venerdì, Aprile 19contatti +39 3534242011
Shadow

Gli Arrapaho vincono e perdono per non fare torto a nessuno

Dopo la vittoria casalinga contro Città di Castello e il mancato invio dell’articolo da parte dell’Ufficio Stampa Arrapaho (ci scusiamo per il disagio ma gli esami universitari tengono il nostro ufficio stampa sulle spine, tra l’altro lo stesso ha un esame questo giovedì e già che è riuscito a scrivere le righe che state leggendo dovreste fargli un monumento e per lo meno chiedere a Paloni di essere un po’ meno Paloni),  gli Arrapaho si trasferiscono ad Ellera.
Ma prima piccolo racconto della settimana indiana: evento di spicco la laurea di JT. Afuro che dopo anni di duro lavoro e sudore riesce a fregiarsi dell’ambito titolo. I presenti alla discussione (Threebald, Pimpo e Geeno) si presentano in perfetto orario nonostante la sera prima abbiamo partecipato all’evento “Trinki: io ci credo!”. Si tratta di una iniziativa benefica in cui donne a caso ballano intorno al povero (o fortunato dipende dai punti di vista) Trinki, mentre lo stesso prova a tenere in mano un bicchiere (per i genitori assicuriamo che il contenuto del bicchiere era sciroppo alla menta). È Pimpolari a trainare il gruppo, conscio del fatto che avere un amico avvocato può sempre servire (d’ora in poi denuncia facile per gli Arrapaho!).

I complimenti dell’Ufficio Stampa, della dirigenza, della squadra, dei tifosi e di Pavel Nedved vanno comunque al nuovo dottore in legge.
Ma andiamo a Pg per vedere la partita. Eccoli gli Arrapaho che scendono dal pulmino: WWW.Borri in grande spolvero, Lambrusco Fogliani, Osvaldo Pedichini, Nano deAngelis, ObiUanBrunobi (ancora lui), Trinki Tranki, AutoGrillo Andrea, Geeno, Nick Fratini e Pimpo (ultimo a scendere dal pulmino intonando a gran voce le note della famosa “Lugano Addio” di Ivan Graziani).
Dopo un riscaldamento più che dignitoso (non so cosa volevo dire ma qualcosa dovevo pur dire no?) gli Arrapaho scendono in campo: Pimpo, Borri, Pedichini, Obi, deAngelis.
Arbitri dell’incontro un bambino al primo giorno di scuola e quello della Lola.

Partenza a razzo con Pimpolari che ruba due palloni e dopo aver sbagliato entrambi i contropiedi in solitaria prende il rimbalzo e ri-segna, nella tipica azione passata agli annali come “Tecnica Salucci” o “Tiro della Tigna” (Pieno ci manchi!).
Ma come al solito è solo un fuoco di paglia: dopo un 9 a 0, il primo tempo finisce con gli Arrapaho sotto. Ma non è tutto perduto, deAngelis infatti accusa un malore (“me se chiuso lo stomaco e non c’ho visto più niente” deAngelis nella pubblicità della Fiesta girata a fine partita) e qui gli Arrapaho sembrano sperare (soprattutto Nick Fratini detto “Il Fiacco”).
Riescono a ricucire un distacco che era anche arrivato in doppia cifra e si portano, quando mancano 17 secondi alla fine del match, a -2 con palla in mano. Purtroppo la mano è quella di Osvaldo Pedichini che dopo una piroetta che ha fatto emozionare anche Garrison passa la palla al muro che purtroppo non giocava in quel momento (chiara colpa dell’allenatore Piersante che forse avrebbe dovuto schierarlo). Ma non è ancora finita, a 7 secondi dalla fine, con un libero sbagliato dalla squadra perugina, gli Arrapaho hanno ancora la possibilità di rialzarsi. Time out. Schema incredibile. Trinki Tranki fa un movimento che neanche le donne a caso di quella famosa sera, e spinto (abbastanza visibilmente) tira dietro il tabellone.
Partita finita.

