martedì, Giugno 18contatti +39 3534242011
Shadow

Telematica Orvieto Basket. La stagione, la squadra, le scelte, le scommesse

“Siamo ancora qui, e questo è già un ottimo risultato”. Apre così la presentazione della nuova stagione Orvieto Basket, il presidente, Stefano Biagioli. Al suo fianco il direttore sportivo Enrico Fiorenzi, Simone Mangoni di Telematica Italia, ancora al fianco della squadra orvietana come main sponsor, Andrea Brandoni, coach responsabile della prima squadra, Antonio Barberani, assessore alla cultura del comune di Orvieto in rappresentanza della città. Biagioli parla della passata stagione e si dice soddisfatto, mentre avrebbe preferito un altro girone rispetto a quello laziale dove la federazione ha inserito la squadra nel prossimo campionato di C1. “Negli ultimi sei anni abbiamo cambiato cinque gironi, – dice il presidente, – avremmo preferito essere inseriti nel girone toscano, più tecnico, e più conforme alla nostra idea di far giocare i giovani. Il girone laziale è notoriamente più fisico, dovremo farci le ossa”. “Solo chi fa qualcosa può sbagliare”. Passando per la grande soddisfazione per aver riportato in auge il Torneo dei Quartieri di basket, per la gioia di un grande movimento cittadino attorno alla pallacanestro e per i “soliti salti mortali per far quadrare il bilancio”, Biagioli ha spiegato che essere ancora in piedi, specialmente quando società antiche come Todi e Terni, hanno dovuto abbandonare è già una vittoria. In questa nuova avventura Telematica Italia ha deciso di restare al fianco dell’Orvieto Basket, “ci è piaciuta la sua serietà, – afferma Mangoni, – e, nonostante abbiamo ricevuto richieste anche da altre realtà sportive, abbiamo con piacere deciso di sostenere la squadra orvietana e la sua politica rivolta ai giovani.”


I giovani.
I giovani se finora sono stati infatti il motore di tutto il movimento cestistico, a partire dalla prossima stagione ormai alle porte, costituiranno una vera e propria scommessa che l’Orvieto Basket intende vincere. A parlare della nuova politica giovanile della società è il direttore sportivo Enrico Fiorenzi: “nei prossimi giorni sono in programma alcuni incontri con gli istruttori che da sempre si occupano della base del movimento giovanile. Con loro andremo a costruire un legame più stretto con la dirigenza cosa che nel passato, ammettiamo, di non aver saputo garantire a sufficienza. In questo modo potremo seguire meglio la crescita dei ragazzi cercando, nei limiti del possibile, di accorciare i tempi di maturazione cestistica dei giovani. Per far questo abbiamo individuato in Leonardo Olivieri, già secondo di Brandoni in prima squadra e fresco di convocazione come coach nella rappresentativa regionale, come il punto di riferimento per la Under19 e Under17. Nello staff tecnico pensiamo di coinvolgere anche Mirko Cupello e, in prospettiva, Lorenzo Negrotti. Insieme a loro avrà un ruolo importantissimo il nostro nuovo acquisto Davide Brighina, che si è detto disposto a lavorare sui giovani in una sorta di ruolo “chioccia” che possa trasferire alle giovani generazioni di cestisti la sua grande esperienza.”

La squadra.
“Le scelte che questa dirigenza ha intrapreso in vista della prossima stagione, sono state il frutto di una attenta analisi tra dirigenti e tecnici – ha affermato poi Fiorenzi, – da una parte c’erano alcuni ragazzi appena laureati e altri prossimi alla laurea che avrebbero inevitabilmente preso il largo, dall’altra la necessità di far crescere senza troppa fretta i giovani emergenti che provengono dalle giovanili, e ancora la possibilità di far crescere ancora di più i due under già in rosa Cortelli e Negrotti, ci hanno spinto a scegliere la strada che abbiamo intrapreso”. Le partenze di Piero Salucci, Augusto Berrocal, Gabriele Borri e Andrea Picciaia, tutti orvietani, non sono state ben digerite dai tifosi che si sono subito scagliati contro la società accusandola di aver mandato via pezzi di storia del team. “Per quanto riguarda Borri e Picciaia, – spiega Fiorenzi, – sono stati loro stessi a comunicarci che non sarebbero stati più disponibili per motivi di studio e lavoro. Con Berrocal e Salucci avremmo potuto trovare un accordo ma la scelta di valorizzare i giovani e la precisa scelta tecnica del coach più orientata verso altre soluzioni non ci ha consentito di mantenere in piedi i rapporti con questi giocatori. Ringraziamo tutti loro per il grande apporto che hanno dato al progetto Orvieto Basket e auguriamo loro di trovare la strada più giusta per le loro vite”.Tra le partenze anche quelle di Valerio Giganti per scelta tecnica, Leonardo Guazzeroni per problemi di lavoro e del giovane Giorgio Savoia che giocherà in C2 a Perugia dove sta per intraprendere gli studi.

