domenica, Aprile 21contatti +39 3534242011
Shadow

Il Teorema della Cupola non ferma gli Arrapaho. Grande vittoria a Terni

Penultima partita di campionato dell’anno per i canarini orvietani, per questa giornata ospiti della Leo Terni, gloriosa squadra del capoluogo di provincia. La gara di gioca allo storico palazzetto della “Cupola”, un misto di storia e sudore caldo-umido (per chi non lo sapesse, il campo da gara è diviso dalla piscina solo grazie ad un corridoio di 10 mt). Il pubblico è quello delle grandi occasioni, con spalti gremiti ed affiatati.

Convocati per questa nuova battaglia Pimpo, WWWBorri, Obi Uan Brunori, JT Afuro, Ciccio Bernardini, Janny, Pedichini, Batcharello, Geeno, Federici e Threebald. Rimasto a casa all’ultimo momento Billo Bacchio per un infortunio rimediato nel sedersi sul divano per vedere la partita del Milan.

Da segnalare un urlo durante la partita precedente verso il duo arbitrale (Geeno faceva parte dello stesso ndr) “SALAME!”. Che Geeno abbia fatto la doccia anche a Terni? Nessuno lo saprà mai.

Ma andiamo alla gara. Titolari: Pimpo, Batcharello, Borri, Pedichini, Bernardini. La partita è bella ed avvincente con le due squadre che combattono a viso aperto. Esemplare il punteggio di fine primo quarto: 17-17.

Il secondo quarto è tutta un’altra storia. Per la prima volta gli Arrapaho infatti si ritrovano sotto e il nervosismo aumenta. Borri e Pedichini perdono infatti il loro aplomb e si beccano due falli tecnici che mandano negli spogliatoi la Leo in vantaggio 37 a 28.

Scenetta da cabaret quando Pimpolari cerca di calmare Borri facendogli notare che effettivamente il passi che gli era stato fischiato era sacrosanto. La risposta letterale è questa: “Lo so che erano passi, ma sono 20 anni che li faccio e non me li hanno mai fischiati, e non devono permettersi”.

A questo punto entra ancora in campo coach Warrior che riporta la squadra sulla terra. “Ragazzi non dobbiamo montarci la testa solo perché siamo primi in classifica, anzi è questo il momento di dimostrare a tutti cosa siamo”. Si pensa che il discorso lo stesso pronunciato da Coach Carter nell’omonimo film.

Il terzo quarto vede una squadra orvietana più concentrata e combattente, con un Pimpolari “miglior difensore della Lega”. Lui stesso si forgerà di questo titolo a fine partita, e guai a chi osa dire il contrario.

A 2 minuti dalla fine del quarto gli indiani raggiungono il tanto desiderato pareggio grazie ad una tripla di Ciccio (la seconda di fila). Ancora una volta, con il pubblico in delirio, l’esultanza è sempre la stessa: le dita si toccano, gli occhi luccicano, è l’antico rituale della “Solita”.

L’ultimo tempo inizia quindi con un 47-47 che lascia ancora aperta la partita.

E qui che il nervosismo raggiunge l’apice. Fallo tecnico per Pimpolari che grida all’arbitro tutti i suoi anni di università romana: “Mortacci tua!”.

Espulso anche Geeno per un fallo di reazione. Espulsione giustissima e sacrosanta, non si reagisce a nessuna offesa. Chi scrive però vorrebbe lo stesso mandare un messaggio al numero 10 avversario.

Le offese razziste, oltre ad essere di cattivo gusto (non meno del sorrisino che ti sei stampato in faccia dopo il fischio), denotano anche una stupidaggine che male si combina con il gioco del basket, gioco per persone intelligenti. Ma che tu non fossi tagliato per il basket lo avevi già dimostrato in campo, non c’era quindi bisogno di un ulteriore conferma.

Lo stesso vuole anche salvare la società sportiva Leo Terni che assolutamente non è colpevole della stupidità umana.

La partita comunque finisce con la vittoria arrapaha con un punteggio di 67-64.

Questo articolo è volutamente meno carico delle solite stupidaggini in stile Arrapaho. Questo perchè quello che è successo ha molto colpito la squadra.

Anche per questo motivo la rubrica Top3 Motion fa sciopero quest’oggi (ma sciopero vero, mica come quello dei calciatori).

