mercoledì, Maggio 22contatti +39 3534242011

Shadow

Panathlon Orvieto. Nuovi soci, presto lo Junior Club

Un colloquio più assiduo con le associazioni sportive del territorio, una presenza più capillare e maggiore attenzione ai temi sociali e culturali che nello sport trovano ampio spazio, una progettualità nuova e una nuova pianificazione delle attività del club. Sono queste le nuove linee di indirizzo del mandato del neo eletto direttivo del Panathlon Club Orvieto, che nello scorso mese di gennaio ha rinnovato le proprie cariche di gestione. Occasione per la prima uscita ufficiale del club e dei propri suoi nuovi vertici, una conviviale che si è tenuta mercoledì 21 marzo scorso, presso il ristorante “Il Maurizio” e dove, oltre ai nuovi soci, la neo presidente Rita Custodi ha ricevuto simbolicamente il martelletto e la campana dal past president avvocato Sandro Carlo Fagiolino.

Ospiti della serata il sindaco di Orvieto Antonio Concina, la vicesindaco e assessore allo sport del Comune di Orvieto Roberta Tardani, il comandante del Centro Addestramento e di Specializzazione della Guardia di Finanza di Orvieto colonnello Giorgio Giombetti. Ospite d’onore il dott. Gianni Daniele, Team manager della Nazionale Azzurra di Tennis che ha parlato del “Ruolo del dirigente dilettante nella dinamica di una federazione sportiva.”

“Sono onorata dell’incarico che mi è stato affidato – ha dichiarato la presidente – intendo mettermi a lavorare fin da subito per creare con le società sportive locali un momento di confronto sull’etica, sul fair play e per questo voglio lavorare sui giovani sportivi, coinvolgerli maggiormente poiché è proprio dai giovani sportivi che lo sport tutto trae la propria linfa vitale. A questo scopo spero di poter varare presto la nascita del Panathlon Junior Club Orvieto. E insieme all’assessorato allo Sport spero di poter lavorare a “Orvieto città dello Sport”, un progetto ambizioso che possa comprendere tutte le discipline sportive della città”. “Rivolgo alla presidente il mio personale augurio di inizio mandato – ha detto l’assessore Tardani – e sottoscrivo l’idea di “Orvieto città dello Sport” poiché sono sempre stata convinta che lo Sport sia cultura, divertimento, solidarietà, ma anche promozione del territorio.”

Presenti i due vicepresidenti Armando Fratini e Marco Pelucchi, i segretari Salvatore Avola e Giovanni Barbagallo, il tesoriere Franco Febbraro, i consiglieri e i soci, giovani e meno giovani, nonché alcuni dei fondatori. Nel corso dell’incontro sono stati presentati due nuovi soci che dal mese di marzo sono entrati a far parte del Club: si tratta di Andrea Bonifazi e Evasio Gialletti.

Bonifazi, 47 anni, stimato e conosciuto farmacista orvietano impegnato su molti fronti nello sport e presidente della associazione di promozione sportiva “Orvieto4basket” è figlio di Costantino storico panathleta nel gruppo dei fondatori e di mamma Elena, insegnante di educazione fisica. Grande sportivo ha praticato tennis, basket, tiro a segno, sci con ottimi risultati; “porterò con me questo simbolo che oggi mi viene donato – ha detto Bonifazi – con grande orgoglio poiché è lo stesso che mio padre prima di me ha portato con amore e passione”. Evasio Gialletti, 65 anni, tecnico radiologo oggi a riposo, nota figura politica cittadina che ha ricoperto la carica di presidente del consiglio comunale per due consiliature, oggi consigliere comunale è sportivo appassionato di varie discipline. Ex arbitro di calcio, appassionato sportivo ha praticato sci, ippica, vela, mountain bike. A loro la presidente Custodi ha consegnato la spilla e il gagliardetto del Club non prima di averli sentire pronunciare il giuramento di ingresso con la lettura del decalogo del panathleta.

Nel prossimo appuntamento di aprile, nel quale saranno presentati altri nuovi soci, il tema trattato riguarderà “L’allenatore di calcio nel XXI secolo. Rapporti con i giocatori, squadra, società e mass media” e saranno graditissimi ospiti del Club Panathlon di Orvieto Mario Beretta e il dott. Andrea Pacchiani, rispettivamente Allenatore e  Team manager dell’A.C.Siena.

__________________________

Il Panathlon Orvieto fu fondato il 18 aprile 1973 da 28 soci fondatori che si riunirono presso la Scuola Militare di Educazione Fisica: Luigi Barberani, Settimio Belcapo, Fausto Bianchi, Raoul Bianconi, Costantino Bonifazi, Giuseppe Borri, Emidio Carloni, Giuseppe Carnevali, Franco Cerquetti, Eraldo Cortoni, Carlo Croci, Franco Febbraro, Oreste Fella, Giuseppe Gaddi, Giovanni Giglia, Marcello Gradoli, Renato Gribaudo, Antonio Izzo, Antonio La Rosa, Antonio Musizza, Giovanni Paladini, Giovanni Palmisano, Arrigo ed Eraldo Provani, Manlio Tatta, Mario Torroni, Giuseppe Trapassi, Tommaso Verrucci. Socio onorario del club orvietano, il dott. Luigi Muzi. Dal primo presidente, Col. Musizza, Comandante della SMEF, si sono succeduti alla dirigenza orvietana il dott. Fausto, Cortoni, il prof. Gribaudo, che ricoprirà anche l’incarico di governatore, Belcapo, il prof. Giocondo Carusi, Mario Gaddi, l’avv. Sandro Carlo Fagiolino e ora Rita Custodi.

Nelle finalità del Panathlon, club di servizio riconosciuto dal Comitato Internazionale Olimpico, in relazione con UNESCO, vi sono la concezione dello sport ispirato al fair play, quale elemento culturale degli uomini e dei popoli, e l’affermazione dell’ideale sportivo e dei suoi valori morali e culturali, quale strumento di formazione ed elevazione della persona e di solidarietà, da diffondere a tutti i livelli; affinché la possibilità di una sana educazione sportiva venga garantita ad ognuno, senza distinzione di razza, di sesso e di età, soprattutto attraverso la promozione di attività giovanile e scolastica, culturale e sportiva

__________________
Gianni Danieli

Federazione Italiana Tennis – Team manager della Nazionale Azzurra di Tennis

Gianni Danieli nasce a Narni il 27/09/1953, dall’eta di 9 anni viene iniziato al tennis nel locale circolo tennis La Valletta fondato da suo padre Elvio nel 1962. A 13 anni dopo aver vinto i campionati regionali di categoria giunge alla finale della coppa Lambertenghi, campionato tra i migliori under 13 d’Italia. A 16 anni vince a Pievepelago  il Trofeo Bernardi, torneo che incorona il miglior allievo dei centri federali Tennis.

A 17 anni con il C.T. Eur si laurea campione italiano juniores a squadre (coppaTolusso) con Corrado Barazzutti. Era il 1970 e nello stesso anno a Perugia sempre in coppia con Barazza raggiunge la finale del doppio ai campionati italiani juniores.

Nel 1971 viene promosso in 2°a categoria tra i primi 8 juniores italiani e dalla FIT viene nominato “giocatore di interesse nazionale”.

A 24 anni si laurea in medicina e chirurgia a Perugia.

A 27 anni viene eletto presidente del C.T. Narni La Valletta, ma la crescita come dirigente dilettante ha il primo riconoscimento nel 1997 con l’elezione a Presidente del Comitato Regionale Umbro della FIT, anno che coincide con il disastroso terremoto che colpisce gran parte della nostra regione.

Nel 2009 è nominato capo delegazione delle squadre nazionali maschili (coppa Davis) e femminili (Fed Cup) viene riconfermato presidente della commissione medica e coordinatore del settore medico federale (preparazione olimpica, antidoping, attività scientifiche).

Nel 2012 la Fit conferma a Gianni Daniele gli incarichi del precedente mandato. -capo delegazione delle squadre nazionali maschili (coppa Davis) e femminili (Fed Cup) e presidente della commissione medica e coordinatore del settore medico federale (preparazione olimpica, antidoping, attività scientifiche).

 

 

 

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com