lunedì, Marzo 4contatti +39 3534242011
Shadow

Il Fratta Todina cede sotto i colpi di Polleggioni

FRATTA TODINA – Il Ciconia affronta nella ventiseiesima giornata di campionato di prima categoria il pericolante Fratta Todina. La bella vittoria contro il Terni Est è ormai solo un bel ricordo, si deve guardare avanti e cercare di togliersi dalla zona calda della classifica. Per farlo i ragazzi di Mr Luzi, devono assolutamente superare l’ostacolo Fratta Todina. Squadra ultima in classifica ma con l’acqua alla gola. Un suo risultato negativo potrebbe significare retrocessione matematica. Il Ciconia scende in campo riproponendo il 4-3-3 che tanto bene è stato interpretato dai ragazzi orvietani una domenica fa. La squalifica di Massimiliano Zappitello e l’infortunio, purtroppo grave, di Marco Pecci, vengono coperti dai difensori Morelli e Croccolino, con Avola spostato a centrocampo. Il resto è confermato. Cronaca: la partita si gioca sotto una pioggia battente e un forte vento, che in alcuni casi diventa un vero e proprio fattore determinante e il dodicesimo uomo in campo per chi ne beneficia.

Parte bene il Ciconia con il suo tridente, il dinamismo di Hoxha, Zappitello e Croccolino è un problema per la difesa locale che ricorre più volte al fallo per contrastarli. Al 2′ prendiamo subito nota della prima vera occasione a favore degli ospiti. Polleggioni innesca Hoxha sulla destra che anziché crossare per il compagno cerca la conclusione da posizione angolata, il suo tiro non impensierisce Paoleri. Il Fratta Todina risponde al 5′ con una percussione di Persichetti che termina con un tiro velleitario dal limite dell’area che finisce alto. Al 8′ il difensore Ruggeri dopo l’ennesima figuraccia nel tentativo di contrastare Yuri Zappitello, pensa bene di sfogare tutta la sua frustrazione scalciandolo a palla lontana. Bianchi di Perugia vede tutto e non transige mandandolo dritto negli spogliatoi.

Con la superiorità numerica il Ciconia crea numerose palle goal e all’8′ trova il goal del vantaggio. Fa tutto Polleggioni che prende palla a centrocampo, salta due avversari ed entra in area. Davanti a sé trova Negozio che lo affronta temerariamente e lo stende dentro i sedici metri. Rigore ed ammonizione per il difensore locale. Dal dischetto si presenta lo stesso Polleggioni che sigla il vantaggio con un’esecuzione da manuale. Uno a zero. La partita sembra indirizzata bene per i colori bianco celesti ma su un innocuo calcio di punizione dalla tre quarti, il Fratta Todina pareggia appena tre minuti dopo. La palla scodellata in mezzo all’area non viene respinta prontamente dai difensori ospiti, si crea cosi una mischia che Turcarelli risolve a suo favore battendo Parisi da due passi. Uno a uno. Tutto da rifare.

Il Ciconia non si scoraggia e forte del fattore vento e della superiorità numerica spinge per riportarsi in vantaggio. La tecnica e la qualità dei tre centrocampisti ospiti fanno la differenza in mezzo al campo, ma l’aggressività dei locali non permette una fluida manovra di gioco. Nonostante ciò le opportunità per la squadra orvietana per portarsi di nuovo in avanti non mancano. Le più clamorose capitano sui piedi di Yuri Zappitello, che per due volte ha la chance di entrare nel tabellino dei marcatori. La prima al 16′ quando su calcio di punizione Polleggioni pesca il compagno libero sul secondo palo, la conclusione a due passi dalla porta è però alta. Al 20′ la scena si ripete. Il portiere Parisi sfrutta la sua lunga rimessa per lanciare Zappitello, la traiettoria, aiutata dal vento,fa cadere la palla addirittura dentro l’area avversaria, la punta riesce a controllare, ma il suo tiro è di nuovo alto, tra la disperazione dei compagni.