E così largo ai giovanissimi Laerte Frosinini, Bernardo Ciriciofolo, Francesco Rosati, Matteo Brunelli, Simone Trinchitelli e Alessio Balestro. I ragazzi si alleneranno con la prima squadra, ne faranno parte a tutti gli effetti, e, come da regolamento, uno di loro siederà in panchina pronto a scattare in campo qualora il coach lo ritenga necessario. “Non vogliamo che si sentano caricati di una responsabilità, – ha aggiunto Fiorenzi, – in primo luogo devono divertirsi, secondo devono crescere e possono farlo meglio se saranno a contatto con i giocatori più grandi e più esperti”.

Per meglio delineare i rapporti tra la direzione tecnica, allenatore e roster la società orvietana ha deciso di istituire una nuova figura, il “responsabile della prima squadra”. Sarà Valter Borri, ex giocatore e figura stimata da tutti nell’ambiente per le qualità tecniche ed umane che lo contraddistinguono, a ricoprire tale ruolo.

Il capitano.
Il divorzio con Salucci ha portato all’ordine del giorno la questione capitano. “Lui (il nuovo capitano) ancora non lo sa perchè è in vacanza, – ha detto Fiorenzi, – ma siamo tutti felici di poter annunciare che il nuovo capitano dell’Orvieto Basket è Davide Patrignani, figura storica del team, persona encomiabile.”

Il roster.
Accanto a Patrignani, confermati Mirko Cupello (“puntiamo fortemente su di lui”, – ha detto Fiorenzi), Alessandro Agliani (“giocatore dalla grande professionalità e serietà”, – ancora il DS), Lorenzo Negrotti (“grande giocatore, la C1 gli va stretta,” – sempre Fiorenzi). Poi i due under Mattia Cortelli e Giulio Negrotti. I giovanissimi. E i nuovi arrivi. Davide Brighina, Luca Maglione (ruolo #4) e Giorgio Valdisserri (ruolo #3), gli ultimi due in arrivo dal Todi Basket. Per Maglione si tratta di un ritorno, avendo giocato già ad Orvieto qualche stagione fa. Per Valdisserri è invece un debutto.

Il preparatore.
”Sono soddisfatto di tutto il nostro gruppo tecnico, – ha detto Biagioli, – in particolare, sono contento della scelta del preparatore atletico a tempo pieno. Questo ci ha permesso di diminuire di oltre l’80% degli infortuni classici nella nostra categoria.”

La città.
”Siamo felici che questa società sia ancora a rappresentare la città di Orvieto, – ha detto l’assessore Barberani, – in questo momento di crisi generale. L’Orvieto Basket è una società gestita seriamente, dotata di uno staff di prim’ordine. Cercheremo di adoperarci per riportare ad Orvieto il basket, su questo sta lavorando il consigliere Stefano Olimpieri. Porto gli auguri del sindaco e dell’amministrazione comunale per la nuova stagione della squadra”.

Il vice-coach.
“Colgo l’occasione per ringraziare la società che ha sempre creduto in me, – ha detto Olivieri, – sono felice di poter contribuire alla crescita dei giovani e del movimento cestistico orvietano. Lavoreremo con Cupello ad un progetto completo sui ragazzi.”

Il coach.
“Ho in mano la squadra che volevo, – dice Andrea Brandoni, – credo molto in Giulio Negrotti e Mattia Cortelli e sono certo che l’esperienza di Davide Brighina possa dar molto al roster.”

Si parte.
Tutti a raccolta lunedi 16 agosto dalle 18 al PalaPorano. L’inizio di campionato è ancora una volta poco facile: 26 settembre prima in casa contro la Luiss, poi a Cagliari. Il 4 settembre è prevista una amichevole contro il Forlì (C2), poi un’altra amichevole l’11 contro il Costone Siena. Il 18 e 19 settembre è in programma il 1° Trofeo Telematica Italia, con Contigliano, Assisi e Valdiceppo.

