mercoledì, Febbraio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Ciconia in modalità off; il Monte Castello dice la sua

 Finisce con un punto per parte, lo scontro tra il Ciconia ed il Monte Castello di Vibio. Epilogo, alla fine, giusto: da un lato, il Ciconia, apparso parecchio sottotono rispetto al solito, sciupa malamente almeno cinque nitide occasioni; dall’altro il Monte Castello, in ottima salute e fisicamente prestante, mette in seria difficoltà i locali, rendendosi però veramente pericoloso solo in pochi frangenti.

Di positivo c’è che è stata una bella partita, con continui capovolgimenti di fronte e senz’altro divertente; molto accesi i toni, ma il direttore di gara è stato bravo a non farsi mai sfuggire di mano la situazione, pur dispensando ben dieci gialli bipartisan.

Match che comincia su ritmi altissimi, grazie alla buona condizione dei ventidue uomini in campo, con la prima, vera emozione che arriva al diciottesimo, quando Frizzi batte un corner che trova pronta l’incornata di Dini, il quale non riesce a centrare la porta e serve Croccolino F. che, da solo davanti al portiere, avrebbe la possibilità di sfondare la rete, ma non ci mette la giusta convinzione e permette a Palombi di respingere.

Il risultato si sblocca al ventottesimo, quando Frizzi commette un fallo di mano sulla tre quarti: calcio di punizione che Zucconi insacca direttamente, non senza un pizzico di complicità della difesa biancoceleste.

Il Ciconia avrebbe la possibilità di riportare le sorti dell’incontro in parità appena quattro minuti dopo, con Pepe che, in seguito a una bella verticalizzazione, scatta dalle retrovie, si trova a tu per tu con l’estremo difensore avversario e, clamorosamente, spara alle stelle.

Il Monte Castello prende fiducia, facendo passare qualche brivido di troppo dalle parti di Dominici che, comunque, non viene mai seriamente impegnato. Anche i locali ci provano, ma sempre con l’atteggiamento dimesso che ha caratterizzato tutto il loro incontro, tanto che ogni azione si conclude con un nulla di fatto.

La prima parte della ripresa vede il pallino del gioco saldamente in mano al Monte Castello, che sfodera un buon calcio e non permette al Ciconia di sfondare le linee avversarie.

Broccatelli toglie Pepe e inserisce Luca Franciaglia, poi richiama un opaco Filippi e mette dentro Gabriele Croccolino, forse sperando di smuovere un poco le acque. Invece, al venticinquesimo, gli ospiti rischiano di chiudere il match, quando Franciaglia L. cincischia un po’ troppo nella propria area, rischiando tantissimo e, alla fine, rinviando dritto sui piedi dell’avversario, che non ci pensa due volte e tira; Dominici ci mette i pungi e respinge in fallo laterale.

Ci vuole una punizione, al ventinovesimo, per riportare in equilibrio la gara: dal vertice sinistro dell’area, batte Frizzi con la palla che spiove in mezzo; Santo tira, Galletti prova a intercettare, ma colpisce male e la sfera si insacca.

I padroni di casa sembrano riprendere fiducia e, nei venti minuti successivi, provano forsennatamente a portare a casa la partita, non concedendo più nulla agli avversari, ma, come ormai di consueto, non riescono nelle finalizzazioni, oltre a mandare a vuoto almeno due favorevoli palle inattive con Santo e con Dini: al trentanovesimo, in seguito ad un calcio di punizione di Frizzi, c’è un batti e ribatti in area e, alla fine, il portiere sbroglia la matassa in corner; un minuto dopo, Franciaglia L. prova la gran conclusione da fuori area ed è di nuovo angolo e, a tempo scaduto, Dami, da solo davanti al portiere, invece di controllare con calma e poi bucare la rete, colpisce debolmente di testa e manda a lato.

Non è ancora possibile sapere con certezza le conseguenze di questo pareggio, perché le partite delle dirette concorrenti sono state quasi tutte rinviate, certo è che qualche rammarico, oggi, ci sta tutto, come conferma anche Broccatelli: “Abbiamo fatto veramente male la fase di non possesso, con la squadra spesso sfilacciata e poco incisiva. Ci siamo mossi male anche in fase di costruzione, sbagliando un numero infinito di passaggi. Evidentemente, se avevamo delle certezze ora ne abbiamo meno. Dei gol presi con facilità disarmante e dei gol mancati non parlo, ormai fanno parte del bagaglio tecnico di questa squadra. Bisognerà sudare fino alla fine e abbandonare altre velleità se non quelle della salvezza. I punti si fanno col carattere e l’impegno, non con la lingua.’’

FORMAZIONI

Ciconia: Dominici R, Frizzi, Franciaglia M., Dini, Giani, Croccolino F., Pepe (9’ st. Franciaglia L.), Massini Rosati, Santo, Filippi (21’ st. Croccolino G.), Dami.

Monte Castello V.: Palombi, Atanasi, Tassi, Biscarini, Soldani, Berretta, Lanari, Galletti, Volpi (35’ st. Costanzi), Zucconi, Vingaretti.

Reti: 28’ p.t. Zucconi, 29’ s.t. Santo

Ammoniti: Santo, Filippi, Croccolino F., Giani, Frizzi (C); Atanasi, Biscarini, Berretta, Volpi, Zucconi (MC)

Corner: 4-2 per Ciconia

Arbitro: Sig. Francesco Margheriti di Terni

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com