martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

L’Orvietana sbanca Piancastagnaio

Finalmente una squadra vera in campo, malgrado le assenze, malgrado l’avversario, malgrado tutto, l’Orvietana trova gioco, grinta e tre punti al termine di una gara ricca di occasioni. La risolve Mvuemba, in campo malgrado alcuni probelmi personali che lo porteranno in Francia i prossimi giorni. Chiasso e Fenucci superstar, ma tutti hanno contribuito a vincere su un campo imbattuto da almeno 20 partite.

PIANESE – ORVIETANA 0-1

PIANESE (4-4-2): Verdelli; Perfetto, Peruzzi, Rosi, Gentili; Giomarelli (29’st Tommassini), Balestracci (29’st Capo), Magini (15’st Dongarrà), Del Giusto; Cubillos, Porricelli. A disp.: Tarquini, Amdio, Goracci, Leporini. All.: Sassarini.

ORVIETANA (4-1-4-1): Pasquini; Proietti, Fenucci, Ciccone, Frizzi; Chiasso; Moneti (37’st Pepe), Mvuemba, Ingrosso (33’st Nuccioni), Rovella; D’Accardio (35’st Pecchi). A disp.: Nulli, Muccifori, Fattorini, Presti. All.: Marini.

ARBITRO: Ceccarelli di Rimini (Scarpa di R. Emilia – Kaza di Modena).

MARCATORE: 43’st Mvuemba (O).

NOTE: spettatori circa 350, espulso Mvuemba al 43’st per doppia ammonizione, ammoniti: Perfetto (P), Ciccone (O). Angoli: 7-2 per la Pianese. Recupero: pt:0’; st:5’.

Per tutto lo scorso campionato la Pianese non aveva mai perso in casa e nemmeno in questo avvio di stagione. Non sappiamo cosa fosse successo due stagioni fa, ma da almeno 20 partite nessuno era riuscito a portare via l’intera posta in palio al comunale di Piancastagnaio.

Ebbene un’Orvietana che non aveva mai gustato il sapore della vittoria, che si era presentata alle pendici dell’Amiata senza Famiano, Nuccioni e Nulli e con una formazione zeppa di giovanissimi, è riuscita a far saltare il banco. Eppure gli attaccanti di casa già concorrono nella classifica marcatori, mentre le punte biancorosse sono ancora a quota zero, insomma più continuiamo a leggere i numeri di presentazione di questa partita, più il risultato finale sembra un sei al superenalotto.

Ma non è così. Non inganni il gol quasi al novantesimo, l’Orvietana ha finalmente giocato da squadra vera e con qualunque punteggio si fosse conclusa questa gara, avremmo lo stesso potuto parlare di una rinascita. I ragazzi di Marini hanno creato almeno tre ghiottissime occasioni nel primo tempo, tenendo testa a una delle squadre più forti del girone, hanno poi sofferto nella ripresa e rischiato di capitolare in qualche occasione, ma alla fine hanno trovato il gol che ha consegnato tre punti pesantissimi al team di Orvieto.

Ennesimo cambio tattico per Marini: Chiasso davanti alla difesa, guidata magistralmente dal neo acquisto Fenucci che si è subito dimostrato giocatore di altra categoria, centrocampo con quattro in linea dietro D’Accardio unica punta. I biancorossi partono di slancio Rovella va via più volte a Perfetto, il portiere Verdelli in due occasioni è costretto ad uscire e smanacciare, poi all’ennesima penetrazione di Rovella non può che lanciare una preghiera dopo che il pallone lo supera, ma a porta ormai sguarnita, Moneti manca di un soffio il tapin. A metà primo tempo Pasquini è ancora inoperoso, si fatica a credere che si stia assistendo al match tra la prima e l’ultima della classifica, come se non bastasse D’Accardio si libera in area e la sua conclusione colpisce la parte interna della traversa con la palla che ribatte a un passo dalla linea. Un’Orvietana mai vista, ma ancora perseguitata dalla sfortuna. Poi la Pianese capisce che è ora di svegliarsi, non c’è nessuna prevista passeggiata contro la squadra materasso, allora, dopo un’azione corale è Balestracci a ridare entusiasmo ai tifosi di casa: tiro violento che si stampa sul palo.

