martedì, Giugno 18contatti +39 3534242011
Shadow

L’Orvietana spreca e regala, finisce 1-1 col Bevagna

Avanti dopo pochi minuti su rigore con Borrelli, regala il pareggio con uno svarione di Serrani. Montenero: “Giochiamo bene e sbagliamo sottoporta, Serrani? Una normalissima sostituzione come le altre”.

ORVIETANA – BEVAGNA 1-1

ORVIETANA: Serrani (18’st Perquoti), Antichi, Frellicca, Pallottino, Ammendola, Bigi, Borrello (26’st Casarelli), Monesi, Borrelli, Bagnato, Cochi (3’st Baffo). A disp.: Di Girolamo, Ciccone, Bisti, Tiberi. All.: Montenero.

BEVAGNA: Lolli, Fontetrosciani, Taccuci, Ottaviani, Cagnazzo, Finauro, Armadoro (37’st Palini), Properzi (17’st Nicola), Ricci, Pignari, Gramaccioni (30’st Boateng). A disp.: Cagnazzo, Carquiglini, Piaconi, Miaccarelli. All.: Buccioli.

ARBITRO: Di Loreto di Terni (Proietti di Terni – Brodoni di Terni).

MARCATORI: 7’pt Borrelli rig. (O), 26’pt Ricci.

NOTE: Ammoniti: Frellicca, Pallottino, Bigi, Monesi e Casarelli (O); Ottaviani e Cagnazzo (B). Al 22’pt espulso l’allenatore ospite Buccioli per proteste. Angoli: 3-1 per l’Orvietana, recupero: pt: 1’; st: 5’.

E’ un pareggio che scontenta tutti quello tra Orvietana e Bevagna, entrambe non riescono a migliorare le proprie classifiche che restano, rispettivamente, anonima per i biancorossi e da zona playout per gli ospiti. Montenero conferma di fatto la formazione che aveva ben figurato, ma senza raccogliere punti, contro l’AMC una settimana prima. Assente quindi ancora Vergari, con Antichi che gioca esterno in difesa insieme a Frellicca, grande prestazione la sua, con Bigi e Pallottino centrali. Monesi, Borrello, Bagnato e anche Ammendola tenteranno per tutta la gara di imbeccare Borrelli e Cochi davanti.

Avvio biancorosso, il Bevagna protesta

Stavolta l’avvio di gara è finalmente di marca biancorossa, dopo 5 minuti Bagnato batte una punizione che viene deviata in calcio d’angolo dalla barriera, mentre il corner viene battuto si vede Borrelli spinto a terra da Taccucci, l’arbitro è sul lato opposto del campo, ma il contatto capita proprio sotto gli occhi del primo assistente. Il rigore viene assegnato con qualche secondo di ritardo, quanto basta per scatenare le proteste ospiti, Borrelli dal dischetto non sbaglia e porta in vantaggio i suoi. Poco dopo anche Ricci va giù in area, dalla parte opposta, per un intervento di Bigi, ma l’arbitro stavolta è a due passi e giudica tutto regolare. Ma si gioca principalmente nella metà campo di attacco dell’Orvietana, Bagnato sfiora il raddoppio al 20’ sparando alto e poco dopo l’ennesima protesta contro l’arbitro costa l’espulsione al tecnico del Bevagna, sempre su segnalazione del primo assistente.

Maledetti calci piazzati

L’Orvietana sembra poter controllare le sortite del Bevagna, tranne quando partono da calci piazzati. Una punizione di Properzi manda la palla a rimbalzare due volte sottoporta, senza che nessuno intervenga, prima di carambolare sul palo, la difesa orvietana sbroglia all’ultimo momento. Poi il pari arriva grazie ad un’altra punizione, ma il tiro di Ricci sembra centrale e innocuo e finisce tra le braccia di Serrani che però, più che afferrare un pallone, sembra litigare con un’anguilla, sta di fatto che la sfera finisce clamorosamente in rete. Serrani, che in stagione sta alternando parate decisive a disattenzioni altrettanto pesanti, è sicuramente il più deluso, ma non sembra risentire dell’accaduto. Tanto che per tutto il restante primo tempo non dimostrerà altre indecisioni, anche va detto per la scarsa presenza degli avversari dalle sue parti. Nel finale di tempo Cochi di testa e Borrello con un diagonale troppo stretto provano a riportare avanti l’Orvietana, ma non centrano i pali.

