L’Orvietana parte con un flop

Questo articolo è stato letto 2428 volte

E pensare che l’ambiente che si respirava alla vigilia era contornato di ottimismo, sia per le buone prove in coppa contro la Viterbese, sia per la meticolosità con cui era stata preparata la gara, in allenamento e non solo. Fratini la settimana scorsa era salito fino a Calenzano per vedere la Sestese in coppa, ma non è bastato. La squadra fiorentina, forse un po’ snobbata da tutti in sede di pronostici, si è presa i primi tre punti della stagione, condannando i biancorossi ad un esordio amaro. Sotto accusa l’atteggiamento in campo, tanto che a fine gara Fratini non lo manda a dire. “La squadra – tuona il tecnico- non ha capito che è iniziato il campionato, la testa la abbiamo lasciata ad Orvieto, sembrava che fossimo venuti a disputare un’amichevole”. In campo nessuna sorpresa, senza Cioci e Valentini squalificati, giocano Martinez in avanti e Fondi a centrocampo. Ma il primo tempo i biancorossi lasciano giocare solo gli avversari. Una prima mezz’ora dove la Sestese prova perciò a pungere, trovando solo conclusioni dalla distanza tutt’altro che pericolose ad opera di Rovella e Nardoni. L’Orvietana, piuttosto guardinga, non riesce a cambiare volto alla partita. Si gioca in un pomeriggio afoso e il clima non aiuta, ma la Sestese riesce a capitalizzare proprio allo scadere della prima frazione. Grande fuga sulla sinistra di Francesconi che viene atterrato e guadagna così una punizione che somiglia a un corner corto. Nardoni va a batterla, uscita incerta di Mandini e lo stesso Francesconi di testa dall’area piccola sblocca il risultato. Nella ripresa l’Orvietana si butta subito in avanti rischiando qualche contropiede come al 12’ quando Rovella prova a spaventare Mandini, ma la sua conclusione è a lato. Il pareggio arriva al 20’: un cross dalla tre quarti di Ciani pesca sul secondo palo Tealdi, c’è un buco di Pagliai e a questo punto per l’attaccante umbro è facile trovare il gol. Potrebbe essere l’episodio che sveglia l’Orvietana, ma passano appena due minuti e i toscani tornano di nuovo avanti. Il gol è un capolavoro del solito Fioravanti che approfitta di una palla proveniente da calcio d’angolo, allungata da Pagliai. La posizione è molto defilata, quasi sulla linea di fondo, ma Francesconi trova lo spazio giusto per infilare incredibilmente la palla sotto la traversa. Qualche segnale in più sul piano della volontà ora si vede, ma il forcing umbro rischia di favorire il contropiede fiorentino, sia Bianchi al 33’ che Rovella nel recupero sprecano incredibilmente tutti soli davanti a Madini. Per fortuna che ora non c’è molto tempo per rimuginare su questa brutta prestazione, le occasioni per voltare pagina non mancano. Tra poche ore infatti si torna subito in campo. Infatti in settimana sono in programma addirittura due derby entrambi da giocare sul terreno amico del Muzi di Ciconia: mercoledì (si gioca alle 20:45) in coppa contro la Pontevecchio e domenica in campionato (ore 15:00) contro l’Arrone.

RISULTATI PRIMA GIORNATA:

Arrone – Sangimignano 3-0

Cecina – Montevarchi 2-1

Deruta – Gavorrano 1-1

Forcoli – Fortis Juventus 0-1

Massese – Armando Picchi 1-0

Pontedera – Rieti 4-0

Sansepolcro – Pontevecchio 2-1

Sansovino – Lucchese 0-1

Scandicci – Ponsacco 0-1

Sestese – Orvietana 2-1

Classifica:

Pontedera, Arrone, Cecina, Fortis J., Massese, Ponsacco, Sansepolcro, Sestese e Lucchese 3.

Deruta e Gaorrano 1.

Armando Picchi, Forcoli, Montevarchi, Orvietana, Pontevecchio, Sansovino, Scandicci, Sangimignano e Rieti 0.

PROSSIMO TURNO:

Armando Picchi – Pontedera

Fortis Juventus – Deruta

Gavorrano – Sansepolcro

M. Ponsacco – Forcoli

Montevarchi – Scandicci

Orvietana – Arrone

Pontevecchio – Massese

Rieti – Sestese

Sangimignano – Sansovino

S. Lucchese – Cecina

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *