sabato, Aprile 13contatti +39 3534242011
Shadow

Giro d’Italia 2011 – fotogallery e pagina dei ricordi

OrvietoSport ha vissuto la due giorni di Giro d’Italia sul campo, grazie al lavoro di Filiberto, Marco, Nicola, Francesco, Monia e Monica. Di seguito proponiamo le foto che ci sono sembrate migliori.

Se volete mandarci le vostre foto spedite pure a redazione@orvietosport.it, oppure inviateci il link di visualizzazione del vostro album in modo da creare in questa pagina un contenitore partecipato.

Se volete invece postare i vostri ricordi, sensazioni, dubbi, critiche, come sempre la zona commenti è tutta vostra.

 

Fotogallery OrvietoSport

Folklore

Facce da Giro

Santomanno e Curva delle Conce

L’Arrivo

La Partenza

Gli autografi (in allestimento)

 


www.flickr.com

 

Elementi di OrvietoSport Vai all’album di OrvietoSport

Le vostre foto

Fotogallery inviata da Simone Mescolini
zona Palombara – visualizzaSupreme court upheld a cleveland voucher essay writer within www.pro-essay-writer.com/ program that includes religious schools, finding that it was religion neutral because it allowed participation by religious and non-religious schools

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

2 Comments

  • Marco Gobbino

    Due giorni (e una notte!) di emozioni non solo sportive. Festa della gente che in uno sport come il ciclismo riesce a stare a pochi centimetri dai protagonisti anche durante la gara, sia lungo il percorso che all’arrivo e alla partenza. Macchina organizzativa perfetta e pronta ripetersi quotidianamente in tutte le sedi di tappa con una precisione incredibile, abbiamo assistito ad un evento gestito con una professionalità assoluta in ogni settore e tutto come si diceva in un clima, sebbene ancora scosso dalla tragedia di due giorni prima, comunque appassionante. Erano vicini esperti di ciclismo e neofiti, curiosi e tecnici, amatori della domenica e ragazzi di talento pronti a diventare chissà un domani protagonisti di quello che in questi giorni hanno visto solo da spettatori. Città che si riscopre viva e ha voglia di festeggiare e di partecipare dalle prime luci dell’alba quando è arrivato il primo camion della carovana a montare il tutto, fino a notte fonda quando i dj di radio 105 ci hanno fatto ballare in piazza. Siamo stati poi ripagati da una tappa tra le più spettacolari di questa edizione e le emozioni non sono mancate neanche quando abbiamo visto la stessa maglia rosa sgranare gli occhi davanti al nostro duomo!

  • Monica Riccio

    Ho vissuto entrambe le giornate fin dalla mattina, sul campo, perché solo così ho pensato di poter meglio raccontare e sentire la faccenda. Devo dire che la cosa che mi ha colpito di più è la grande, minuziosa, efficientissima, instancabile organizzazione itinerante del Giro. In due giorni hanno fatto l’impossibile, montato e smontato un palcoscenico, rivoltato la città. Altra cosa: mercoledi pomeriggio sul percorso eravamo davvero migliaia, tutti o quasi credo, insomma non ha lavorato nessuno o quasi. Magia del Giro. Per quanto riguarda la città io credo che ci siamo tutti divertiti, tutto mi è sembrato bello e divertente, sembrava un po’ di stare in una enorme bolla rosa ma penso che ce la siamo cavata bene. Io sono stanchissima, correre di qua e di là è stato faticoso ma bello, lo ricorderò sempre come una delle più belle giornate orvietane di sport.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com