Gara vivace e continui rovesciamenti di fronte. L’Orvietana non si spaventa e a fine primo tempo va per la terza volta vicino al vantaggio: D’Accardio ha tutto lo spazio libero per concludere a rete ma spreca da buona posizione mandando alto.

Si torna in campo dopo la sosta ed è tutta un’altra storia. La Pianese ora schiaccia l’Orvietana nella propria metà campo, al quarto d’ora Sassarini inserisce anche Dongarrà che sbaglierà pure un paio di buone occasioni sotto porta, ma spesso diventa imprendibile per la difesa biancorossa dove Fenucci continua comunque a fare il fenomeno e a suo fianco Ciccone non è da meno, almeno finché fisicamente non dovrà concedere qualcosa. Anche Chiasso davanti alla difesa contribuisce a sventare le sortite offensive bianconere e spesso riesce a rilanciare Rovella e D’Accardio. Una serie di calcio d’angolo consecutivi fa tremare i polsi ai tifosi orvietani sugli spalti, poi Marini decide di inserire anche Nuccioni, malgrado le non perfette condizioni fisiche e passa alla difesa a cinque, ma senza rinunciare a pungere con Rovella.

A decidere le sorti dell’incontro una progressione di Pecchi e Mvuemba che porta il primo a tentare la conclusione che, ribattuta, finisce sui piedi di Mvuemba che trova il colpo vincente. Mvuemba già ammonito si fa espellere per essersi tolto la maglia. Un gol che vale molto per lui, raggiunto dalla triste notizia della morte del figlio di suo fratello, lutto che lo porterà in Francia in settimana e gli avrebbe comunque fatto perdere la sfida col Perugia. Ma gli ultimi sette minuti, compreso il recupero, sono da giocare ormai in inferiorità.

Di sofferenze però ben poche, il forcing della Pianese è ormai disperato e non produce più problemi per Pasquini. Il triplice fischio sancisce una vittoria insperata ma ottenuta con gioco, carattere e convinzione contro una squadra di alto rango.

Ora ad Orvieto tutti aspettano la sfida di domenica prossima contro il Perugia, che potrà essere affrontato con tutto altro spirito e forse anche con ulteriori innesti in rosa che avverranno in settimana nel settore d’attacco. E se il Perugia tornerà a caricare le pile in settimana sul Monte Peglia, troverà un’Orvietana che le ha già ricaricate sull’Amiata!

Spogliatoi:

Il dg Lanzi è ormai senza voce, il ds Porcari già si è rimesso a programmare le prossime giornate quando dovrà formalizzare gli ingaggi degli attaccanti, ma tutto il clan sprizza gioia da tutti i pori.

A parlare è Luciano Marini, che si siede sulle gradinate dopo essere stato in piedi per lunga parte della partita:

“Sia chiaro c’è ancora molto da fare, ma questa è una vittoria che a noi dà un ossigeno eccezionale, soprattutto ai ragazzi che avevano il morale troppo basso, non tanto a me che ho la scorza dura. Stiamo lavorando per superare le difficoltà, oggi abbiamo fornito un’ottima prestazione dal punto di vista caratteriale e agonistico, ma abbiamo ancora bisogno di qualcuno che ci dia una mano. Avevamo fuori Agostini e Famiano, Nuccioni ha giocato con problemi al ginocchio, ma ci stiamo a fare il fegato amaro da un mese e adesso voglio solo gustarmi finalmente la vittoria. Fenucci? non lo scopro certo io, è un giocatore che dà sostanza anche per il gruppo, per la sua esperienza, per le parole che riserva ai più giovani non solo tecnicamente. Ma ci serve ancora una mano, e in settimana vedremo dove andare a pescare. D’Accardio ha giocato come voglio io, ha costretto gli avversari all’errore, ma tutti hanno fornito una prestazione maiuscola. Voglio dire due parole su Mvuemba che ha avuto la terribile notizia del lutto del nipotino, potete immaginare con che stato d’animo era in campo, lo sfogo che ha avuto dopo il gol che ha portato all’espulsione va capito e non stigmatizzato. Abbiamo sfruttato nella maniera ottimale quello che ci è capitato nel secondo tempo. Il Perugia? ci penseremo da martedì, non so che ha fatto oggi, non so come ha giocato, cercheremo di dare il massimo anche domenica”.