Il Ciconia sbaglia e il Fratta Todina la punisce, come recita una nota legge non scritta del calcio. Al 28′ la squadra locale in una rara azione offensiva libera Trotta in area, Morelli nel tentativo di disturbarlo lo atterra e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Dascalu piazza il pallone con una angolatura precisa ed imprendibile. Il Fratta Todina, seppur in inferiorità numerica, si porta in vantaggio. Il Ciconia incredulo reagisce subito. Al 36′ Avola manda al bar Todini e schizza veloce sulla fascia. Arrivato sul fondo fa partire un cross velenosissimo e Cozzolino, nel tentativo di respingerlo, spedisce la palla nella propria porta. Due a due.

Finisce cosi un primo tempo ricco di emozioni di una gara probabilmente giocata sottotono da entrambe le formazioni in condizioni climatiche avverse. Il secondo tempo vede i padroni di casa iniziare con un piglio più sfrontato, sfruttando, anche la traiettoria favorevole del forte vento. Questo crea non pochi problemi ai difensori orvietani che si vedono costretti a intensificare la propria attenzione anche su traiettorie all’apparenza inoffensive. Mister Luzi vedendo i suoi in difficoltà corre ai ripari, inserendo l’incontrista Matteo Luzi, irrobustendo il centrocampo, ora formato da quattro unità. I minuti passano inesorabili, la gara si svolge nella maggior parte a centrocampo, con il tentativo da parte di entrambe le squadre di innescare le proprie punte sul filo del fuorigioco. Sempre attente le due difese, non si fanno mai sorprendere.

Si arriva cosi al minuto 80′, quando Daniele Polleggioni decide di cambiare la storia della partita. Il centrocampista bianco celeste riceve palla al limite dell’area, salta di netto Turcarelli e avanzando in area da posizione angolata fa partire un missile terra aria che non lascia scampo a Paoleri. Tre a due e ospiti che si riportano di nuovo in vantaggio.

Nei minuti finali il Ciconia sembra in grado di controllare ciò che resta della gara, anche perchè il Fratta Todina, con il morale a terra, non ne ha più. Il triplice fischio di Bianchi è una liberazione per i ragazzi di Mister Luzi, che perfezionano la seconda vittoria consecutiva. Una vittoria che doveva arrivare a tutti i costi. Cosi è stato. Sicuramente non una grande prestazione, ma ciò che contava era il risultato.

Si è visto un Ciconia contratto e a tratti sconclusionato, ma anche una squadra che non si è persa d’animo dopo lo svantaggio, che è riuscita a non perdere la testa nei momenti difficili riuscendo a rimontare quando tutto sembrava compromesso, grazie anche (e questo va sottolineato), al solito e intramontabile Polleggioni. La brutta notizia arriva dagli altri campi, tutte le dirette concorrenti per la salvezza hanno vinto, vanificando il valore che potevano avere questi tre punti presi contro il Fratta Todina. Ora la classifica vede sette squadre in tre punti che lottano per evitare l’ultimo posto play out. Le rimanenti partite saranno decisive e il Ciconia ha lanciato un messaggio: lotterà con tutte le armi a disposizione per rimanere in questa categoria e onorare fino alla fine questo campionato.

FRATTA TODINA-CICONIA: 2-3

FRATTA TODINA: Paoleri, Dascalu, Cozzolino (Sposini), Negozio, Turcarelli, Todini, Trotta (Carnevali), Ruggeri, Menculini (D’Avanzo), Persichetti, Pitotti. All. Lucaroni

CICONIA: Parisi, Morelli (Franciaglia), Pasquini, Croccolino F., Goretti, Avola, Hoxha (Luzi), Polleggioni, Zappitello Y., Ciuco, Croccolino G. All. Luzi

Arbitro: Bianchi di Perugia Marcatori: 8’pt Polleggioni rig., 11’pt Turcarelli, 28’pt Dascalu rig., 36’pt aut. Cozzolino, 35’st Polleggioni

Note: Espulsi al 7’pt Ruggeri e al 45’st Croccolino G.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com