venerdì, Aprile 19contatti +39 3534242011
Shadow

Ciconia tutto cuore. A Strettura lotta e pareggia in inferiorità numerica

Strettura – Fra Ciconia e Strettura alla fine finisce in parità: un 2-2 che va leggermente stretto ai locali, ma che premia l’inarrendevolezza degli orvietani, che prima subiscono la rete a freddo (all’8′ con Caroli), poi rischiano di vincere dopo il sorpasso in rimonta con Melone e Croccolino Gabriele. Alla fine si devono arrendere per l’ennesima decisione dubbia del direttore di gara, che concede un rigore realizzato con freddezza da Venturini. Il Ciconia ha giocato in 10 dal 35′ per l’espulsione per doppia ammonizione di Palmucci.

Su un campo in terra leggermente allentato da precedenti piogge e gelate, ma tutto sommato buono, Antinucci opta per un 4-3-1-2, manda in campo Amato dietro, con Venturini a far da suggeritore ai velocissimi Caroli e Bassetti. Sull’opposta sponda, Ciucci adotta lo stesso modulo, sceglie Crosta e Massini Rosati per far reparto con Palmucci e Cenerotti. Davanti, fuori Hoxha per squalifica, dentro Mocetti che spalleggia bomber Croccolino Gabriele con Polleggioni alle loro spalle. Ne esce una gara tutt’altro che spettacolare, ma accattivante perché sempre incerta e aperta a ogni risultato. A spezzare le titubanze iniziali di entrambe le squadre ci pensa lo Strettura, che sfrutta a suo favore il fattore campo con le sue armi migliori: pressing, corsa e tanta aggressività. Al 18’ arrivano già i frutti. Caroli va in gol, grazie ad un’azione in contropiede firmata Bassetti che confeziona un assist con i fiocchi per un tap-in facile facile. Immediata la risposta orvietana. Calcio d’angolo battuto da Filippi, Melone sale in cielo e trafigge Biagetti con un micidiale colpo di testa per l’uno a uno. Gli ospiti recriminano contro l’arbitro Rosati di Perugia per una conduzione di gara un po’ troppo casalinga, come dimostrano i due cartellini gialli sventolati in faccia a Palmucci, espulso poco dopo passata la mezz’ora di gioco. Ciucci, a bordo campo, sorride ironico. Il Ciconia in inferiorità numerica pare difendersi con ordine, ma non riesce ad ingranare, con Polleggioni che sbaglia molto, ma tutta la squadra non riesce a scrollarsi di dosso quell’aria svagata e un po’ confusa che marchia la sua partita fin dalle prime battute, nonostante il pareggio acquisito. Lo Strettura non pare approfittarne, Bassetti e Caroli sempre in agguato, ma serviti poco e male, sono prede facili per la difesa bianco celeste.

Ripresa con una novità nella formazione in casa orvietana, Sarpano entra al posto di Melone per cercare di contenere gli assalti locali sulle fasce. Il risultato cambia subito, ma non a favore dei locali: al 10′ Ciuco si proietta in avanti e crossa in area, Gabriele Croccolino, marcato da ben due difensori, riesce comunque a staccare più in alto e deviare la palla di testa nell’angolino alla sinistra di Biagetti, siglando il 2-1. Inaspettatamente in vantaggio, il Ciconia, seppur in dieci contro undici, sembra contenere senza grandi difficoltà alla nuova situazione, rinunciando a qualche avanzata, votandosi a un ordinato contenimento. Ma non basta. Al 18′ infatti l’offensiva ternana si concretizza in gol: Conti trova nell’area orvietana un corridoio dove infilare il suo cross, Caroli si getta sulla palla e Crosta in anticipo interviene per intercettare la palla. Ne scaturisce un intervento scomposto, ma regolare. Per l’arbitro è rigore, tra lo sconcerto e le proteste degli ospiti. Venturini dagli undici metri è infallibile e riporta i suoi in parità. Poi la partita si assesta su un tran tran davvero emozionante, quasi d’altri tempi. Le due squadre abbandonano schemi e temi tattici, cercando con insistenza la via del goal in maniera quasi esasperata. Le occasioni più ghiotte capitano al Ciconia, tutte a Croccolino Gabriele che al 35’ prova un diagonale da posizione molto angolata, al 40’ lanciato da Polleggioni, viene fermato sul più bello da Conti, al momento del tiro. L’ultima, la più clamorosa, a tempo scaduto: Massini Rosati calcia in area l’ultima preghiera, il numero 9 bianco celeste, tutto solo, salta per colpire di testa a pochi passi da Biagetti, ma incredibilmente manca il pallone e l’azione si perde in un nulla di fatto. Sussulto anche per lo Strettura nel recupero: Venturini sulla corsia di destra crossa per Caroli che colpisce di prima intenzione con un destro sul primo palo, fuori di poco. Sarà l’ultima nitida occasione della gara, che poi si consegna al 2-2 finale senza ulteriori emozioni.

Il Ciconia interrompe l’emorragia di punti dopo due tre sconfitte di fila.

STRETTURA: Biagetti, Conti, Vincioni (Cupi), Zagaglioni, Amato, Turcarelli, Nevi, Frasca E (Frasca F), Caroli, Venturini, Bassetti.

All. Antinucci

CICONIA: Parisi, Palmucci, Massini Rosati, Filippi, Cenerotti, Crosta, Melone (Sarpano), Polleggioni, Croccolino G, Ciuco (Croccolino F), Mocetti (Morelli).

All. Ciucci

ARBITRO: Rosati di Foligno

RETI: 20’ Caroli, 25’ Melone, 10’st Croccolino G, 18’st Venturini (RIG)

NOTE: espulso Palmucci per doppia ammonizione al 35’

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com