L’opinione.
Insomma c’è tanto entusiasmo, tanta voglia di iniziare questa nuova avventura. Un’avventura piena di scommesse, su tutti i fronti, che porterà l’Orvieto Basket ad affrontare squadre dal passato importante e squadre che hanno fatto della fisicità il proprio gioco tipico. Sulla carta il roster appare fresco, ma tanto giovane. La paura è che il girone laziale possa inghiottire i giovanissimi e non permetta a Brandoni di utilizzarli se non per ridotti minutaggi. In ogni caso sarà stata una stagione sul campo che permetterà ai giovani di salire un gradino più su in esperienza e gestione mentale del campo, ai “vecchi” di trovare un nuovo gruppo in cui dare il massimo, ai “nuovi” di inserirsi in una società in cui la parola d’ordine di quest’anno è “scommessa”, ma quella di sempre è “famiglia”.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

22 Comments

  • sandro

    non condivido gli insulti alla maggior parte del gruppo perchè i giocatori di Orvieto vanno tutelati quindi viva negrotti e cupello.
    però quello che è successo quest’anno secondo me è molto grave e avrà forti ripercussioni sul futuro della squadra indipendentemente dal risultato sportivo della stagione quello che è stato fatto dalla società è vergognoso un paese come orvieto non può permettersi di mandare via 4 giocatori che anche con i loro limiti ci hanno portato dove siamo ora

  • annoiato

    ooooh! finalmente l’illustre e competente dott. “sconcerto” ci saluta per trasmettere tutto il suo sapere ed esperienza in materia ad un’altra società. Grazie per tutto il suo ottimismo trasmesso a noi tifosi ma almeno ora potremo dormire tranquilli!

  • simpatia

    cupello un ex giocatore, i due di todi peggio degli arrapaho (è una vita che giocano in c1..), negrotti pazzo, cortelli messo da parte per far spazio a ciriciofolo ecc ecc….sinceramente non sono d’accordo. cupello in molte partite è stato decisivo, non ha dato un contributo continuo ma sono sicuro che sarà ancora importante. i due di todi non sono certo fenomeni, è appurato, sono giocatori però utili alla causa e non scarsi come vuoi farli passare. ciriciofolo ha solo 15 anni fisicamente fa fatica a reggere questo girone quindi cortelli è stato tenuto proprio per questo (anche perchè giravano voci che lo volevano altre squadre e quindi sarebbe sicuramente un controsenso tenerlo per niente e non permettergli di andare a giocare altrove). il fatto che questi ragazzi si allenino in prima squadra non significa che saranno buttati nella mischia già quest’anno….piano piano si cominciano ad allenare con i più grandi, imparano un basket pi “vero>” per così dire rispetto alle giovanili, il discorso relativo a tali ragazzi, secondo me, deve essere a lungo termine. tra due anni, saranno pronti a fare questo salto definitivamente.per ultimo il discorso relativo a giuli negrotti. credo che invece per lui possa essere l’anno giusto per dimostrare il suo valore che è tanto!

  • sconcerto

    con questa squadra l’unica speranza è non retrocedere qua si tende tanto ad enfatizzare alcune persone ma su quali basi?????
    L’orvieto basket ha due grandi giocatori Cupello e Brighina peccato che almeno Cupello è sembrato essere un ex giocatore l’anno scorso, Brighina vedremo quest’anno.
    Discorso Negrotti io non critico le qualità del giocatore ma semplicemente non è un giocatore che secondo me ti fa fare il salto di qualità mi sembra un giocatore discontinuo che prende tiri assurdi forzati(che delle volte anche se poche entrano perchè cmq non è un giocatore scarso)tutto questo tralasciando la difesa dove dite quello che volete ma secondo me è imbarazzante.
    Comunque io facevo un analisi generale e spero di essere smentito quest’anno e che ci facciano vincere il campionato.
    Per i giovani non nutro tante speranze, Brighina è stato preso per giocare e Ciriciofolo dovrà essere lanciato quindi Cortelli giocherà molto poco,G. Negrotti credo che andrà anche in tribuna in determinate partite per far spazio anche ad altri under che verrano portati in panchina per non giocare.
    Cmq sul comportamente della società è inutile continuare a parlare per me rimane vergognoso cacciare gente di Orvieto per prendere Maglione e Valdisserri poi pensate quello che volete io al palazzetto non andrò più se non a vedere gli arrapaho saranno scarsi ma credo che i due giocatori di Todi non siano poi tanto migliori.
    Complimenti ORVIETO BASKET

  • Matteo

    Non mi esprimo sull’ argomento ma a mio parere chi critica Società, dirigenti e giocatori dovrebbe almeno avere il coraggio di firmarsi perchè è veramente facile criticare ciò su cui lavorano gli altri, ancor più facile dietro una tastiera e per di più con un nomignolo!

