martedì, Giugno 18contatti +39 3534242011
Shadow

Strepitoso match, il Ciconia intravede i play off

Anche prima del fischio d’inizio, nessuno aveva dubbi che sarebbe stata una gara dalle mille emozioni ed il calcio giocato non ha deluso affatto le aspettative.

La cornice era quella delle grandi occasioni: stadio gremito da un pubblico caldo, sia dell’una che dell’altra fazione, di cui a Ciconia non si aveva ricordo.

I ragazzi di Broccatelli hanno giocato, dal primo all’ultimo minuto, per vincere, senza mai abbassare la guardia e battendosi con ostinazione contro una squadra ospite, sbarcata all’Oscar Achilli con la ferma intenzione di portarsi a casa tre punti pieni.

Era la domenica del ritorno ad Orvieto di Alessandro Baffo, in veste di ex: anche il bomber nostrano non ha deluso le aspettative, siglando, come da copione,  una delle tre reti del Macchie.

Indisponibile Dominici, Broccatelli cambia modulo e schiera Rustici tra i pali, difesa a quattro con N. Cioci e  Frunza esterni bassi,  Croccolino  e Pezzola centrali; centrocampo a tre con Selimi, Filippi N. e Franciaglia; Montagnolo e Filippi R. trequartisti a supportare il bomber Cioci G.

Gli ospiti partono subito fortissimo, mettendo in grande difficoltà le retrovie bianco blu. Dopo nove minuti sono già avanti: l’esterno avversario crossa in mezzo e Pezzola insacca nella porta sbagliata. Ci voleva lo svantaggio per scuotere il Ciconia che, a testa bassa, passa al contrattacco, guadagnando, nove munuti dopo, una punzione dai 25 metri; Filippi N. non si fa pregare e trasforma, con un fendente dei suoi a cui, ormai, ha abituato il pubblico. Quattro minuti dopo, splendida azione alla mano dei padroni di casa: Cioci si libera bene e con un filtrante serve Filippi R. che, solo, spara addosso al portiere. Ancora una volta, ad un gol sbagliato corrisponde un gol subìto e, al 24’, è Baffo che, di testa  in solitaria, realizza la rete del momentaneo vantaggio del Macchie. Broccatelli non ci sta e cambia assetto tattico: Montagnolo e Selimi esterni; R. Filippi seconda punta accanto a Cioci G., per un classico 4 4 2, speculare a quello di Genovasi.

Mossa azzeccata, questa,  tanto che gli ospiti, d’ora in poi, non si renderanno più pericolosi, come successo nei primi venticinque minuti.

Mossa azzeccata, anche perché al 35’, Cioci si fa trovare pronto sulla linea dell’area grande, ma viene atterrato, guadagnando così la seconda punizione: Filippi N. non si fa scappare la ghiotta occasione e regala la seconda magia con il gol del pareggio.

Mossa azzeccata, che rende il Ciconia padrone del campo, al punto che al 37’ Selimi concretizza una fulminante ripartenza, servendo Filippi R. che dribbla un paio di difensori e la mette dentro. Fine del primo tempo.

La seconda frazione di gioco comincia all’insegna del nervosismo, con il direttore di gara, un po’ in confusione, che dissemina alcuni cartellini gialli bipartisan, invertendo diversi falli e negando ai bianco blu un rigore per fallo di mano in area.

L’arbitro concede però, al 14’, un rigore al Macchie, per un fallo, quantomeno dubbio, di Croccolino su Baffo, la cui realizzazione riporta in equilibrio il match.

Il Ciconia, per niente intimorito, ci riprova al 22’, con Filippi R. che appoggia su Cioci, il quale però da due passi spara alto.

Broccatelli dà ulteriori segnali alla squadra per portare a casa la vittoria e sostituisce Selimi con Biancarini; il modulo diventa di fatto un 4 2 4, con R. Filippi esterno offensivo.

I padroni di casa vanno ancora vicinissimi al vantaggio al 34’, quando Croccolino, da palla inattiva, vola più in alto di tutti e sfiora la traversa con un’incornata.

Al 41’, la svolta: incursione di Biancarini, che si fa largo nella difesa avversaria, e mette al centro per Cioci G. Il Signore del gol, stavolta, non ci pensa su e, con un diagonale chirurgico, insacca nell’angolino basso, per il match point del Ciconia.

Adesso lo sguardo si alza: il Ciconia è sesto in classifica, a quattro punti dal quinto posto. Domenica prossimo si va a Cascia per vincere e provare a sognare.

Quest’oggi Broccatelli, esausto come se avesse giocato, così racconta la gara: “ Bene loro per la prima parte del match, poi per forza di cose sono dovuto intervenire e cambiare un modulo che non ha dato i risultati sperati. I ragazzi hanno risposto alla grande giocando per 60’ da grandissima squadra. Sono molto contento, soprattutto per il grande pubblico accorso a vedere la gara. Oggi  non si poteva perdere. Ringrazio i miei giocatori per la emozioni indescrivibili che ho provato; abbiamo 42 punti a 2 giornate dal termine ed già record per la società in questa categoria. Facciamo sei punti poi facciamo i conti…..’’

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com