SERIE D GIRONE E, 6 GIORNATA

Castel Rigone – Sestese 2-1

Deruta – Monteriggioni 1-0

Fortis Juventus – Group Castello 1-1

Montevarchi – Pontevecchio 1-0

Perugia – Sporting Terni 2-0

Pianese – Orvietana 0-1

Sansepolcro – Scandicci 2-1

Todi – A. Arezzo 4-2

V. Spoleto – F. Civita Castellana 0-1

CLASSIFICA:

Todi 14

Castel Rigone 13

Pianese, Scandicci, Montevarchi, Sansepolcro, Perugia 11

Pontevecchio, V. Spoleto 10

F. Civita Castellana 9

Deruta 8

F. Juventus 6

Sp. Terni 5

Orvietana, Monteriggioni 4

Sestese, G. Castello 3

A. Arezzo 2

PROSSIMO TURNO

A. Arezzo – V. Spoleto

F. Civita Castellana – Deruta

G. Castello – Scandicci

Monteriggioni – Montevarchi

Orvietana – Perugia

Pontevecchio – Castel Rigone

Sestese – Fortis Juventus

Sporting Terni – Sansepolcro

Todi – Pianese

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

9 Comments

  • calciofilo

    Beh mi sembrano abbastanza realistiche più che pessimistiche le mie opinioni,perchè altrimenti non si spiegherebbero i 4 punti in 6 partite,e anche se voi pensate sempre che dietro un parere ci sia il voler andare contro qualcuno, è l’ultima cosa che mi interessa.
    Se poi chi mi risponde secondo me dice cose inesatte controbatto,ma personalmente io al Sig Lanzi e a Porcari non mi permetto di dire niente,io critico solo professionalmente.
    Che poi voi facciate sempre riferimento al fatto che il tifoso non lo si faccia da dietro la tastiera mi fa sorridere dato che non mi sembra che voi non scriviate su questo forum,poi il fatto che quando la domenica vado allo stadio non mi piaccia fare il cinema in tribuna non penso sia una colpa,anzi con tutte le bestialità che si sentono li penso che qualcuno che tace non puo che essere positivo.

  • Marco Gobbino

    Intervengo in questo forum visto che finalmente ha preso la strada del corretto confronto di opinioni, a noi di Orvietosport fa molto piacere che i lettori intervengano sui vari articoli che pubblichiamo su tutti gli sport, la forza del web è proprio questa, io personalmente ho seguito la gara di Piancastagnaio, ero inviato anche per il Giornale dell’Umbria oltre che per questa testata, è ho raccontato la partita per quello che ho visto da umile cronista. Se altri osservatori arricchiscono (o anche smentiscono!) quanto da me riportato non è che un miglioramento delle informazioni. Anzi mi piacerebbe aprire un post tipo “la partita vista dai tifosi” a cui chiunque possa mandare il proprio resoconto del match, non sarebbe male, che ne dite? Anche perché noi di Orvietosport non tutte le domeniche ce la facciamo ad essere presente su tutti i campi dello sport orvietano che sono veramente tanti!

    se vi va mandate pure a:
    redazione@orvietosport.it

  • luckyluciano

    ma famosela tutti na risata dai!
    comunque mi pare che a calciofilo nessuno neghi di avere opinioni pessimistiche, anzi c’ha pure un amico che gliele condivide a quanto pare, ma anche lui non deve negare pareri diversi agli altri. Poi secondo me il titolo di “vero tifoso” si dà sugli spalti la domenica non su internet nascosti dietro a una tastiera, il “vero tifoso” è appassionato va a vedere le partite dal vivo e sostiene i colori della maglia che rappresenta la nostra città, critica se c’è da criticare ma per il bene del calcio a orvieto non contro una o un’altra persona. I giocatori, i dirigenti, gli allenatori, passano i colori (si spera!) restano e se hanno resistito 100 anni vedemo de farli resistere almeno altrettanti!

  • calciofilo

    Ma si,io a differenza di altri mi faccio una risata,certo non scomoderò le autorità giudiziarie per una battuta.
    E comunque se potesse servire a dare una mano me ne starei a casa tutte le domeniche,ma penso non basti.
    In ogni caso io,avendo avuto la fortuna di farne parte di questo mondo,un’opinione ce l’ho,non pretendo sia condivisa,ma ce l’ho,e non sara certo una vittoria all’88° a farmi cambiare parere,perchè in questo caso si potrei essere tacciato di poca coerenza.
    Detto questo,spero di poterla cambiare al più presto la mia opinione,così da poter meritare la nomina al tanto agoniato titolo di “VERO TIFOSO DELL’ORVIETANA” che mi verrà conferito da tutti gli illuminati di questo sito,nonchè veri tifosi.

  • tifoso

    CALCIOFILO la tolleranza è dei forti, dobbiamo sopportarli, spero per noi che questo sia l’inizio di una serie di vittorie, e che non si mettano come si dice a orvieto “sui ceci”…staremo a vedere… 😉

  • franco

    Calciofilo, visto che è una delle poche partite che non vedi e l’Orvietana ha vinto, ti prego: la domenica non venire più

  • calciofilo

    Mi fa molto ridere certa genta,però bisogna essere tolleranti e far finta di niente.
    Comunque penso che a tutti,me compreso, faccia piacere la vittoria di ieri perchè al di la di tanti discorsi l’importante è cominciare a fare qualche punto.
    Se poi un tifoso non può nemmeno constatare dopo lo scepio delle prime partite i problemi che secondo lui ci sono in questa squadra e in questa società allora avete ragione voi.
    Io ieri non sono potuto andare a vedere la partita e quindi non ne commento l’andamento,spero solo però che dopo il giusto entusiasmo per una vittoria importante si continui a lavorare per migliorare questa squadra,ma soprattutto ora non si cerchi di mascherare tutte le lacune che comunque questa squadra ha.

  • orvietano

    Il nuovo difensore è un fenomeno! ora prendiamo una punta seria e i problemi sono risolti, che partita ieri! era da tempo che non ci si emozionava e non si soffriva così… dedicata a tutti quelli che anche con la squadra che andava male sono venuti sull’Amiata ancora fiduciosi nei colori biancorossi, ripagati alla grande!!!!

  • Il cinese

    DEDICO LA STUPENDA VITTORIA A TUTTI COLORO CHE HANNO AVUTO POCA FIDUCIA E A TUTTI GLI ALLENATORI ESPERTI” CALCIOFILI” LUMINARI E TECNICI CHE NON PREVEDEVANO QUANTO ACCADUTO A PIANCASTAGNAIO SEMBRAVAMO NOI PRIMI E LORO ULTIMI BRAVI RAGAZZI E ANDATE A RILEGGERE QUANTO DA ME SCRITTO POCHI GIORNI FA ……… VE LO AVEVO DETTO !!!!!!!!!!!!! PER CHI AVESSE QUALCOSA DA RIDIRE SI GUARDI LA PARTITA AVRA TUTTE LE RISPOSTE CHE VUOLE BRAVI RAGAZZI ORVIETO e’ CON VOI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com