Cambia la partita e pure il portiere

Nei primi minuti della ripresa si infortuna Cochi, entra Baffo. Non è un buon momento per l’Orvietana che si vede graziata da Armadoro in avvio. Tutto inizia dalla solita punizione stavolta battuta da Properzi, Serrani ci arriva ma non trattiene e Armadoro sbaglia il tapin. Proprio Serrani, chiamato in causa su retropassaggio, rischia di commettere la seconda papera di giornata, anziché servire due compagni liberi alla sua destra, tenta il passaggio proprio verso l’avversario che tocca la palla, ma per fortuna non ne approfitta. Montenero non gradisce e manda subito a scaldare il baby classe 97 Perquoti. Passano diversi minuti e la sostituzione arriva, Serrani chiede toccandosi il petto se sia veramente lui che deve uscire e la sorpresa per il cambio è palese sul suo volto anche al momento di uscire dal campo. La gara ora sembra aver cambiato padrone, ancora il Bevagna, poco prima della mezz’ora, sfiora il vantaggio con Ricci che manda alto da pochi passi, senza avversari davanti a sé.

Finale tutto biancorosso, ma la palla non entra

Passata la paura, l’Orvietana riprende in mano le redini del gioco e spreca il possibile e l’impossibile nei minuti finali. Prima Baffo si fa anticipare dal portiere di un niente, dopo aver ricevuto un suggerimento di Borrelli, quindi un nuovo triangolo tra le due punte non si chiude per un soffio sempre dentro l’area ospite. Ma non è finita perché Borrelli, favorito da un rimpallo, si trova tutto lo specchio libero e prova il tiro al volo, ma svirgola clamorosamente. L’occasione più ghiotta però la ha sui piedi Ammendola al novantesimo, ormai dentro l’area piccola tira centrale e fa fare un figurone al portiere ospite. Poco dopo anche Casarelli prova il tiro a girare che fa solo la barba al palo. Si gioca fino al 95’ ma l’Orvietana deve accontentarsi del punticino che la lascia a metà classifica.

Spogliatoi

Montenero, allenatore Orvietana:Continuiamo a creare tanto e a sbagliare quasi tutto, lavoriamo bene in settimana e si vede la domenica in campo, però non riusciamo a buttarla dentro, chi ha visto la partita contro l’AMC e questa avrà contato 10 occasioni da gol, ma siamo riusciti a segnare solo su rigore. Il gol subito in quel modo ci ha un po’ frenati, fin lì sembrava una partita piuttosto facile per noi. Il cambio di Serrani? L’errore del primo tempo, che ci può stare, lo aveva reso insicuro, si è visto su quel retropassaggio, quindi ho preferito sostituirlo. Un cambio assolutamente normale che si fa quando si vede un giocatore non al massimo, che sia un portiere o un attaccante o chicchessia. La classifica? Non cambia nulla, il nostro obiettivo restano i playoff, anche se ora paiono lontani, penso che alla fine riusciremo a centrarli”.

 

Buccioli, allenatore Bevagna: Venivamo da due sconfitte di misura, era importante soprattutto non perdere, il pareggio è giusto anche se ad inizio ripresa abbiamo avuto due occasionissime per andare in vantaggio, poi è chiaro che l’Orvietana ha ottimi giocatori e le occasioni le hanno create anche loro, è stato bravissimo il nostro portiere. La mia espulsione? Sono tre domeniche di fila che con gli arbitri non ce ne va mai bene una, io di solito non mi metto a piangere su queste cose, però anche oggi vedersi assegnare un rigore dopo pochi minuti fischiandolo 5 secondi dopo il contatto mi è sembrato troppo, poi i fatti strani si sono ripetuti ed è arrivata l’espulsione, ma non ho offeso nessuno. Questa partita comunque ha dimostrato che abbiamo tutte le carte in regola per salvarci magari anche direttamente, ora avremo degli scontri diretti e non dovremo fallirli”.

 

 

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com