martedì, Aprile 16contatti +39 3534242011
Shadow

Il Ciconia va ko in casa, sotto accusa l’arbitro

Due rigori contro, un’espulsione e un gol convalidato forse in fuorigioco, ce ne sta abbastanza per recriminare. Passa il Ferentillo per 2-1.

Assoluto protagonista della partita Ciconia vs Ferentillo è stato senza dubbio il Sig. Brizioli di Perugia che, con una serie di decisioni molto discutibili, riesce a scontentare entrambe le formazioni, ed in particolar modo i bianco-azzurri di casa che si vedono fischiare contro due rigori, espellere Baffo per proteste e convalidare il goal vittoria del Ferentillo in evidente fuorigioco. Sicuramente da rivedere questo arbitro che per tutta la direzione di gara è stato sempre titubante sulle sue decisioni e che esclusivamente grazie al buon senso dei giocatori in campo, non ha fatto incattivire una partita sostanzialmente corretta.

Ciconia e Ferentillo hanno dato vita ad una partita tesa, maschia e sostanzialmente equilibrata dove tutte e due le compagini hanno dimostrato il loro assoluto valore e voglia di voler far bene, contrattaccando colpo su colpo ad ogni azione dell’avversario.

Il Ciconia, rispetto alla gara con l’Arrone, perde per infortunio e vicissitudini varie Frunza, Franciaglia e Pelliccia e recupera solo in extremis Malvis Hoxha.

Il Ferentillo scende in campo in formazione tipo, avendo recuperato anche il bomber Fabri dopo la squalifica con notevoli vantaggi per la propria manovra offensiva.

Ritmi alti all’inizio dove il Ferentillo riesce a ad avere un leggera supremazia territoriale ma senza impensierire più di tanto la porta bianco-celeste e il Ciconia pronto a sfruttare le corsie esterne con rapide ripartenze cercando di sfruttare le dote aeree di Baffo a centro area.

Primo episodio contestato dal Ciconia al 27’ del primo tempo, quando Fabri si guadagna, con molto mestiere, e trasforma spiazzando il portiere, un calcio di rigore per un fallo di Polleggioni.

Palla al centro e il Ciconia, non accusando il colpo, riesce nel giro di tre minuti a riportarsi in parità con Marchigiani che frutta abilmente una rimessa laterale battuta velocemente per infilare il portiere ospite in uscita.

All’8’ della ripresa il Sig. Bricioli concede il secondo penalty per il Ferentillo per un presunto fallo di mano di Biancalana con veementi proteste di tutti i giocatori in campo e della panchina del Ciconia.

Sul dischetto si presenta di nuovo Fabri ma questa volta il bomber ternano colpisce il palo, vanificando così la possibilità alla propria squadra di andare in vantaggio, cosa, peraltro, che succederà da lì a poco.

E’ infatti il 13’ quando, su una corta respinta di Casalicchio, è il capitano ospite Lahmar , appostato sulla riga di porta, a depositare la palla in rete. Furiose le proteste del Ciconia in quanto il direttore di gara prima fischia il giusto fuorigioco del giocatore e poi convalida inspiegabilmente il gol, tornado sulla propria decisione. Nella confusione generale ne fa le spese Baffo che rimedia il secondo giallo per proteste e il conseguente cartellino rosso.

Episodio questo che taglia le gambe al Ciconia che, nonostante l’inferiorità numerica, cerca fino alla fine di riacciuffare il pari senza però riuscirvi.

Da segnalare altre due perle del Sig. Brizioli: la prima a sfavore del Ferentillo, che si vede annullare per fuorigioco un goal su tiro diretto verso la porta, e la seconda a sfavore del Ciconia che si vede spostare fuori area un fallo da rigore avvenuto nettamente all’interno, fra l’incredulità di tutti e in special modo dei giocatori del Ferentillo che hanno tirato un sospiro di sollievo.

Come gia successo domenica scorsa ,è molto il rammarico in casa Ciconia per aver disputato una buona prestazione al cospetto di una formazione di assoluto valore, senza però aver raccolto niente in termini di punti, in una classifica che vede la formazione bianco celeste attestarsi esattamente a metà.

Prossimo appuntamento per la squadra di Ciucci in campionato è in trasferta sul campo del Castello mentre gia mercoledì è tempo di Coppa Primavera con i bianco-celesti impegnati, sempre in trasferta, contro la Trasimeno a Castiglione del Lago.

Claudio La Vecchia

 

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

2 Comments

  • Amaranto

    Stesso titolo potrebbe valere x la partita di ieri che ha visto di fronte la compagine Amaranto del Colonia e il Sant’Arcangelo…in questo caso il protagonista assoluto è stato proprio un fischietto orvietano tale Simone Ricci!!!

    che scandalo…se questo è un arbitro di seconda!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com