martedì, Dicembre 5contatti +39 3534242011
Shadow

Rugby. Orvieto si nasconde e gli Amatori se ne approfittano

Giornata amara per il rugby orvietano, che esce con una sonora sconfitta dal campo di Perugia.

La formazione orvietana parte decisamente rimaneggiata per via delle molte assenze che la hanno colpita in settimana, soprattutto per quanto riguarda il reparto degli avanti(mischia). Orvieto schierava per questa domenica giovani di buona speranza che si sono trovati ad esordire contro uno degli avversari più storici e ostici del circuito umbro. Gli amatori entrano in campo più convinti degli orvietani ed iniziano subito a spingere con forza e decisione, mentre Orvieto cerca di organizzarsi e di trovare il giusto feeling tra i reparti. Dopo dieci minuti di gioco un preciso calcio del mediano di mischia perugino mette in difficoltà i nostri ragazzi che concedono una mischia sui propri 5 metri, dalla quale nascerà la prima meta perugina realizzata dal numero 10.

Orvieto non riesce a giocare, perché la pressione degli avversari è alta e qualche distrazione di troppo da parte dei rupestri regala punti facili agli amatori. La partita non è molto bella e la tecnica di gioco lascia spazio ad azioni sporche e ruvide. I placcaggi sono duri da una parte e dall’altra ma l’inerzia dell’incontro si sposta sempre in favore di Perugia. Orvieto non trova il bandolo della matassa e in men che non si dica Perugia li punisce di nuovo. Le squadre vanno a riposo con il punteggio di 15-0.

Al rientro in campo mister Mammoli mischia le carte e prova a rimodellare la squadra che gira un pò meglio ma che comunque non sembra proprio in giornata. Menghinelli accorcia il risultato mettendo a verbale gli unici punti orvietani su un calcio di punizione. Ma nel momento in cui i rupestri ritrovano un po di gioco e di abbrivio gli amatori segnano di nuovo con una buona azione di mischia viziata anche questa da un erroraccio di distrazione. La partita corre via senza troppi intoppi per perugia e con una serie di piazzati fissa il risultato sul 25 a 3.

Orvieto torna a casa con un brutto risultato ma con la consapevolezza nella testa di essere stato il primo avversario di se stesso e che quello che di buono si era visto la settimana prima non può svanire nel giro di pochi giorni. Martedì riprendono gli allenamenti al “de martino” e i due coach Mammoli-Vecchi avranno di che lavorare per far ritrovare ai ragazzi la lucidità persa domenica. La squadra comunque sia si è comportata in modo esemplare dal punto di vista del cuore e della voglia di lottare e ringrazia i tre ragazzi Gazzurra Orlando, Fabiocchi Alessandro e Montagnoli Elia per l’esordio e per l’impegno mostrato fino alla fine del match.

Ora si affronterà una settimana di riposo per poi riprendere con lo scontro casalingo di domenica 26 Ottobre contro i ragazzi dei Vikings Chiusi-Chianciano alle ore 15:30 sempre allo stadio “de Martino”.

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com