formazione, ma a fine gara Fiorucci non regala certo sorrisi verso i suoi atleti tenuti anzi per oltre un quarto d’ora chiusi negli spogliatoi per mettere in chiaro che per salvarsi ci vuole più impegno di quello che secondo il tecnico sarebbe venuto a mancare nell’ultima parte di gara quando si è rischiato di riaprire una gara che era tranquillamente sul 4-1. Ma anche prima dell’ultimo quarto d’ora qualche atteggiamento non sembra sia andato giù al neo tecnico biancorosso.

Alla fine come al solito è stata più la curiosità di quanto stava accadendo sugli altri campi ad attirare l’attenzione di tutti. Il Deruta perde, poi pareggia nel recupero del primo tempo. A Spoleto la gara inizia con 5 minuti di ritardo ed accumula addirittura 8 minuti di recupero. Ma a far saltare il banco è il Montevarchi capace di rimontare dal 0-2 a 3-2 negli ultimi venti minuti a Sesto Fiorentino. Alla fine l’avversario da sfidare sarà quindi il Montevarchi, mentre il Deruta se la vedrà con la Sestese. A retrocedere direttamente è la Fortis Juventus, insieme al Monteriggioni che già però conosceva il suo triste destino.

La gara ha visto un’Orvietana subito all’attacco con un Famiano che mette la firma su tutte le azioni di coadiuvato da un Panico in grande spolvero. Fiorucci conferma nel ruolo di terzino destro Crisanti e fa esordire dal primo minuto un altro prodotto del settore giovanile: Luca Muccifori, classe 92 che Fiorucci aveva conosciuto, giovanissimo, ai tempi della Sansovino. Confermato quindi il 4-3-3 dove mancano però gli infortunati Chiasso e Rovella. Nel prima parte di gara, si diceva, è Famiano show: prima cicca il pallone da buona posizione, poi chiama alla parata in corner Assogna, quindi dà l’illusione del gol con una punizione uscita di un soffio che fa esplodere il Muzi. Ma il campionario di Famiano non è finito visto che pochi minuti dopo colpisce una traversa e finalmente, a metà tempo, segna da calcio piazzato alla sua maniera sbloccando finalmente il risultato. Risultato che diventa immediatamente rotondo grasse ad Ingrosso, tornato a livelli molto alti, con una conclusione da oltre i trenta metri precisa e potente che si insacca.

Sembra tutto facile, Panico si permette il lusso di fallire il 3-0 solo davanti al portiere e si va al riposo con il pubblico e gli addetti ai lavori che si interrogano se sia meglio affrontare un Montevarchi che al momento avrebbe una miglior classifica del Deruta che stava perdendo a Spoleto. Ma poi il gol nel recupero dei perugini riporta tutti a programmare la trasferta di nuovo in terra umbra.

A far tornare tutti coi piedi per terra però ci pensa Menichini ad inizio ripresa: il forte attaccante laziale si invola sulla destra, ruba il passo a Ciccone, entra in area dal lato corto e trova la traiettoria giusta per superare Nulli. Poco prima della mezz’ora però la gara sembra di nuovo chiudersi: assolo di Famiano che fa fuori tutti gli avversari, ma ignora anche i compagni liberi, e si inventa il terzo gol, poco dopo imitato da Cioci che segna dalla stessa posizione. Gara finita? No perché una disattenzione di Nulli regala la doppietta a Menichini e un’altra di Morasca rischia di riaprire i giochi. Fiorucci si lega al dito queste ed altre disattenzioni, oltre che certi atteggiamenti e costringe ad un tempo supplementare di fuoco negli spogliatoi i suoi.

Il finale è tutto una scommessa, a Spoleto ci sono 8 minuti di recupero, a Sesto chissà perché entra in funzione per due volte il sistema di irrigazione e la gara viene fermata, e poi allungata, di nove minuti, nessuno prevede la remuntada del Montevarchi, molti pensano invece che il Deruta possa ancora segnare, ma non è così e saranno allora gli aretini gli avversari dei playoff. Nessuno lo dice ufficialmente ma sembra proprio che questa che sembrava una lontana ipotesi, fosse invece l’esito più sperato.

SPOGLIATOI

 

 

Fiorucci, allenatore Orvietana:

“Non sono per nulla soddisfatto noi dobbiamo scalare una montagna e invece proseguiamo per piccoli gradini, ci vogliamo complicare le cose da soli e a me certe situazioni proprio non piacciono, ecco perché ho voluto subito chiarire queste cose a caldo tenendoli a lungo negli spogliatoi, ad un certo punto della gara pensavo di non aver capito nulla io, in venti anni non la avevo mai fatta questa cosa, di solito a caldo ci si passa sopra e ci si torna alla ripresa degli allenamenti, ma stavolta proprio non ce l’ho fatta, ho sempre detto che voglio morire su un campo di calcio, ma ad ottanta anni non ora! Chi si ferma a fare le cose a metà con me ha vita dura, me ne servono undici da mandare in campo siamo in 24, quindi… Non mi interessa chi incontreremo, voi eravate tutti qui ad aspettare i finali, ma dobbiamo pensare a noi stessi e basta. Note positive? Almeno oggi siamo riusciti a mettere la palla in rete, non sto ad esaminare l’aspetto tattico ma qualcos’altro che non mi aspettavo di dover esaminare. Ora riprenderemo mercoledì e ci saranno giorni pesanti in cui si richiederà a tutti 24 ore su 24 di impegno e concentrazione. Il mio è sempre stato un calcio di passione e sacrificio in cui deve venir fuori il collettivo, non il singolo.

