martedì, Marzo 5contatti +39 3534242011
Shadow

Orvietana Rugby, la vittoria del cuore e dell’orgoglio

Finalmente l’Orvietana rugby torna in campo, più precisamente torna in campo e vince ma soprattutto convince. I ragazzi di coach Vecchi si sono spostati per giocare le partite in casa nel pittoresco campo di Civitella del Lago, sul quale ieri si attendeva il temutissimo Amatori Perugia, una di quelle compagini storiche del rugby umbro che riporta nella mente dei ragazzi rupestri numerose battaglie.
Pronti via e gli Amatori vanno subito in vantaggio con un piazzato del loro tallonatore per un fallo degli uomini di mischia orvietani, pochi minuti dopo ci riproveranno ancora per un fallo orvietano ma non ci sarà la realizzazione del piazzato. Sembrava una partita normale ma i ragazzi di Perugia non sapevano che stavano giocando una partita contro dei rivali che in quella giornata avrebbero avuto pochi concorrenti per lo meno se parliamo della stessa categoria. Nel cuore dei ragazzi di Mister Vecchi c’era un qualcosa che si chiamava voglia di ricominciare, voglia di vincere , voglia di combattere e non fermarsi, voglia di dimostrare che uniti si può superare ogni difficoltà e ogni ostacolo. L’ostacolo di Perugia ieri era solo un sassolino sulla strada per gli orvietani non perché non rispettassero il rivale ma perché avevano visto altri ostacoli più grandi che sembravano veramente insuperabili.

Siamo circa al decimo minuto quando orvieto inizia la sua sinfonia, prima il ruggito del capitano Luca “il lupo” Mammoli che va a schiacciare in meta con una splendida azione di mischia vanificata dall’arbitro per qualche sconosciuto motivo e poi con un’altra meta annullata a Filippo Baldini.
Orvieto non si scoraggia e fa la voce grossa, anche perché il “Torpe” Menghinelli è sempre più in forma, prima segna una meta con un ottimo spunto individuale poi , realizza un piazzato. Il primo tempo si chiude sull’8 a 6 visto che Perugia in finale di primo tempo riesce a raccogliere più di quanto aveva seminato con un altro calcio di punizione.

La ripresa inizia con una nota lietissima, la prima meta in carriera del giovane Samuele “Gas” Perugini il quale con un azione fulminea brucia tutta la retroguardia neroverde. Il torpe ovviamente realizza, e poi si prende gli applausi del pubblico per l’esecuzione quasi perfetta di un drop.
La mischia orvietana è spietata con gli avversari, dal numero 1 al numero 8 stanno trascinando la squadra vincendo tutti gli scontri diretti.

Il gioco va avanti e un’altra nota che suona sempre molto lieta è stato il rientro di Silvio Sarri, dopo un lungo stop, bagnato subito con una meta delle sue fatta di potenza, grinta e precisione, realizzata poi da Dimitri.
I ragazzi di Perugia provano a rialzare la testa, ma orvieto ormai è imprendibile e continua ad attaccarli in contropiede; quando mancano ormai 30” al fischio finale i due mediani di orvieto si mettono a colloquio e decidono una giocata molto semplice ma efficace. Il Torpe fa partire un calcione lungo lungo e Nuccioni con le ultime energie che gli rimangono prova ad andare a recuperarlo e ci riesce salta due uomini e deposita in meta; forse poteva passarla, ma provateci voi a passare la palla quando vedi la linea di meta davanti a te.

Menghinella realizza e porta a casa un bottino di 17 punti personali che a 37 anni non sono niente male, Orvieto ritrova il sorriso e timbra il cartellino con un risultato di 32 a 6.
Le anguille si sono viste portare via il campo e il campionato, alcuni componenti della squadra si sono viste portare via il lavoro e le case, ma vi assicuro che non esiste alluvione che porterà via la voglia il coraggio di continuare ad andare avanti succeda quel che succeda.

ORVIETANA RUGBY –AMATORI PERUGIA 32-6

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com