Seconda partita buttata letteralmente nel water (non volevamo dire cesso, oddio l’abbiamo detto!).
Gli Arrapaho perdono, facce deluse sugli spalti, facce deluse in campo, facce sorridenti di anonimi commentatori di OrvietoSport (ma questa è un’altra storia).
Nonostante la sconfitta però la squadra c’è, i movimenti cominciano a vedersi e l’obiettivo bel gioco sembra finalmente a portata di mano (sembra la dichiarazione di Luis Enrique dopo il derby capitolino).
Manca solo quel pizzico di consapevolezza in più e qualche tiro a canestro “fatto in ritmo e costruito”.
Questa settimana la tattica Piersante sarà quella di invitare agli allenamenti la nota studiosa della fisica teorica Pamela Anderson (omologa), l’unica donna a conoscere i principi della fisica e ad avere un davanzale che va contro gli stessi.
Prossima partita Sabato 29 Ottobre in casa contro Polisportiva Gubbio, altra seria pretendente al titolo (non allo stesso di Tafuro).
Dovete venire altrimenti lo sapete quale sarà la nostra tattica: la denuncia!

ELLERA – ARRAPAHO 49 – 46
Parziali: 11-11; 23-22; 41-34

ELLERA: Stenico 9, Grohmann, Bencivenga 3, Duranti n.e., Angelini, Spontina 7, Tomai Pitinca 10, Roveri 2, Batani 2, Tingoli 16. All.: Vispa.
ARRAPAHO: Fogliani, Brunori 4, Fratini 2, Pimpolari 6, Petritaj 2, Borri W. 5, de Angelis 4, Trinchitelli 7, Grillo, Pedichini 16. All.: Piersante.

Risultato della 2° giornata
ARRAPAHO – CITTA’ DI CASTELLO 50 – 44
Parziali:13-8; 26-18; 35-28

ARRAPAHO: Brunori 6, Pimpolari 4, Picciaia 13, Borri G. 7, Borri W., de Angelis 7, Tafuro 2, Trinchitelli, Savoia, Pedichini 11. All.: Piersante.
CITTA’ DI CASTELLO: Mastropietro, Alunno n.e., Parisi n.e., Martinelli 12, Celestini 5, Gavarrini 8, Coltrioli, Petruzzi 8, Agea 6, Giunti 5. All.: Lensi.

Commenti

comments

Powered by Facebook Comments


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

4 Comments

  • Pimpo (Uff.Stampa)

    Penso di parlare a nome di tutto l’Ufficio Stampa: domani ho un esame quindi non litigate che altrimenti vi denuncio!
    A parte gli scherzi, credo che ancora una volta bisogni mediare. La verità sta sempre nel mezzo. E’ vero infatti che facciamo molti sacrifici, e solo per il piacere di giocare a basket, ma è anche vero che visto che oramai abbiamo deciso di farli, potremmo anche farla finita di fare la figura dei polli ogni volta (e dire che a me ultimamente il pollo mi veniva piuttosto bene).
    Per il resto invito Francesco ad essere presente sabato nonostante la concomitante Juve-Inter.

  • Obi Uan

    Trovare le scuse è sempre troppo facile, ma come ripeto, nessuno di noi ha mai aspirato a voler fare il giocatore di basket, infatti, oltre alle scarse capacità (io in primis) ognuno di noi ha altri obbiettivi nella propria vita, pertanto, i sacrifici ci sono….chi lavora….chi studia, non è sempre facile, specialmente, perchè, forse, la nostra realtà, è pura nella sua interezza, sottolinenado che nessuno prende 1 €!!!
    In più, considerati sempre “l’ultima ruota del carro”, palazzetti alle 20 o alle 21 per fare allenamenti, e ti posso assicurare che cenare alle 23,30 ogni settimana non fa piacere a nessuno, ma se lo facciamo è perchè comunque ci piace, pertanto, lasciate da parte i consigli e venite a sostenerci!!!

  • Francesco Russo

    Un avventura cominciata come divertimento e passatempo da “quelli della zonetta alle medie” è diventata una realta’ orvietana del basket.Parole dette da voi.
    Adesso che avete vinto un campionato è venuto il momento di dimostrare serieta’ e forza di un gruppo e un progetto che non sono per niente male.
    Se c’è da andare in palestra e lavorare sodo fatelo,
    tepee,augh,tatanka…Meglio allenarsi con continuita’ e fare canestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com