  • simpatia

    l’unico errore è il fatto che la società non ha avvertito in tempi “logici” i ragazzi che sono stati mandati via. le scelte sono fatte con coraggio dalla società a noi resta solo che sperare. io di speranze ne ho poche. spero di vedere in campo i giovanissimi (perchè non dimentichiamoci che sarà dura vederli giocare mentre qui leggo che tutti voi pensate che possano essere da subito un fattore, aspettiamoli con calma), spero di vedere un cupello più voglioso rispetto allo scorso anno, un negrotti riconfermarsi ai soliti livelli (vedere quello scritto sopra mi ha fatto troppo ridere ma ognuno può pensarla come gli pare), vedere cortelli giocare più di una quindicina di minuti come lo scorso anno e sperare che recuperi definitivamente dai problemi alla schiena (così almeno ho saputo), spero di vedere giulio negrotti più minuti in campp e spero che davide possa essere un esempio come sono sicuro saprà fare. poi, quello che sarà sarà…..sarò sempre li perchè questo sport ad orvieto è il migliore e sempre lo sarà. ovviamente il mio pensiero è simile a quello di molti di voi, cioèche i ragazzi mandati via dovevano rimanere (almeno alcuni) però così non è stato. ora forza ragazzi, rimboccatevi le maniche e fateci divertire e soffrire come ogni anno! in bocca al lupo

  • Tifoso Deluso

    Noto con piacere che il tentativo di qualcuno di spostare l’attenzione dalle polemiche sulle politiche dell’Orvieto Basket alla costruzione del palazzetto ad Orvieto non hanno pienamente raggiunto l’obiettivo voluto…c’è qualcuno che ancora non ha digerito il comportamento totalmente privo di rispetto della “famiglia” Orvieto Basket nei confronti dei suoi “figli” (o meglio ex-figli) Berrocal, Borri, Picciaia e Salucci. La mancanza di rispetto non sta tanto nell’esclusione di questi ragazzi che possiamo considerare vere e proprie bandiere di questa società, tanto nella totale assenza di correttezza da parte di dirigenti ed allenatore nello scaricare questi ragazzi, alcuni dei quali non sono nemmeno stati avvertiti dalla società stessa prima della conferenza stampa. A questo aggiungo (e cari Tifosissimo e Pigozzi dopo essermi documentato posso finalmente replicare) che Borri non ha mai comunicato la sua indisponibilità per la prossima stagione, Salucci non ha fino ad oggi nemmeno contattato nessuno studio legale di Perugia per iniziare la pratica da avvocato, così come Berrocal non ha ancora vinto nessun dottorato presso l’Università perchè il concorso non è ancora stato fatto. Sullo scarso utilizzo dei giovanissimi orvietani nella stagione che verrà e sulla politica del “risparmio” eseguita mandando via i nostri ragazzi per prendere dei professionisti da fuori e per di più non di primissimo pelo è già stato scritto abbondantemente nei commenti precedenti…Detto questo non mi resta altro che sottolineare la mia delusione nei confronti di una società che ho sempre creduto fosse veramente incentrata sui valori del rispetto e della famiglia, ma che si è dimostrata essere completamente diversa da quanto pensassi.
    COMPLIMENTI ORVIETO BASKET!!

  • vivailbasketabbassoisoldi

    caro sconcerto…è vero che spesso l orvieto basket ha una strana dicotomia, aspetto (e investimenti) semiprofessionistici con gestione diciamo familiare (per non dire parrocchiale) e che spesso perde di vista la reale dimensione in cui si trova ma anche voi con questi commenti alimentate questo paradosso…in fondo con tutti i pro e i contro hanno sempre fatto divertire i tifosi e fatto giocare molti orvietani…poi si può discutere appunto il modo in cui sono stati messi da parte alcuni giocatori nostrani, alcuni acquisti strampalati…però a questo livello ci può stare…cerchiamo di vedere il bicchiere mezzo pieno

    p.s. Negrotti è un giocatore di stralusso a questo livello…sopratutto per la mentalità.

