martedì, Dicembre 5contatti +39 3534242011
Shadow

Triplo Zaccheo per il Pantalla, il Ciconia scende sulla Terra

PANTALLA  – Il Ciconia affonda sotto i colpi di uno scatenato Zaccheo. L’ala sinistra perugina realizza un’incredibile tripletta regalando al Pantalla un’importante vittoria che la catapulta al secondo posto in classifica. Per la squadra di Ciucci una domenica da dimenticare. Troppe le amnesie difensive che hanno in definitiva, consegnato la gara alla squadra di casa. Le due squadre scendono in campo con moduli differenti. Stili diversi per interpretare il proprio credo calcistico, un 4-4-2 equilibrato per il Pantalla, opposto ad un offensivo 4-3-3 per il Ciconia. Gli ospiti lamentano assenze importanti. Mister Ciucci è obbligato a lasciare ad Orvieto Riccardo Croccolino , Damiano Mocetti e Mattia Morelli, cambiando di fatto qualcosa rispetto alle precedenti formazioni. In regia al fianco di Polleggoni c’è Ciuco e non Filippi; in attacco la novità della giornata, Zappitello schierato come esterno alto del tridente con Hoxha seduto in panchina; dietro gioca Stefanucci al fianco di Cenerotti. Si inizia sotto un sole battente ed un folto pubblico, che fanno da cornice a quella si speri sia una bella partita. Le premesse sono buone. Pronti via i ritmi sono elevatissimi, le due squadre giocano un ottimo calcio. E’ evidente un livello tecnico più alto rispetto alla media del campionato per le due squadre in campo. Le occasioni non mancano.

L’avvio della gara è tutto del Pantalla: la squadra di Belli parte sicura, sfrutta le fasce, si muove compatta ma agile nello sguinzagliare Tottorottò fra le linee, seminando il panico nel Ciconia. Poi però la squadra ospite prende le misure, cresce a centrocampo, trova spazi interessanti e si fa più intraprendente. Il più pimpante è Marchignani, il suo mancino, però, oggi sembra caricato a salve e non crea grattacapi al giovane Todini. Le insidie per il Pantalla arrivano su palle inattive. Le punizoni velenose di Ciuco fanno paura, ma non trovano mai un compagno capace di battere a rete. Al 37′ gli equilibri sono spezzati da un errore clamoroso della difesa bianco celeste. Un innocuo pallone rilanciato dalla difesa del Pantalla rimbalza tra Stefanucci e Cenerotti. I due centrali nel tentativo di appoggiare verso il loro portiere si scontrano e regalano la palla all’incredulo Zaccheo che deve solo battere a rete. Si va cosi al riposo sull’uno a zero, con i padroni di casa sorprendentemente in vantaggio grazie ad un regalo dei loro avversari.

Nella ripresa ci si aspetta una reazione feroce del Ciconia, ma al secondo minuto l’arbitro Coppo Fongoli diventa protagonista assoluto della gara quando, per un contrasto fortuito di gioco a centrocampo estrae con eccessiva severità il secondo cartellino giallo al difensore Federico Croccolino, mandandolo anzitempo sotto la doccia. L’episodio di fatto smorza le speranze di rimonta degli ospiti e la possibilità di assistere ad una partita aperta che aveva sicuramente ancora tanto da raccontare. Da lì in poi la squadra di Ciucci crolla e il Pantalla può fare quello che meglio sa: far correre la palla con Atanasi e Pero Nullo, allargare il gioco sugli esterni e pungere con intelligenza, sfruttando gli spazi. Ed è così che, poco dopo, arriva il raddoppio firmato dal solito Zaccheo, bravo a chiudere una gran giocata in velocità avviata da Pero Nullo sulla sinistra. Poi è lo stesso Pero Nullo a sfiorare il terzo gol, davanti a un Ciconia attonito. Terzo goal che puntualmente arriva al quarto d’ora della ripresa con un’azione fotocopia del secondo. Zaccheo (in sospetto fuorigioco) lanciato da Atanasi sulla corsia di sinistra, si invola verso Parisi trafiggendolo con una bordata sotto l’incrocio dei pali.

Tre a zero e pratica chiusa già al sedicesimo della ripresa. Il Ciconia poco può fare per cercare di raddrizzare il risultato. Ci provano Polleggioni e Marchignani con azioni solitarie, che si concludono con un nulla di fatto. Il Ciconia alla mezz’ora deve ringraziare il suo portierone Parisi, che risponde da fenomeno a un sinistro ravvicinato di Scatoloni che evita un passivo più pesante. La partità cala d’intensità col passare dei minuti, il Pantalla, sicuro ormai della vittoria, tira i remi in barca e la partita fila via senza colpi di scena. Come se non bastasse, a dieci dal termine, da segnalare l’infortunio di Alessio Palmucci, portato fuori in barella, il quale costringe, suo malgrado, a far giocare ai propri compagni gli ultimi istanti di gara in nove contro undici avendo già esaurito i tre cambi a disposizione, a conferma di quanto sia stata sfortunata questa trasferta per la squadra di Orvieto. Per lui fortunatamente solo una brutta contusione all’anca. Si spera di rivederlo presto in campo. Una sconfitta netta per i ragazzi di Mister Ciucci, ma un’attenta analisi della partita ci fa capire come il Ciconia, abbia sì le qualità per ambire e disputare un ottimo campionato, ma vanno limate assolutamente quelle lacune di concentrazione che possono in qualche modo compromettere la gara. La sconfitta rimanga da esperienza sperando che i nostri abbiano capito la lezione. Regalare punti importanti in questo momento del campionato potrebbe essere rimpianto fra qualche mese.

PANTALLA: Todini, Venturi (Trefoloni), Cipriani, Sbrenna, Trequatrini, Atanasi (Galletti), Cherubini (Paolucci), Scatoloni, Tottorottò, Nulli Pero, Zaccheo. All. Belli

CICONIA: Parisi, Palmucci, Croccolino F, Massini Rosati L, Stefanucci, Cenerotti, Marchignani (Crosta), Polleggioni, Croccolino G (Hoxha), Ciuco, Zappitello (Filippi). All. Ciucci

RETI: 39′ pt, 12′ e 16′ st Zaccheo

NOTE: espulso Croccolino F al 2′ st

ARBITRO: Coppo Fongoli di Foligno

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com