Al suo posto però una nuova rubrica: dopo il Pagellone e il Pagellozzo, la PAGELLUCCIA!

Visto il nome, non sarà la solita pagelle, ma verranno scelti i tre che si sono più contraddistinti.

Come? Ma è la stessa cosa della Top3 Motion? Shhhhhhh… non ditelo a nessuno.

CICCIO BERNARDINI VOTO 8: il coach si ostina a farlo giocare playmaker, quando lui al massimo potrebbe fare l’arbitro, e lui risponde con una prestazione maiuscola, condita da due triple di fila. La seconda riesce addirittura a far emozionare Pimpolari, manco fosse morta la mamma di Bambi. CICCIOCRAZY

PIMPOLARI LEONARDO VOTO 8 (nella pagella dello stesso Bernardini, vista l’impossibilità dell’ufficio stampa Arrapaho nel giudicare il giocatore a cui siamo più affezionati): dopo aver ricevuto in dono dallo spirito guida Arrapaho una cavigliera usata, si sente rinato: difende, segna e fa segnare, ma soprattutto si supera nel dopo gara a cena. BUONA FORCHETTA

REXHINALD GEENO PETRITAJ VOTO 10: Ti voglio bene Geeno, cucciolotto verde senza età, ti voglio bene Geeno! DENVER

Prossimo appuntamento Arrapaha Sabato 11 Dicembre contro la seconda in classifica: partita per i cuori forti. Vi conviene venire, sarà offerto un buffet per festeggiare le feste insieme. Vi conviene venire puntuali altrimenti Pimpolari e Fratini “magnano tutto”. Vi conviene venire, non ve ne pentirete. AUGH!

PS. Brunori è comunque e sempre scandaloso

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

11 Comments

  • coach marco guerriero

    ho parlato oggi con il procuratore di Binda Bozzo.. mi ha detto che l’ingaggio è molto alto..il giocatore vuole .. abbonamento gratis al Clandestino per aperitivi e cena piu una serie di contratti di immagine con le varie riviste piu importanti di basket mondiale e un calendario insieme a Geeno…noi abbiamo chiesto come contropartita un decina di contadine Danesi che poi con Patron Anselmi decideremo il da farsi e il collocamento all’interno della struttura arrapaho ! credo che il contratto è in dirittura d’arrivo.. ! Ti aspettiamo Binda
    Il coach

  • Arenas

    Lo penso. Anzi ti dirò di più. Chiederò di poter giocare con gli Arrapaho. Avete armadietti dove nascondere pistole?

  • Binda

    Ma infatti Arenas é sempre stato “lo” zero, non uno zero qualsiasi. Ciao Gilbert…non pensi anche tu che la reclame del nuovo Beverly qua sopra sia ispirata direttamente a Walter Borri? “seduce al primo sguardo”…

  • Binda

    Vorrei appuntare un paio di cose:

    1) Il mio ritorno ancipato dal prestito alla Rappr. Confagricoltori Danese non é ancora stato messo nero su bianco. Aspetti concernenti il contratto potrebbero far tentennare il mio procuratore, Giuseppe Bozzo(lo stesso della scuderia che detiene i cartellini di Gilardino e Petritaj; Geeno gli ha deciso di affidarsi alla sua tutela trovando nel cognome del suddetto procuratore un non so che di familiare): uno di questi motivi é che aprendo la homepage di un certo giornale nazionale, campeggiava a caratteri cubitali l’editoriale “L’Italia Nelle Mani Di Pannella”.
    2) Mi accodo alla schiera di consensi e di sostegno a Gino. L’espulsione ci sta, prevista dal regolamento. Ma noi tutti ti vogliamo bene, e siamo ben consapevoli di quanto possa essere frustrante farsi insultare per un motivo cosí stupido da un individuo che, porta la definizione di sæ stesso sulle proprie spalle: uno zero.
    (chiedo venia a tutti, da Carlton Myers in giú).

  • Uff. Stampa Arrapaho

    Per la cronaca, il nostro giocatore Rexhinald Petritaj è stato squalificato per 2 giornate.

  • Geenofan

    Per l’UFFICIO STAMPA: complimenti anche se meno carico di stupidaggini è sempre un bell’articolo!!!
    Per Geeno: le offese ricevute vanno sempre valutate tenendo presente chi è la persona che offende …non curartene chi ti conosce non ti giudica ma ti è semplicemente Amico…come i tuoi compagni di squadra!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com