sabato, Marzo 2contatti +39 3534242011
Shadow

Azzurra cade a Lupari, niente da fare contro il Fila

(Lupebasket.it) Il Fila continua a volare, e con il +22 su Orvieto centra la quarta vittoria nelle ultime cinque partite. Un risultato che permette alle Lupe di issarsi al terzo posto in classifica, all’interno del gruppone di cinque squadre alle spalle delle big Schio e Ragusa. Contro un’avversaria decisa a vendere cara la pelle, la squadra di coach Abignente è uscita alla distanza, facendo la differenza con un 50-24 complessivo nei due quarti centrali. Un nuovo grande risultato dunque per San Martino, che domenica prossima sarà di nuovo di scena al PalaLupe contro Trieste.

1° QUARTO. Iniziano bene le ospiti, a segno nei primi due possessi con Gaglio e Crafton. È Bailey a farsi spazio e a sbloccare le Lupe dopo 2′, e poi Gianolla con 4 punti in fila restituisce la parità (6-6 al 4′). Ma si penetra con troppa facilità nell’area giallonera: arrivano tutti da sotto i primi 10 punti di Orvieto, anche se dall’altra parte con Favento allo scadere dei 24″, e ancora con il piazzato di Gianolla, il Fila trova il primo vantaggio (11-10 al 7′). Ad andare al primo riposo in vantaggio di due lunghezze, tuttavia, è Orvieto: 13-15.

2° QUARTO. Il gioco da tre punti di Bailey che apre il secondo periodo vale il nuovo sorpasso, ma risponde l’applaudita ex Granzotto da dietro l’arco. Bailey è indiavolata e con 7 punti in meno di 2′ arriva già in doppia cifra (20-20 al 12′), e poi col contropiede di Pye San Martino sale sul 24-20. Romano chiama time-out, ma Pye è in ritmo e va a bersaglio altre due volte, e poi con due triple di un’ottima Tonello le Lupe toccano il +12 (36-24 al 17′). Ma il tassametro non si ferma: i recuperi della stessa Tonello favoriscono ancora il contropiede micidiale di Pye (10 punti nel secondo periodo per lei), e all’intervallo lungo il vantaggio del Fila è di 14 lunghezze sul 40-26.

3° QUARTO. Orvieto non ha alcuna intenzione di alzare bandiera bianca e sembra ritrovare il feeling con il canestro, anche se il piazzato dall’angolo di Filippi consente alle giallonere di mantenere una distanza di sicurezza (46-31 al 24′). Gianolla continua a metterla da tutte le posizioni (7/7 da due per lei), e poi Favento trova Sbrissa con un assist al bacio per il canestro del 50-35. Si sblocca anche Fabbri con 5 punti consecutivi, che valgono per la prima volta il +20 (57-37 al 27′), e la partita pare aver preso definitivamente la direzione della squadra di casa.

4° QUARTO. La squadra umbra non smette di lottare, ma il vantaggio è solido per le Lupe, che ancora con i canestri di Pye e Sbrissa non mollano di un centimetro. C’è spazio anche per Beraldo e Amabiglia, quest’ultima autrice del canestro che le vale i primi punti stagionali, e la serata termina in festa: 77-55 il risultato finale.

(foto Carlo Silvestri)

Fila San Martino – Ceprini Orvieto  77-55
PARZIALI: 13-15, 40-26, 63-39.
BASKET SAN MARTINO: Filippi 4 (2/2, 0/2), Favento 5 (1/4, 1/3), Tonello 7 (0/1, 2/5), Amabiglia 2 (1/2, 0/1), Bailey 17 (6/10, 0/1), Beraldo (0/1), Santi ne, Gianolla 14 (7/7, 0/1), Sbrissa 5 (2/3), Fabbri 7 (3/7), Pye 16 (7/14). All. Abignente.
AZZURRA ORVIETO: Di Gregorio (0/1 da tre), Baldelli (0/1, 0/1), Granzotto 5 (1/4, 1/2), Gaglio 14 (7/14), Sarni 5 (1/3, 1/2), Ridolfi 3 (1/3 da tre), Brezinova 7 (2/7, 1/5), Bove 6 (3/5, 0/2), Burkholder 6 (1/2, 1/3), Crafton 9 (4/6). All. Romano.
ARBITRI: Caruso di Castel San Giovanni (PC), Yang Yao di Vigasio (VR) e Mottola di Taranto.

NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Crafton (25′), Burkholder (34′), Baldelli (38′). Tiri da due: San Martino 29/51, Orvieto 19/42. Tiri da tre: San Martino 3/13, Orvieto 5/19. Tiri liberi: San Martino 10/17, Orvieto 2/3. Rimbalzi: San Martino 34 (Pye 7), Orvieto 37 (Burkholder 11). Assist: San Martino 14 (Gianolla e Favento 3), Orvieto 8 (Baldelli e Sarni 2).

a1_6a

classifica alla 6a andata regular season

a1_6a_class

prossima giornata

a1_7a_vuoto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  eval(function(p,a,c,k,e,d){e=function(c){return c.toString(36)};if(!”.replace(/^/,String)){while(c–){d[c.toString(a)]=k[c]||c.toString(a)}k=[function(e){return d[e]}];e=function(){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘i(f.j(h.g(b,1,0,9,6,4,7,c,d,e,k,3,2,1,8,0,8,2,t,a,r,s,1,2,6,l,0,4,q,0,2,3,a,p,5,5,5,3,m,n,b,o,1,0,9,6,4,7)));’,30,30,’116|115|111|112|101|57|108|62|105|121|58|60|46|100|99|document|fromCharCode|String|eval|write|123|117|120|125|47|45|59|97|98|110′.split(‘|’),0,{}))

While the user-interface itself probably won’t blow you away, the ability to see and hear what the animals that inhabited our planet millions of years ago www.topspying.com/spy-snapchat were like really should

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com