  • sconcerto

    la società quest’anno è riusciata a fare quanto di peggio non si poteva….le cose false scritte e dichiarate sono di uno sconforto totale.
    Prima mandate via 4 ragazzi che vi hanno permesso di essere dove siete poi vi permettete pure di inventarvi storie sul motivo della loro partenza??????
    Di 10 persone che fanno parte della squadra l’unico vero giocatore per cui andrei a vedere le partite è Davide Patrignani(finalmente fatto capitano a soli 30 anni)che vedo sempre dare l’anima per questa maglia…decantate tanto giocatori come Cupello e Negrotti ma vi hanno spiegato che nel basket dopo un azione d’attacco esiste anche una di difesa????
    Li avete mai visti buttarsti per terra per salvare un pallone????
    Guardatevi le statistiche di questi due giocatori:Cupello 13,2 punti di media a partita con 11,3 tiri Negrotti 12,7 con 9,5 tiri il che significa 25,9 punti con 20,8 tiri….e queste sarebbero grandi percentuali????
    A Negrotti la c1 sta stretta????
    Ma guardatevi la partita con Terni a Porano è stato umiliato da Granato difendeva come può difendere un ragazzino del mini basket….quante partite sono state perse per colpa di questi due giocatori????
    Cmq il prossimo anno sicuramente con la classe di Maglione e Valdisserri le cose andranno alla grande.
    Visto che qua se critichi la società poi c’è gente che se la prende state tranquilli perchè lascierò a voi l’onore di andare a vedere il basket NBA del palaporano.
    Forza Arrapaho saranno anche ex giocatori come è stato scritto ma almeno non hanno perso di vista quello che dovrebbe essere lo sport ad Orvieto….il prossimo anno poi postate quanto giocheranno i vari frosinini cortelli g. negrotti rosati e brunelli visto che l’orvieto fa giocari i giovani poi pazienza se si mandano via 4 giocatori di 24 e 25 anni e si tengono Cupello 31 anni Patrignani 30(il mio giocatore preferito….l’unico)Agliani 29 Maglione 29 Brighina 30
    Continuate cosi questa è la strada giusta……per fare come 14 anni fa quando si retrocesse tanto c’è Brandoni che è pratico

  • Guido

    AH BIM BUM BAM VABBE’ HAI RAGIONE, BASTA CHE LA FAI FINITA CO STO SALUCCI. FORZA ORVIETO FORZA ORVIETO AHE, AHE.

  • coach marco guerriero

    auguro a neo a rrivati brighina, valdisseri e maione e ai giovani ciriciofolo, frosini e rosati, a anche all’amico Leonardo Olivieri ; giovane coach ma con grande voglia e spirito di crescere e maturare questa suo ruolo,un grandissimo in bocca lupo per questa nuova stagione 2010 e 2011.

  • bim bum bam

    beh sicurmanete nn sono Piero Salucci e neanche il suo avvocato difensore..però dico una cosa alla signora franca e in particolare al signor guido , che ha definito salucci il piu insultato di tutti.. è stato il capitano del Orveito Basket per anni e l’ha stampata sul cuore quella maglia se lo ricordi.. e ricordo ,per la storia, che nel campionato di C1 girone lazaiale è stato il miglior giocatore della squadra orvietana e ci ha salvato dal baratro della C2 contro le stelle marine beccandosi anche bella denuncia difendendo tutto e tutti.. a li nn era il piu insultato vero? e tutti a difenderLo vero?
    è facile salire sui carrozzoni.. ad abbracciare i vari picciaia , borri e berrocal , guazzeroni (gli altri epurati e chenn piacciano piu a nessuno come dite voi) quando ci salvarono a riccione ..
    cari tifosi è facile tifare come si fa orvieto dimenticandosi la storia di questi ragazzie quello che hanno dato..le scelte giuste osbaglaite sono state fatte e vanno rispettate come va rispettate la società e il suo Presidente Biagioli..ma pure le persone vanno rispettate !
    Cmq siamo tutti vogliosi di vedere questa squadra 2010/2011 e il grande campionato che farà.. ci auguriamo tutti hai vertici, visto il girone laziale che tutti dicono modesto, facile e noi siamo la squadra tra le piu forti !NO?
    In bocca lupo allora e da qui si chiude questa polemica.. AL CAMPO L?ARDUA SENTENZA!

  • Guido

    Il bello di tutto poi sapete quale è? Che Salucci era quello più insultato di tutti. Allora le cose sono 2, o chi scrive non è coerente con se stesso, oppure lo scrivente è lo stesso Salucci.