Rossi, allenatore Flaminia:

“Oltre alle motivazioni contano anche gli uomini e nelle ultime giornate avevamo troppe assenze per infortuni e problematiche varie, oggi avevamo sette giovani in campo, ma il grosso lavoro fatto non può essere vanificato dagli ultimi risultati. Siamo stati sempre a un passo dalla zona playoff, ottenendo anche risultati importanti, oggi io chiudo con questa società mi sarebbe piaciuto chiudere in maniera differente, ma è andata così e colgo l’occasione per ringraziare tutti, uno staff davvero eccezionale”.

 

Risultati ultima giornata:

V. Spoleto – Deruta 1-1
Orvietana – Flaminia C. C. 4-2
Perugia – Fortis J. 0-0
Pontevecchio – G. Castello 1-1
Todi – Monteriggioni 2-2
Sestese – Montevarchi 2-3
C. Rigone – Sansepolcro 1-0
Pianese – Scandicci 0-1
A. Arezzo – S. Terni 2-1

CLASSIFICA FINALE

Perugia 74: Promossa in 2 Divisione

C. Rigone 62: ai playoff
Sansepolcro 60: ai playoff
Todi 58: ai playoff
Pianese 55: ai playoff

G. Castello 51
Flaminia C. C. 48
Scandicci 46
A. Arezzo 45
S. Terni 44
Pontevecchio 43
V. Spoleto 42

Sestese 38: ai playout
Orvietana 37: ai playout
Montevarchi 35: ai playout
Deruta 34: ai playout

F. Juventus 33: retrocessa in Eccellenza
Monteriggioni 29: retrocessa in Eccellenza

PLAYOFF:primo turno
Castel Rigone – Pianese (gara unica a C. Rigone)
Sansepolcro – Todi (gara unica a Todi)

PLAYOUT:
Deruta – Sestese (andata a Deruta, ritorno a Sesto)
Montevarchi – Orvietana (andata a Montevarchi il 22/5, ritorno a Orvieto il 29/5)

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

10 Comments

  • vecchio tifoso

    Caro Calciofilo sei proprio un grande che purtroppo predica nel deserto piu’ assoluto.Foza USO

  • calciofilo

    Pienamente daccordo con orvietanodoc, nel senso che il valore di Fiorucci non si vede certo dal fatto che abbiamo battuto una squadra che nn aveva più niente da chiedere..peró mi sembra che fosse lo stesso per il Castello tre settimane fa..eppure siamo riusciti non solo a non vincere, ma addirittura a perdere.
    Io mi stupisco di come alcuni ancora si indignino per i risultati di fine campionato,come se fossero cose che succedono solo quest’ anno e solo in questo girone. Il calcio che piaccia o meno è questo, ma io m’indigno maggiormente quando vedo perdere in casa una squadra che si deve salvare contro un’altra venuta in gita.
    Al signore che dice che parlo solo per criticare dico che forse non ha letto il commento, perchè era semmai un commento positivo verso colui che penso possa farci salvare a differenza di altri, e non penso che servano i miei commenti a testimoniare la pochezza (sempre ed esclusivamente calcistica) del sig Marini.

  • orvietano doc

    beh..fiorucci è un ottimo mister…dire pero’ che l’ha vinta lui mi sembra eccessivo…diciamo che l’hanno voluta perdere gli altri!!o meglio nn sembrava si dannassero l’anima per vincerla!!

  • kriminal

    caro calciofilo,visto che parli sempre perche hai la bocca per criticare apri gli occhi e guardati intorno che le cose non stanno come pensi tu.
    comunque sempre forza uso e speriamo di salvarci

  • calciofilo

    Com’è che Fiorucci vince 4-2 e non è contento mentre il profeta del calcio spettacolo perdeva e vedeva sempre una squadra che dominava le partite..??
    Ahh che bella sensazione avere in panchina un allenatore vero dopo mesi..

  • bianconerobiancorosso

    Dopo quello che è successo nelle ultime giornate nel nostro girone e soprattutto ieri, voglio ringraziare il giudice Guariniello che dopo numerosi processi condannando Moggi, retrocendo la Juve in serie B, è riuscito a fare pulizia nel calcio cosi non ci sono più sospetti che qualche risultato venga alterato.
    Forza USO e avanti con il MONTEVARCHI.

  • fra

    Beh facciamo che sia una cavalcata più che una passeggiata… di passeggiate (con relative batoste) ne abbiamo viste fin troppe st’anno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com