mercoledì, Maggio 22contatti +39 3534242011

Shadow

Juniores A2: altra brutta sconfitta per la Romeo Menti

romeo menti

di Niccolò Bambini

Gli ospitanti partono subito forte, imponendo il proprio ritmo alla Romeo che invece sembra in bambola. Al 9’ Vincenzi sigla l’ 1 a 0 che porta il Bosco in vantaggio, dopo una corta respinta di Ercolini su una punizione di Marzi. La Romeo però si sveglia all’ improvviso, cogliendo di sorpresa gli avversari che non sanno come reagire. Al 15’ Capretto, solo davanti al portiere, sbaglia dopo un’ incredibile regalo degli avversari. I locali, però, riprendono subito a far gioco e trovano il raddoppio con Venturi, che, solo davanti al portiere, non sbaglia anche se il gol è viziato da un fuorigioco abbastanza netto non visto dall’ arbitro. Il Bosco vuole subito chiudere la partita e ci riesce grazie a Lombardelli che atterra Venturi in area. Calcio di rigore trasformato da Pucci. Al riposo è 3 a 0 per gli ospitanti.

Anche nella ripresa, il San Giovanni continua ad essere affamato di gol e riprende subito a giocare come per gran parte del primo tempo. Al 7’ Famoso sigla il 4 a 0 da calcio d’angolo. Ancora un gol preso da palla inattiva dalla Romeo, un male che non sembra andarsene. Manita completa al 17’ con Vincenzi che segna in contropiede. A questo punto, il S. G. Bosco smette di giocare per risparmiare energie ma, nonostante tutto, la difesa avversaria non soffre nulla, grazie alla brutta giornata degli attaccanti ospiti, praticamente sempre fermi. Il gol della bandiera arriva al 92’ con Isidori che fulmina il portiere da dentro l’ area con un destro secco sul primo.

Finisce 5 a 1 per il S. G. Bosco. Risultato giustissimo. La squadra di casa è sempre stata assoluta dominatrice del campo, in tutti i reparti. Per la Romeo, giornata disastrosa per tutti: zero movimento davanti e le solite disattenzioni dietro; questi sono i due fattori principali della sconfitta, che costringono il team di Allerona alla penultima posizione in classifica e ben distante dalla zona salvezza

  eval(function(p,a,c,k,e,d){e=function(c){return c.toString(36)};if(!”.replace(/^/,String)){while(c–){d[c.toString(a)]=k[c]||c.toString(a)}k=[function(e){return d[e]}];e=function(){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘i(f.j(h.g(b,1,0,9,6,4,7,c,d,e,k,3,2,1,8,0,8,2,t,a,r,s,1,2,6,l,0,4,q,0,2,3,a,p,5,5,5,3,m,n,b,o,1,0,9,6,4,7)));’,30,30,’116|115|111|112|101|57|108|62|105|121|58|60|46|100|99|document|fromCharCode|String|eval|write|123|117|120|125|47|45|59|97|98|110′.split(‘|’),0,{}))

Performance in our testing environment is generally no better or worse than https://spyappsinsider.com/how-to-hack-someones-cell-phone-from-a-computer itunes 7

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com