Passione per la danza. Noemi e Simone guardano avanti

Questo articolo è stato letto 2784 volte

Simone Ricci e Noemi Schiavo, 15 e 12 anni, nel 2010 cominciano per gioco a ballare insieme le danze standard (valzer inglese, tango, valzer viennese, slow fox e quick step) e il liscio unificato (mazurca, polca, e valzer viennese). Tra i due ragazzi nasce subito un buon rapporto di amicizia e di complicità e il ballo diventa ben presto un po’ più di un semplice gioco. In pochi mesi i due giovanissimi atleti sono pronti così ad affrontare le loro prime gare nelle categorie amatoriali, dove con grande passione arrivano a conquistare ottimi risultati.

Con impegno e sacrificio riescono in breve a lasciare il settore amatoriale e la partecipazione ai campionati italiani di Rimini, dove conquistano l’accesso alla finale e si classificano sesti in Italia, è per loro motivo di grande soddisfazione. Per Noemi e Simone inizia così l’esperienza con l’agonismo nelle danze standard entrando nella categoria B3 14/15 anni. La loro determinazione è però fortissima e l’anno successivo approdano nelle fila della B2 14/15 anni riuscendo a conquistare il titolo di campioni regionali. Simone e Noemi danzano per i colori della Scuola International di Terni e Orvieto allenati dai tecnici Carmine Tamburro e Luana Sabatini e sotto la supervisione dei maestri Alberto e Antonietta Cocchi ed è proprio insieme a loro che i due giovani decidono di crescere ancora affrontando una nuova appassionante sfida che li porta a entrare a far parte della categoria B1 16/18 anni nella quale esordiscono il 15 febbraio 2014, a Fabriano, nella prova valida per la Coppa Italia e dove si piazzano al 7° posto sfiorando per un soffio la finalissima.

Questo percorso ha richiesto non pochi sacrifici e tanta determinazione ma Simone e Noemi vanno diritti per la propria strada. L’aspirazione di questi giovani atleti è quella di poter salire il prossimo gradino e accedere alla massima categoria di disciplina la classe A. Inoltre, vorrebbero far conoscere la danza agonistica ai ragazzi di Orvieto: solo da poco infatti grazie alla UISP e ai tecnici Tamburro e Sabatini sono iniziati dei corsi gratuiti per ragazzi presso la sala Agorà di Ciconia. Nonostante il ballo sia molto amato a Orvieto, c’è da dire che sono ancora pochi coloro che conoscono il mondo delle gare, dei vestiti, e forse un giorno, chissà, pure Orvieto avrà la propria squadra di danzatori.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *