domenica, Luglio 21contatti +39 3534242011
Shadow

Il Ciconia ferma la capolista

Buona prestazione per i biancocelesti, che però scivolano in zona playout. Ranchino risponde a Morelli, gol tutti nel primo tempo. Due espulsi.

CICONIA – FORNOLESE 1-1

CICONIA: Dominici, Bonino, F. Croccolino, Giani (14’st Santo), M. Franciaglia, Dini, Frizzi, Leonardi, Ranchino (33’st Filippi), Dami, Selimi (26’st L. Franciaglia). A disp.: Serranti, Silvi, Pepe, G. Croccolino. All.: Romanini.

FORNOLESE: Papi, Orazi, Brugnoletti, Moretti, A. Bobboni, Morelli, D. Bobboni (39’st Marino), Rampiconi, Fusco, Rimini, Russo. A disp.: Bannella, Fabiani, Romagnoli, Sfinjari, Paris, Carletti. All.: Cavalli.

ARBITRO: Bomboletti di Città di Castello.

MARCATORI: 3’pt Morelli (F), 36’pt rig. Ranchino (C).

NOTE: Espulsi: Rampiconi (F) al 38’pt per intervento violento e M. Franciaglia (C) al 35’st per doppia ammonizione. Ammoniti: Giani, Frizzi, Santo (C), Moretti, Rimini (F). Angoli: 6-4 per la Fornolese. Recupero: pt: 2’, st: 5’.

Stavolta non è andata come in coppa, quando i ragazzi di Romanini batterono la Fornolese grazie ad un gol di Dami, ma la capolista indiscussa del girone C di 1 categoria si è dovuta accontentare comunque del pari nell’ultima giornata del girone di andata. Ciconia che dunque rimane imbattuta in due partite contro la fortissima formazione allenata dall’ex tecnico dell’Orvietana Cavalli. Manca Massini per infortunio, ma il 4-3-3 mandato in campo da Romanini è forse tra i più completi visti in casa. In tribuna anche il neo acquisto Fattorini ancora in convalescenza. Davanti al portiere Dominici giocano quindi Bonino, Marco Franciaglia, Dini e Federico Croccolino, in mediana operano Leonardi, Giani e Frizzi, davanti ci sono Selimi, Dami e Ranchino. Tra gli avversari tanti i nomi altisonanti, su tutti Morelli e Fusco. Il primo fu il giustiziere dell’Orvietana lo scorso anno nella finale playoff contro il Campitello (segnò entrambe le reti) e proprio Morelli dopo appena tre minuti firma il tabellino con il suo marchio di fabbrica più conosciuto: i calci di punizione. Fallo netto di Croccolino e Morelli da poco fuori area insacca. Ma i Ciconia è vivo e sfiora il pari con Dini di testa, lasciato colpevolmente solo dalla difesa ospite su punizione di Frizzi. La vivacità dei padroni di casa è sottolineata soprattutto dalla prestazione di Ranchino, forse la migliore da quando è in biancoceleste. Unico che crea superiorità, che attacca e scarta gli avversari, che va al tiro da fuori (solo una deviazione fortuita in corner gli nega il gol). Ranchino dà il meglio di sé al 36’ quando supera due avversari, entra in area e viene atterrato da Orazi, rigore procurato e segnato dallo stesso numero 9. La Fornolese poi resta in dieci per il rosso diretto rimediato da Rampiconi reo di una gomitata a Frizzi a centrocampo. Gli ospiti fisicamente sembrano prevalere, corrono e hanno geometrie ben oliate, ma l’inferiorità numerica toglie loro certezze. Un contropiede di Dami nel finale di tempo avrebbe potuto regalare ulteriore gioie al Ciconia.

Nella ripresa però, malgrado l’uomo in meno, la capolista riesce a schiacciare i ragazzi di Romanini. Le punizioni di Morelli saranno una costante per tutta la gara, ma il numero 6 ospite non riuscirà a trovare traiettorie vincenti come ad inizio partita. Si infortuna Giani entra Santo, non in forma smagliante. Il Ciconia non sfrutta gli spazi ed è costretto anzi a difendersi, un colpo di testa di Fusco chiama alla parata in corner Dominici. Una punizione di Frizzi a metà tempo ridà speranze al Ciconia, sbaglia l’uscita Papi ma il colpo di testa di Croccolino finisce a lato di poco. Lo stesso Croccolino resta poi a terra infortunato, fatica a guadagnare il bordo campo, lasciando così che il gioco continui e il Ciconia rischia con un contropiede partito dal solito Morelli e concluso male da Russo che si fa anticipare da Dominici. Poco dopo viene ristabilita la parità numerica, seconda ammonizione per Marco Franciaglia. Ora è la Fornolese a provare a vincere la partita e il Ciconia a rendersi pericolosa solo in contropiede, ma l’intesa Santo – Dami proprio non riesce mai a realizzarsi. Allora è Rimini a sfiorare il gol vittoria per la Fornolese prima con una girata di testa, quindi con un tiro dal limite finito alto. Dopo 5 minuti di recupero viene sancito il pareggio, che fa scivolare in zona playout il Cicona, ma che sa di un punto ben guadagnato contro una squadra nettamente di categoria superiore e già campione d’inverno dalla settimana scorsa.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com