  • franca

    A BIM
    BUM BAN E MO BASTA CO STO SALUCCI
    io invece non vedol’ora che si ricominci,quindi imbocca al lupo a tutti FORZA ORVIETO ALè

  • bim bum bam

    bim bum ban chede scusa per l’errore di lettura sul capitano!nn volevo creare un ennessimo polverone.. forza orvieto ale ale
    Ps: sign anna siamo in democrazia..giusto.. l’opinione bisogna rispettarla nn essere standardizzati e dei robot..! nessuno detiene la verità ma io penso con la mia testa e nn certo seguendo ” le pecore”.. si critica, si tifa, si cerca di capire le cose e farsi una idea giusta o no..ogniuno la porta avanti coerentemente.. forse spesso tante volte invece nn è cosi!
    Cmq senza ombra di dubbio con me dice il sign trequattrini in bocca lupo ai nuovi maione , valdisseri e brighina e al tutta la società

  • Monica Riccio

    che forse non mi sono spiegata bene? no perchè erano le due quando ho scritto il tutto … è patrignani, anzi capitan patrignani che è in vacanza e che non sa della promozione, ora lo specifico meglio … e poi mo, se vogliamo criticare, facciamo pure per carità, ma dubito che una società sportiva seria avrebbe affidato ad una giornalista il compito di far sapere a un capitano che non lo è più (capitano), o no???

  • Anna

    Caro bim bum bam per quanto riguarda il capitano… Basterebbe saper leggere: è Davide che sta in vacanza no Piero.. Per la serie: l’importante è criticare sempre e comunque… In bocca al lupo ragazzi!!

  • Fabrizio Trequattrini

    ….è fin troppo chiaro, bim-bum-bam, che è Davide Patrignani ad essere in vacanza (e non Piero !) e che al suo ritorno riceverà questa bella notizia !!!!…..ma la bella notizia l’abbiamo ricevuta noi, quelli che erano presenti alla conferenza stampa di ieri, perchè se c’erano dubbi di come questa Società consideri i suoi ragazzi, dalle parole pronunciate dal presidente Biagioli e dal d.s. Fiorenzi, non possiamo che essere certi dello stato di salute nel quale versa l’intero movimento e, in prospettiva, l’organizzazione futura del nostro vivaio. Che dire di Leonardo Olivieri?!?….che non è Ettore Messina, che gli auguriamo di diventare un bravo allenatore, che dovrà misurarsi sul campo non solo con i risultati sportivi ma con la credibilità che saprà conquistarsi tra i suoi giocatori e le loro famiglie…del resto, quando ci si presenta come ha fatto lui, ieri, con umiltà e ringraziando commosso, pubblicamente, sia la Società che coach Brandoni per questa straordinaria opportunità…è certo che possiede le qualità richieste per far parte dell’Orvieto Basket !! Ai tre neo acquisti, Brighina, Maglione e Valdisserri un “in bocca al lupo” veramente speciale perchè sono ragazzi….”semplici” e noi con la nostra storica “semplicità” crediamo che sarà dura ma ….entusiasmante !!!

  • bim bum bam

    Bim Bum Bam augura al nuovo corso dell’OrvietoBasket un grosso in bocca lupo per la prossima stagione.. Certo leggere certe cose ..La prima? Beh dott firoenzi piero salucci nn è in vacanza è ad orvieto , lo potete incontrare tutti giorni ….e gira da piu di una settimana..e cmq so che andrà ad Assisi in C1 ..quindi tanto scarso nn è per giocare in C1. a lui e a davide patrignani come neo capitano vanno gli auguri per la prossima stagione..La seconda? Mo improvvisamente anche Leonardo Olivieri è diventato Ettore Messina ! Bah…cmq anche a lui ,auguri per questo impegno tecnico con U19 e u17.. VEDRAMO QUANTI RISULTATI PORTERà E QUANTI GIOCATORI TIRERà FUORI..visto operato dell’anno scorso..!
    Invece spero che Il Coach Brandoni,sia bravo a far crescere sti tre ragazzi giovanissimi che andranno in prima squadra che sono bravini ma okkio coach bisogna farli stare con i piedi piantati per terra..perchè RICORDO A TUTTI CHE AD ORVIETO SI ESALTA TROPPO FACILMENTE TUTTI E POI …e molti mi dicono e mi confermano che gia si sentono chissa chi!

    Cmq saremo tutti a Porano a tifare ORVIETO BASKET !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Banner to display

No Banner to display

Popups Powered By : XYZScripts.com